Griglia quasi al completo per il GT Italiano: l'ultimo colpo è Tréluyer?

A fine aprile scatterà il Campionato Italiano Gran Turismo. Il primo appuntamento sarà a Imola e la griglia di partenza è in fase di completamento. Potrebbero esserci grosse sorprese al via come il pluri vincitore della Sarthe.

Griglia quasi al completo per il GT Italiano: l'ultimo colpo è Tréluyer?
Aston Martin Vantage GT3 #7, Sini-Mugelli, Solaris Motorsport
Azione di gara
Azione di gara
Azione di gara
Azione di gara
Azione di gara
Azione di gara
Ferrari 458 Italia-GT3 #60, Marco Galassi, Team Malucelli

Il Campionato Italiano Gran Turismo è alle porte e a fine aprile si consumerà il primo appuntamento all’Enzo e Dino Ferrari di Imola. Chiaramente, a oggi, ci sono da chiudere alcuni accordi e il format di gara è ancora da definire, in base al numero di vetture presenti Aci Sport deciderà se dividere le classi o accorparle tutte assieme.

Super GT3

 

Andiamo per gradi. nella classe regina, la Super GT3, è confermata la coppia Gai-Venturi che difenderà il titolo 2016 a bordo della 488 GT3 del Team Black Bull Swiss Racing Team. In caccia del titolo invece troviamo un folto gruppo di pretendenti, a cominciare dalla coppia Melo-Schirò (Ferrari Easy Race), confermata un’altra rossa che correrà sotto i colori della Scuderia Baldini. Per la squadra romana si parla di Eddie Cheever (Campione GT3 2016) che potrebbe essere affiancato da Matteo Malucelli per puntare al titolo, notizia ancora da confermare.

In casa Lamborghini ci sono le due Huracan del Team Antonelli Motorsport con Zampieri-Agostini sulla prima, mentre sulla seconda dovrebbe salire Veglia e un compagno da definire. Due Huracan anche per il Team Ombra, una per Frassineti-Beretta mentre l’altra sarà affidata a Gentili-Cassarà che hanno già guidato la vettura di Sant’Agata nell’edizione 2016 della 6H di Roma.

Al via della stagione anche il Team Petri Corse, anche per loro ci sarà una Huracan, affidata a Federico Leo (Campione Gt3 2016) che ha già partecipato allo shakedown durante i test di Monza. Accanto al pilota milanese ci sarà Bar Baruck che lo scorso anno si è classificato in quinta posizione in Super Gt Cup con la lambo del team di Vincenzo Sospiri. Confermata la BMW M6 del Team di Roberto Ravaglia e i piloti 2016, Stefano Comandini e Alberto Cerqui che nella passata stagione si sono aggiudicati Gara 1 a Misano. Per loro c’è stato un primo assaggio della stagione proprio a Imola la settimana scorsa, in occasione del vernissage della vettura.

Tra le new entry troviamo la Mercedes SLS Gt3 del Team Krypton Motorsport, affidata alla coppia Pezzucchi-Pastorelli. Voci non confermate indicano in Ghirelli-Tréluyer la coppia a bordo dell’Audi R8 di Audi Sport Italia. A questo elenco potrebbe aggiungersi un’altra Ferrari 488 GT3 per un gentleman giapponese, potrebbe trattarsi di Motoaki Ishikawa un ottimo gentleman da anni in orbita AF Corse, compagno da definire.

GT3

 

In GT3 prevista la BMW Z4 con Stefano Valli alla guida e un compagno da definire, ad affiancare la vettura tedesca, una distesa di Ferrari 458. A schierare le vetture di Maranello potrebbero essere, Team Malucelli, Easy Race, MP1 Corse, Baldini e Style F. Tra i piloti sembra confermato Nicola Benucci che rientra nel Gt Italiano, mentre il compagno è da definire (con MP1).

Presenti e confermati in pista con la Porsche R, Baccani-Venerosi che dovranno vedersela con la Corvette affidata a Roberto Del Castello e Albert Colajanni.

Super GT Cup

 

In Super GT Cup invece potrebbe arrivare di tutto e di più, nel senso che sarà un gruppo molto nutrito di partecipanti. Anche qui iniziamo per gradi. Antonelli Motorsport potrebbe schierare tre Huracan, tra i palpabili Kasai che potrebbe essere affiancato da un pilota polacco.

Tra i piloti che potrebbero salire, ci sono i nomi di Deodati, Negra, Alessandri, Sartori e Omar Galbiati. Mantovani potrebbe entrare nel gruppo, sempre a bordo di una Huracan ma "altrove". Al via con il Team Antonelli il debuttante Perolini, il giovane pilota è al debutto assoluto nel Motorsport dopo alcuni test svolti sempre con il team bolognese.

A mezzo servizio Kikko Galbiati che sarà impegnato in un programma da ufficializzare. Remote le speranze di Ermanno Dioniso che sembra orientato verso il TCR. Due Huracan potrebbero arrivare dal Team Imperiale, una per i Campioni Gt Cup 2016 De Marchi-Benvenuti.

Altre due vetture potrebbero invece arrivare per Petri Corse e Bonaldi. Non dovrebbero mancare le venture di Vincenzo Sospiri, Campione con Nicolas Costa la passata stagione. Il Team forlivese dovrebbe schierare due vetture con due nuovi piloti e due da definire. Vincenzo porterà sicuramente qualche talento, la passata stagione ha portato il giovane giapponese Nemoto che a ben figurato con Nicolas Costa.

GT Cup

 

Per ultima, ma non per importanza, la GT Cup. Confermata la presenza di Sossio Del Prete con Dario Caso con la Ferrari Challenge EVO, stessa macchina per Leonardo Baccarelli che almeno per Imola sarà in macchina da solo.

Come da regolamento, in questa stagione possono essere iscritte le Mitjet equipaggiate con il motore da 3.5l, si tratta delle vetture evolute che corrono in Francia e a metterla in pista sarà il team Malucelli. Anche il Team Siliprandi potrebbe scendere in pista, qui chiaramente si parla di GT4 e il pilota in oggetto è Pisani con Zerbi al suo fianco.

Coppa Cayman in forse

In forse la Coppa Cayman: dopo il debutto nella passata stagione, l’avventura sembra terminata. Tra i piloti che hanno partecipato al Trofeo, l’unico rimasto sembra Sabino de Castro che sta valutando di prendere il via nelle prime due tappe della stagione, il toscano Mercatali al 90% torna nel Carrera Cup Italia.

L’unica vettura rimasta sembra quella di Ebimotors, affidata a Tommy Maino parteciperà alla serie elvetica. Peccato per la “piccola” di Stoccarda che poteva ben figurare in Classe GT4, a tal proposito sarebbe stato necessario un Kit di trasformazione dal costo di trentamila euro. Nel pacchetto è compreso uno step di alleggerimento che comprende anche cerchi più grandi. Di carne al fuoco ce n’è molta e di "potrebbe" anche, del resto tutti, si sono ridotti all’ultimo momento, causa conteggi dei budget a disposizione.

Quello che non manca sono le vetture e secondo le previsioni lo schieramento di partenza dovrebbe essere molto nutrito. Ovviamente, tutto sarà definito a Imola durante le prove libere o meglio alla prima stesura dell’elenco dei verificati, poiché saranno loro al via nel primo Round della XV stagione del Campionato Italiano Gran Turismo.

Articolo di Stefano Reali

condivisioni
commenti
Il BMW Team Italia conferma il suo impegno nel GT Italiano
Articolo precedente

Il BMW Team Italia conferma il suo impegno nel GT Italiano

Prossimo Articolo

La Antonelli Motorsport svela i suoi equipaggi per il GT Italiano

La Antonelli Motorsport svela i suoi equipaggi per il GT Italiano
Carica commenti