GT Italiano: gran finale Sprint al Mugello con record iscritti

Sono ben 42 i partecipanti all'ultimo round della serie Sprint del GT tricolore che si terrà a Scarperia nel weekend: vediamo chi c'è fra le 19 GT3, 16 GT Cup, 7 GT4 e le altre novità.

GT Italiano: gran finale Sprint al Mugello con record iscritti

Sarà sicuramente un weekend indimenticabile quello del Mugello che ospiterà l’ultimo appuntamento stagionale della serie Sprint del GT Italiano che fino ad oggi ha regalato dei numeri da record, arrivando al culmine proprio sulla pista toscana con quarantadue iscritti.

Andiamo per gradi e iniziamo a vedere gli ultimi aggiornamenti sul Balance of Performance.

Audi a 1305 Kg, la Huracan a 1310 Kg, Mercedes AMG GT3 a 1290 Kg BMW M6 a 1320 Kg, la Ferrari 488 a 1290 Kg e la Honda NSX a 1280 Kg.

Dopo i pesi minimi passiamo agli Handicap Time: Agostini-Ferrari 25”, Guidetti-De Luca 15”, Comandini-Zug 5”, Zanotti-Cabezas 5”, pera-Di Giusto 15”, Magnoni-Di Fabio 10”, Ghezzi-Cerati 5”, Linossi-Vebster 5”.

Analizzando gli equipaggi, notiamo subito il debutto di Karol Basz sulla Ferrari 488 GT3 di Easy Race al fianco di Matteo Greco; ottima stagione dell’italiano che è ancora in corsa per il tiolo dalla sua terza posizione.

Confermata, ovviamente la coppia Comandini-Zug, ritorna Sean Hudspeth accanto a Carrie Schreiner, ripresosi dopo l’infortunio.

Steve Earle sempre in coppia con Niccolò Schirò, confermati gli equipaggi Audi Sport Italia con Ferrari-Agostini, attuali leader della classifica e Postiglione-Mancinelli.

Novità in casa Imperiale Racing, dove Mateo Llarena sarà da solo al volante della Huracan per fare chilometri e esperienza, il secondo esemplare è affidato alla coppia Frassineti-Ghiotto.

Cressoni-Mann daranno battaglia per l’alloro 2021, Di Amato non sarà da solo, ma avrà al suo fianco Alexander Nussbaumer che attualmente è impegnato nel Ferrari Challenge Europa/Coppa Shell.

Peter Mann e Lorenzo Casè sempre presenti, una buona stagione per loro nell’anno del “rientro”.

Tempesta-Iacone al via con la Huracan di VSR che schiera un secondo esemplare per Ivan Peklin e Federico Leo che già conosciamo, vincitore del titolo italiano nel 2016 con la Ferrari 458 GT3 della Scuderia Baldini con Eddie Cheever.

Confermati Erwin Zanotti e Jorge Cabezas e Guidetti-De Luca sulle NSX di Nova Race e Perolini-Ceccotto sulla Huracan di LP Racing.

Saranno della partita anche Baruch-Segù con la Mercedes di AKM Motorsport e la seconda Ferrari della Kessel Racing con Cuhadaroglu-Fumanelli.

Debutto nella classe regina per Hugo Delacour, che per l’occasione si metterà al volante della Ferrari 488 GT3 di AF Corse, sempre affiancato da Cédric Sbirrazzuoli.

#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson

#215 Ceccato Motor Racing-BMW Team Italia, BMW M4 GT4: Nicola Neri, Giuseppe Fascicolo, Alfred Nilsson

Photo by: PhotoCiabatti

In GT4 saranno due le Mercedes per Nova Race, una per Magnoni-Di Fabio e la seconda per Bettera-Ferri.

Fascicolo-Neri daranno sempre battaglia con la BMW M4 della Ceccato Racing, due le Porsche di Ebimotors per Romani-Carboni e Riccardo Pera che affianca il compagno Mattia Di Giusto, Campione Italiano con una gara di anticipo.

Sempre due le Cayman di Autorlando, una con Fratti-Baruchelli e i senatori Ghezzi-Cerati.

Record per lo schieramento GT Cup con ben sedici vetture, soprattutto per le Ferrari Challenge EVO che saranno poi protagoniste delle Finali Mondiali Ferrari proprio in “casa” al Mugello.

Tsunami invece farà “debuttare” Giammarco Levorato, il giovane pilota impegnato nel Porsche Carrera Cup Italia. Questa sarà un’ulteriore esperienza per fare chilometri e “stare” in macchina, dovrà scoprire gli pneumatici Pirelli visto che nel monomarca tedesco “usa” le Michelin.

Formula Racing-AF Corse arriva con Christian Brunsborg, la Kessel Racing porta tre vetture, una per l’olandese Fons Scheltema, la coppia Rosi-Fausti e Jackson-Hollings.

Best Lap, “mette” in macchina la coppia Pitorri-Simonelli oltre alla Huracan di Mugelli-Pegoraro. Presenti Berton-Riva con la Porsche di Krypton, Risitano con De Marchi con la Ferrari di SR&R.

Presente la lady Linossi con Vebster con la 488 Challenge EVO di Easy Race. FFF Racing porta una Lamborghini Super Trofeo per Luciano e Donovan Privitello.

Seconda Porsche per Krypton per La Mazza-Nicolosi.

Raddoppia l’impegno di RS Racing che porta una Challenge per Sartigen-Lopez.

Seconda Porsche per Tsunami per Carlo e Lino Curti, mentre Formula Racing-AF Corse schiera Van Der Vorm in coppia con Michele Rugolo.

Sempre presenti Barri-Dionisio con la Huracan del Team Italia.

Uno schieramento importante che riempirà il tracciato toscano che per questa occasione vedrà la tribuna centrale aperta al pubblico per il 75%.

Il grande equilibrio della serie ha portato nuovamente tutti i piloti a giocarsi il titolo all’ultima gara, nonostante ciò alla serie “veloce” potrebbero aggiungersi ulteriori appuntamenti, magari due round e soprattutto eliminando il gioco degli scarti che comunque mette quel pepe in più.

Una stagione al “sole” per la serie Sprint che si conferma di altissimo livello, lo spettacolo fino ad ora non è mancato e la pista toscana offre sempre una marcia in più.

Questa volta il Mugello sarà diverso, dopo tanti anni non ci sarà Riccardo Benvenuti a darci il benvenuto al nostro arrivo. Una mancanza che si farà sentire, speriamo che la Sala Stampa venga a lui dedicata, per tributare un omaggio ad una grande persona.

Lo spettacolo deve andare avanti, come recitava la canzone dei Queen di Freddy Mercury: "The Show must go on".

La tappa del Mugello del GT Italiano Sprint sarà visibile in diretta su Motorsport.com

condivisioni
commenti
Il Mugello riapre al pubblico per l'ACI Weekend dell'8-10 ottobre

Articolo precedente

Il Mugello riapre al pubblico per l'ACI Weekend dell'8-10 ottobre

Prossimo Articolo

GT Italiano: Linossi al Mugello per l'assalto al titolo GT Cup

GT Italiano: Linossi al Mugello per l'assalto al titolo GT Cup
Carica commenti