GT Italiano: a Misano cambio format di Qualifica e volti nuovi

Si prospetta molto frizzante il secondo appuntamento del GT Sprint tricolore che in questo fine settimana si trasferisce in terra o meglio dire in sabbia di Romagna, visto che teatro dell’evento sarà il Marco Simoncelli di Misano Adriatico.

GT Italiano: a Misano cambio format di Qualifica e volti nuovi

Ma iniziamo con le novità che riguardano sia il format delle qualifiche sia qualche equipaggio.

A Misano ci saranno 35 vetture al via, diciotto GT3, dieci GT Cup e sette GT4.

Come successo negli anni passati, gestire il traffico in qualifica è abbastanza impegnativo, soprattutto quando si trovano vetture con prestazioni inferiori e visto che tutti devono fare la propria qualifica, si è deciso di tornare al format già collaudato.

Le libere si svolgeranno regolarmente con tutti gli equipaggi in pista, mentre per le qualifiche la cosa cambia, andiamo a vedere nel dettaglio.

Le qualifiche prenderanno il via al sabato con le sole GT3 in pista dalle 10.00 alle 10.10, a seguire GT Cup e GT4 sempre con dieci minuti. Dieci minuti di pausa e poi ancora GT3 e GT Cup e GT4 a seguire.

Ci sarà poco tempo per pensare e soprattutto la ricerca del miglior tempo sarà veramente tirata.

Tra le altre news c’è sicuramente l’arrivo di Daniele Di Amato RS Racing, che correrà da solo, mentre per quanto riguarda l’Endurance sarà affiancato da Vezzoni.

Debutto in GT3 per Simone Iacone e Sascha Tempesta con la Huracan di Vincenzo Sospiri, per loro c’è già stato un test a Vallelunga, oltre a quello già effettuato con Imperiale.

La Kessel Racing conferma le due vetture, la “solita” per DOC Earle e l’altra per Murat Cuhadaroglu e per David Fumanelli, quest’ultimo già apprezzato nel Porsche Carrera Cup Italia.

Novità in casa Imperiale Racing, accanto a Llarena ci sarà l’inglese Stuart Middleton che ha ben figurato a Pergusa con ottime doti velocistiche.

Novità anche in casa Nova Race, mentre si consolida la coppia Guidetti-De Luca, sul secondo esemplare ci sarà il confermato Erwin Zanotti e per la prima volta Jorge Cazebas Catalán.

Il pilota di Malaga non è a digiuno con le ruote coperte, visto che partecipato a eventi internazionale, nel 2019 nel GT4 European Serie (PRO-AM), lo scorso anno nella Silver Cup e nel GT World Challenge Endurance Cup.

Sempre in casa Nova Race, Enrico Garbelli sostituisce Andrea Gagliardini.

Novità anche in GT Cup, nella serie tricolore approda il Team FFF che si presenta con una Lamborghini Super Trofeo Evo per il gentleman Luciano Privitello che usualmente divide la vettura con il figlio Donovan.

I due hanno vinto, proprio lo scorso weekend al Paul Ricard nell’ambito del Lamborghini Super Trofeo.

C’è il ritorno di Riccardo Pera al volante della Cayman di Ebimotors co al fianco di Mattia Di Giusto, Toni Vilander torna con Simon Mann dopo lo start a Monza al posto di Cressoni, causa una concomitanza e concomitanza anche per Carrie Schreiner che viene sostituita da Antonio Fuoco che dividerà il volante con Sean Hudspeth.

Sarà una bella battaglia, con ben trentacinque equipaggi al via la pista sarà piuttosto affollata e la classifica corta non permette sbagli.

condivisioni
commenti
GT Italiano: buona la prima endurance per LP Racing a Pergusa

Articolo precedente

GT Italiano: buona la prima endurance per LP Racing a Pergusa

Prossimo Articolo

Francesca Linossi a Misano per l'assalto al GT Italiano Sprint

Francesca Linossi a Misano per l'assalto al GT Italiano Sprint
Carica commenti