Formula 1 MotoGP
18 set
FP4 in
00 Ore
:
50 Minuti
:
44 Secondi
WRC WSBK
04 set
Evento concluso
Formula E WEC
12 nov
Prossimo evento tra
53 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
25 set
Prossimo evento tra
5 giorni
GT World Challenge Europe Endurance

GT Endurance: Imola è un dominio di Ferrari AF Corse

condivisioni
commenti
GT Endurance: Imola è un dominio di Ferrari AF Corse
Di:

Fuoco-Rovera-Roda sono imprendibili con la 488 battendo gli ottimi Schandorff-Kroes-Tujula sulla Lamborghini di VSR. Podio per la Ferrari di Easy Race (vincente in Pro-Am) davanti alla BMW. Male Audi e Mercedes, in GT4 è festa per Ebimotors con la Porsche di De Castro-Gnemmi-Pera.

Clima di partenza molto caldo, squadre che vogliono confermare la vetta della classifica e altre che vogliono guadagnare posizioni. Scongiurato l’acquazzone che si è manifestato nella notte e “leggermente” in mattinata, si iniziano a fare le strategie in ottica campionato, visto che la gara di Imola è il giro di boa della serie di durata.

Una prima fila che vede Alessio Rovera partire al palo, accanto a lui la verde Huracan di Kikko Galbiati che dimostra ancora una volta le sue doti velocistiche. Dietro, in terza posizione, la BMW con al volante il veterano Comandini e la Ferrari di Michelotto (Easy Race), Postiglione si ritrova accanto Di Amato.

Al semaforo verde scatta bene Rovera, Galbiati tiene secondo davanti a Comandini, Michelotto e Di Amato. In GT4 Riccitelli comanda davanti a Pera e Magnoni. Pera si fa sotto a Riccitelli facendo i fari, prova a forzare alla Tosa e passa alla Piratella.

Grande staccata di Michelotto all’ingresso della Rivazza e passa su Comandini, prova ad infilarsi Di Amato ma nulla da fare. Lotta Comandini-Di Amato in variante Alta, ma Kroes passa Di Amato alla Rivazza al terzo giro.

Rovera allunga, giro veloce in 1’42”887 e porta il vantaggio su Galbiati che si scompone in uscita in variante alta, sbatte sul posteriore perdendo l’ala posteriore, alla frenata della Rivazza esce in sabbia e Safety Car in pista. Riparte la gara al settimo passaggio e la gara riparte, tutto da ricostruire per Rovera. Ottima ripartenza per il pilota di Af Corse, Kroes e Di Amato iniziano a pressare Comandini, mentre Postiglione si accoda al trenino davanti a lui.

Spettacolare Alessio Rovera che dopo la ripartenza dalla Safety Car ha inanellato giri veloci che lo portano al dodicesimo passaggio, ad avere 4”171 su un ottimo Mattia Michelotto. Lotta molto “maschia” tra Kroes e Comandini, il pilota Lambo passa e poi al giro successivo è la volta di Di Amato che attacca e passa alla Rivazza 1. Al 14° altro giro veloce di Rovera con 1’42”461 e va a 5”5. Pera comanda la GT4 agevolmente con circa sei secondi su Riccitelli, con Di Giusto, Manassero e Magnoni che chiudono la classifica.

Rovera non si “regola” e continua a spingere e porta il vantaggio a 10”526. Nel corso del 21° passaggio problema per Kroes con il cofano anteriore che si sgancia parzialmente, agevolando il sorpasso di Di Amato che conquista la terza piazza. Alla fine del 23° Postiglione comincia ad insistere sulla M6 di Comandini mentre Di Amato passa Michelotto alla Piratella. Aghakhani attacca Hites e Cressoni segue in modo più “maschio” e prende la settima posizione assoluta. L’americano si riprende la posizione su Cressoni alla Variante Alta al 30° e prova su Hites che resiste.

Nel corso del 32° passaggio si apre la finestra dei cambi, il primo ad entrare sono Hites, Venerosi e Aghakhani. Poi Manassero che lascia a Formenti, mentre Michelotto lascia la 488 GT3 a Greco, Comandini per Zug e Rovera continua. Al 35° entra Postiglione, per Mancinelli che dichiara di aver avuto problemi in frenata, oltre al fatto di non essere riuscito a mandare in temperatura gli pneumatici.

Entra Rovera che lascia a Roda in dote tredici secondi. Pulcini con la Huracan attacca la BMW di Zug e passa, conquistando la quarta posizione. Testacoda di Peter Mann alla Tosa e riprende. Roda continua lo splendido lavoro fatto da Rovera e comanda la gara dopo 1’42” con un vantaggio di 22”057. In GT4 dopo i cambi, continua a comandare la classifica con la Cayman davanti a Marchi, Zarpellon e Formenti.

Greco prende il ritmo al 42° e mette nel mirino Vezzoni. Al 42° problema per la Linossi che in uscita dal Tamburello va sul cordolo e danneggia l’estrattore. Al 45° Greco senza prendere rischi, passa Vezzoni alla Piratella e sale secondo, mentre la Linossi entra ai box per il problema all’estrattore e si ributta in pista. Roda continua lo splendido lavoro di Rovera e comanda la gara con 25” di vantaggio su Greco e terzo Vezzoni.

Bene Alfred Renauer che fa cantare la R con 1’42”900, consolidando la terza posizione in PRO-AM. Al 54° Tujula si avvicina a Mancinelli che potrebbe soffrire degli stessi problemi di Postiglione. Tujula va in scia, attacca Mancinelli al Tamburello, prende la settima posizione. Pulcini con la Huracan lampeggia a Vezzoni e passa alla grande di forza all’esterno della Tosa. Al 58° entra la Linossi per la foratura della posteriore destra, forse una conseguenza del problema all’estrattore, con Vezzoni lungo al Tamburello e riesce a rientrare.

Ottimo passo di Alfred Renauer che sale quarto assoluto e secondo di PRO-AM. Penalità pesante per Neri per aver infranto il regolamento 17.1 A (Pit Stop). Al 61° ancora Pit per la Linossi per il solito problema alla posteriore destra, poi riparte. Nel corso del 64° passaggio si apre la finestra per l’ultimo cambio, entra Vezzoni, Baccani che lascia a Pera e Roda lascia a Fuoco. Greco lascia a Hudspeth, la Linossi per Ferrari e Mann per Cressoni.

Dopo l’ultimo cambio Fuoco è davanti a Hudspeth di 21”2 con uno slargo di Ferrari sulla Mercedes che riesce a rientrare. Prosegue la cavalcata di Fuoco che al 75° passaggio conta un vantaggio di 27”1. Continuano i problemi in casa Audi, anche nel terzo stint con Agostini, che sembrano non riuscire a mandare in temperatura gli pneumatici, cosa che è iniziata durante le prove libere, pregiudicando le qualifiche e la gara ora.

A 40’ dalla fine arriva una penalità per i leader della gara che alla fine dovranno pagare 10” di penalità per “Wrong Stop in Fast Lane”. Ottimo il recupero del canadese Spengler che sale quarto e terzo di PRO. In GT4 comanda De Castro davanti a Guerra e De Amicis. Ottima la gara di Schandorff che nonostante un Pit Stop in più è terzo assoluto e secondo di PRO.

A trenta minuti dalla fine, Fuoco (AF Corse PRO) comanda 34”817 su Hudspeth (Easy Race-PRO-AM) e terza posizione Schandorff (PRO). Nel finale Di Amato si avvicina a Giammaria, con il pilota della Huracan che insiste sugli scarichi della Ferrari di Easy Race e passa al tamburello nel corso del 89° giro. Grande Antonio Fuoco che con uno stint da qualifica sigla il giro veloce della gara al giro 85 con 1’42”449.

Di Amato passa in staccata Giammaria alla Rivazza (forse Vezzoni si era sbagliato con i problemi ai freni). A 18’ dalla fine, si ritira la Mercedes di Ferrari che dopo l’uscita sul cordolo, durante il secondo stint non è ritornata in “forma”. Successo per Fuoco-Rovera-Roda, costruito con un primo stint spettacolare di Alessio Rovera, continuato da Roda e completata dal “martello” Fuoco.

Una vittoria mai messa in discussione, fin dalle prove libere le Ferrari sono sembrate imprendibili, confermando l’ottimo feeling con il tracciato imolese. Seconda posizione Schandorff-Kroes-Tujula con la Huracan del VSR e terza la Ferrari di Easy Race con Hudspeth-Michelotto-Greco, il giovane equipaggio è stato perfetto.

In GT4 successo per De Castro-Gnemmi-Pera con la Cayman davanti a Magnoni-Zarpellon con la Mercedes Gt4 (NOVA RACE) e terza posizione per Guerra-Riccitelli-Neri, nonostante la penalità.

In GT3 PRO, vittoria per Fuoco-Roda-Rovera davanti a Kroes-Tujula-Schandorff e terza per Spengler-Comandini-Zug.

In GT3 PRO-AM vittoria per Hudspeth-Michelotto-Greco davanti a Di Amato-Vezzoni e terza per l’equipaggio della Herbert Motorsport Alfred Renauer-Ralf Bohn.

In GT4 AM, vittoria per Magnini-Zarpellon davanti a Di Giusto-Marchi e terza piazza per Minella-Formenti-Manassero.

GT ITALIANO ENDURANCE - Imola: Gara

Scorrimento
Lista

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3
1/30

Foto di: ACI Sport

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse
2/30

Foto di: ACI Sport

Francesco Guerra, Nicola Neri, Simone Riccitelli, BMW M4 GT4, BMW Team Italia

Francesco Guerra, Nicola Neri, Simone Riccitelli, BMW M4 GT4, BMW Team Italia
3/30

Foto di: ACI Sport

Paolo Gnemmi, Sabino M. De Castro, Riccardo Pera, Porsche Cayman GT4, Ebimotors

Paolo Gnemmi, Sabino M. De Castro, Riccardo Pera, Porsche Cayman GT4, Ebimotors
4/30

Foto di: ACI Sport

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse
5/30

Foto di: ACI Sport

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS
6/30

Foto di: ACI Sport

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R
7/30

Foto di: ACI Sport

Danny Kroes, Frederik Schandorff, Tuomas Tujula, Lamborghini Huracan GT3 EVO, Vincenzo Sospiri Racing

 Danny Kroes, Frederik Schandorff, Tuomas Tujula, Lamborghini Huracan GT3 EVO, Vincenzo Sospiri Racing
8/30

Foto di: ACI Sport

Alberto De Amicis, Mattia Di Giusto, Andrea Marchi, Ebimotors, Porsche 718 Cayman GT4

Alberto De Amicis, Mattia Di Giusto, Andrea Marchi, Ebimotors, Porsche 718 Cayman GT4
9/30

Foto di: ACI Sport

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS
10/30

Foto di: ACI Sport

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse
11/30

Foto di: ACI Sport

Francesco Guerra, Nicola Neri, Simone Riccitelli, BMW M4 GT4, BMW Team Italia

Francesco Guerra, Nicola Neri, Simone Riccitelli, BMW M4 GT4, BMW Team Italia
12/30

Foto di: ACI Sport

Francesca Linossi, Lorenzo Ferrari, Benjamin Hites, AKM Motorsport, Mercedes AMG GT3

Francesca Linossi, Lorenzo Ferrari, Benjamin Hites, AKM Motorsport, Mercedes AMG GT3
13/30

Foto di: ACI Sport

Hudspeth Sean, Michelotto Mattia, Greco Matteo, Ferrari 458 Italia #3, Easy Race

Hudspeth Sean, Michelotto Mattia, Greco Matteo, Ferrari 458 Italia #3, Easy Race
14/30

Foto di: ACI Sport

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse

Giorgio Roda, Alessio Rovera, Antonio Fuoco, Ferrari 488 GT3, AF Corse
15/30

Foto di: ACI Sport

Kikko Galbiati, Venturini Giovanni, Alex Frassinati, Lamborghini Huracan GT3 Evo, Imperiale Racing

Kikko Galbiati, Venturini Giovanni, Alex Frassinati, Lamborghini Huracan GT3 Evo, Imperiale Racing
16/30

Foto di: ACI Sport

Kikko Galbiati, Venturini Giovanni, Alex Frassinati, Lamborghini Huracan GT3 Evo, Imperiale Racing

Kikko Galbiati, Venturini Giovanni, Alex Frassinati, Lamborghini Huracan GT3 Evo, Imperiale Racing
17/30

Foto di: ACI Sport

Luca Magnoni, Tobia Zarpellon, Nova Race Events, Mercedes AMG GT4

Luca Magnoni, Tobia Zarpellon, Nova Race Events, Mercedes AMG GT4
18/30

Foto di: ACI Sport

Mario Minella, Claudio Formenti, Filippo Manassero, Nova Race Event, Mercedes AMG GT4

Mario Minella, Claudio Formenti, Filippo Manassero, Nova Race Event, Mercedes AMG GT4
19/30

Foto di: ACI Sport

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3
20/30

Foto di: ACI Sport

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R
21/30

Foto di: ACI Sport

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R

Robert Renauer, Daniel Allemann, Precote Herbert Motorsport, Porsche 911 GT3 R
22/30

Foto di: ACI Sport

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3
23/30

Foto di: ACI Sport

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3

Simon Mann, Matteo Cressoni, AF Corse, Ferrari 488 GT3
24/30

Foto di: ACI Sport

Paolo Gnemmi, Sabino M. De Castro, Riccardo Pera, Porsche Cayman GT4, Ebimotors

Paolo Gnemmi, Sabino M. De Castro, Riccardo Pera, Porsche Cayman GT4, Ebimotors
25/30

Foto di: ACI Sport

Venerosi P.Paolo, Baccani R.Alessandro, Pera Riccardo, Porsche, Ebimotors

Venerosi P.Paolo, Baccani R.Alessandro, Pera Riccardo, Porsche, Ebimotors
26/30

Foto di: ACI Sport

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3
27/30

Foto di: ACI Sport

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS

Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione, Audi Sport Italia, AUDI R8 LMS
28/30

Foto di: ACI Sport

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3
29/30

Foto di: ACI Sport

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3

Daniele Di Amato, Alessandro Vezzoni, RS Racing, Ferrari 488 GT3
30/30

Foto di: ACI Sport

GT Endurance: Ferrari in pole con AF Corse ad Imola

Articolo precedente

GT Endurance: Ferrari in pole con AF Corse ad Imola

Prossimo Articolo

GT Endurance, Linossi: "Weekend di Imola da dimenticare"

GT Endurance, Linossi: "Weekend di Imola da dimenticare"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie GT , GT Italiano
Evento Endurance: Imola
Location Imola
Piloti Antonio Fuoco , Alessio Rovera
Team Easy Race Team , AF Corse
Autore Stefano Reali