Ecco i montepremi ACI Sport per la stagione 2022

La Giunta Sportiva ACI ha approvato la nuova ripartizione del budget destinato a ciascuna serie sportiva e attività della Federazione. Rafforzato il supporto alla Scuola Federale ACI Sport ed alle categorie giovanili, ecco i premi per i rallisti e il GT.

Ecco i montepremi ACI Sport per la stagione 2022
Carica lettore audio

La Federazione Automobilistica Italiana conferma uno sforzo economico consistente anche per la stagione sportiva 2022.

Dalla Giunta Sportiva ACI, riunitasi lo scorso martedì 8 febbraio, è arrivata l’approvazione del nuovo budget destinato da ACI Sport per parte dell’organizzazione e promozione del motorsport italiano.

L’ammontare complessivo della cifra è di € 1.839.473, suddivisi in maggioranza tra Premi ai Piloti e supporto alla Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”, oltre ad un contributo a copertura del Funzionamento della Federazione e dei Campionati organizzati dalle Delegazioni Regionali.

Ciò è reso possibile anche grazie al supporto destinato dal CONI alle varie Federazione, attraverso Sport e Salute, che riconosce ad ACI per le attività sportive 2022 un contributo di € 1.173.473,00.

Nella ripartizione delle somme si evidenzia un segnale concreto che ACI Sport lancia nei confronti dei giovani. Quasi metà del budget infatti viene destinato alle attività dell’Università dell’Automobilismo, che rappresenta sicuramente un riferimento internazionale in quanto a preparazione e formazione di nuovi piloti.

Anche per quanto riguarda i montepremi dei campionati, l’altra grande componente del budget, c’è stata un’attenzione particolare da parte delle Commissioni ACI Sport di settore, che propongono le singole ripartizioni dei premi, nel destinare somme riservate alle categorie giovanili. Il tutto in ottica di sostegno e rafforzamento dei programmi dedicati agli “under”.

Di seguito i dettagli della ripartizione per i montepremi e le attività:

- Montepremi piloti: € 886.000,00

- Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”: € 800.000,00

- Campionati organizzati dai Delegati Regionali: € 50.000,00

- Funzionamento della Federazione: € 103.473,00

CIR: ufficiali le somme che verranno riconosciute dalla Federazione ai vincitori

Una spinta vigorosa al settore rally è arrivata, puntuale, direttamente dalla Giunta Sportiva ACI, riunitasi lo scorso martedì 8 febbraio. Sono stati approvati i nuovi montepremi per ciascuna disciplina automobilistica per la stagione 2022, con tante buone notizie sia per i campionati italiani che per la Coppa del settore rally, proposto dalla Commissione Rally ACI Sport e avallato dalla Direzione Sportiva Automobilistica di ACI. Il budget complessivo stanziato dalla Federazione per le serie rally è aumentato considerevolmente e supererà la quota complessiva di 480.000 euro.

Ai montepremi stanziati da ACI Sport si aggiungeranno quelli riconosciuti dai diversi promoter e costruttori in ciascuna serie. Una componente sicuramente fondamentale, ancora in via di definizione, che aiuterà a far crescere ulteriormente i montepremi complessivi in palio per il 2022.

Gli aumenti più significativi riguardano i montepremi, più che raddoppiati rispetto al 2021, per il Campionato Italiano Rally Asfalto (ex CIWRC) ed il Campionato Italiano Rally Terra. A questi si aggiunge un aumento consistente di 20.000 euro complessivi, per il Campionato Italiano Rally Promozione (ex CIRA).

Arriva in più un segnale importante per dare continuità al sostegno che la Federazione vuole riconoscere ai giovani più meritevoli. In quest’ottica, ACI Sport mette in palio nuovi premi riservati agli Under 25 nelle categorie Due Ruote Motrici nel CIRP, nel CIRA e nel CIRT. Questi riconoscimenti si affiancano a quelli già stanziati per il CIAR Junior, che si aggiudicherà un programma nel FIA ERC e l’Under 25 Due Ruote Motrici nella Finale Nazionale ACI Sport Coppa Italia Rally così da offrire un premio al miglior giovane talento di ogni serie.

Confermati quindi i montepremi per il vincitore del CIAR e per la CRZ. Ritocco in eccesso al CIAR Due Ruote Motrici.

Di seguito i dettagli*:

CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO RALLY SPARCO 2022

· € 40.000,00 per il 1° classificato del CIAR Sparco

· € 75.000,00 per il 1° classificato del CIAR Junior Sparco, subordinati alla partecipazione al FIA European Rally Championship 2023

CAMPIONATO ITALIANO RALLY PROMOZIONE 2022

· € 80.000,00 per il CIRP

(così ripartiti: € 40.000 al 1° classificato, € 25.000 al 2° classificato, € 15.000 al 3° classificato)

· € 40.000,00 per il CIRP Due Ruote Motrici

(così ripartiti: € 25.000 al 1° classificato, € 10.000 al 2° classificato, € 5.000 al 3° classificato)

· € 15.000,00 per il 1° classificato nel CIRP Due Ruote Motrici Under 25, premio subordinato alla partecipazione al CIAR Junior 2023

CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA 2022

· € 35.000,00 per il CIRT

(così ripartiti: € 20.000 al 1° classificato, € 10.000 al 2° classificato, € 5.000 al 3° classificato)

· € 15.000,00 per il 1° classificato nel CIRT Under 25 Due Ruote Motrici, premio subordinato alla partecipazione al CIAR Junior 2023

CAMPIONATO ITALIANO RALLY ASFALTO 2022

· € 35.000,00 per il CIRA

(così ripartiti: € 20.000 al 1° classificato, € 10.000 al 2° classificato, € 5.000 al 3° classificato)

· € 15.000,00 per il 1° classificato nel CIRA Under 25 Due Ruote Motrici, premio subordinato alla partecipazione al CIAR Junior 2023

FINALE NAZIONALE COPPA ITALIA RALLY ACI SPORT 2022

· € 10.000,00 per il vincitore della Finale Nazionale ACI Sport Coppa Italia Rally

· € 20.000,00 per il vincitore della Finale Nazionale ACI Sport Coppa Italia Rally Under 25 Due Ruote Motrici, premio subordinato alla partecipazione al CIAR Junior 2023

· € 2.000,00 a ciascun vincitore di classe nella Finale Nazionale ACI Sport Coppa Italia Rally

· € 2.000,00 alla vincitrice della categoria Femminile ed al vincitore della categoria over 55 nella Finale Nazionale ACI Sport Coppa Italia Rally

* NOTA: Per tutti i premi del CIAR Sparco, se il vincitore è inserito nel progetto ACI TEAM ITALIA l'importo del premio è dimezzato.

GT ITALIANO

Per la 20^ edizione del Campionato Italiano Gran Turismo sono confermate le due Serie Sprint ed Endurance, con la novità della durata di quest'ultima ridotta da tre a due ore. Ecco il format della stagione, il calendario e la ripartizione dei 140 mila euro messi in palio dalla Federazione a favore dei piloti.
Image

E’ stato approvato dalla Giunta Sportiva nella sessione dello scorso 8 febbraio il Regolamento Sportivo delle due serie SPRINT ed ENDURANCE del Campionato Italiano Gran Turismo 2022, giunto alla sua 20^ edizione.

Formula vincente non si cambia e, pertanto, entrambe le serie ricalcano le ultime edizioni, con l’unica eccezione per la durata delle 4 gare della serie Endurance che da tre ore scende a due. Tra le conferme della stagione 2022 spicca il montepremi di 140 mila euro che la Federazione ACI SPORT, su proposta della Commissione Velocità in Circuito Aci Sport e l’avvallo della Direzione Sportiva Automobilistica ACI, ha deliberato di assegnare alle due serie con la seguente ripartizione:

Serie SPRINT: Totale Montepremi € 70.000

Equipaggio 1° classificato classifica assoluta: € 20.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT3 PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato clasifica GT3 AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT4 PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT Cup PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT Cup AM: € 10.000

Serie ENDURANCE: Totale Montepremi € 70.000

Equipaggio 1° classificato classifica assoluta: € 20.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT3 PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT3 AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT4 PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT Cup PRO-AM: € 10.000

Equipaggio 1° classificato classifica GT Cup AM: € 10.000

Tornando al format del campionato, per ognuna delle due serie saranno assegnati sette Titoli Italiani (GT3, GT3 PRO-AM, GT3 AM, GT Cup PRO-AM, GT Cup AM, GT4 PRO-AM e Costruttori) oltre a tre Coppe Nazionali (Team GT3, Team GT Cup, Team GT4).

Vengono confermati i 4 week end per ognuna delle due serie, con le otto gare della Sprint che manterranno la durata di 50 minuti + 1 giro ed un cambio pilota tra il 21° ed il 31° minuto, mentre le quattro dell’Endurance, a cui possono prendere parte equipaggi composti da due o tre piloti, saranno ridotte a due ore con due cambi tra il 30° ed il 50° minuto e tra il 70° e il 90° minuto.

Per l’assegnazione dei titolin, nella Sprint saranno considerati i migliori sette risultati sulle otto gare disputate (nelle ultime edizioni gli scarti erano due), mentre nell’Endurance sono confermati i migliori tre risultati sulle quattro gare in programma.

Per quanto riguarda la categorizzazione dei piloti, alle classi GT3 e GT Cup saranno ammessi equipaggi PRO, PRO-AM e AM, mentre per la GT4 gli equipaggi saranno solo PRO-AM, con possibilità da parte di Aci Sport di monitorare le prestazione dei piloti “Bronze” a cui potranno essere affibiati handicap tempo (fino a 20” nello Sprint e fino a 30” nell’Endurance) in caso di prestazioni superiori rispetto alla propria categorizzazione.

Immutate, invece, le sessioni di prove ufficiali, con due turni per lo Sprint e tre per l’Endurance di 15 minuti ciascuno, preceduti da due o tre turni di prove libere per un totale di 120 minuti, così come l’attibuzione del punteggio (20- 15-12-7-6-5-4-3-2-1) per i primi 10 classificati e l’handicap tempo che è confermato in 15-10-5 secondi per lo Sprint e 20-15-10 secondi per l’Endurance.

condivisioni
commenti
GT Italiano | Krypton pronta a fare scintille nel 2022
Articolo precedente

GT Italiano | Krypton pronta a fare scintille nel 2022

Prossimo Articolo

GT Italiano | Team Italy con due Lamborghini per Barri-Dionisio

GT Italiano | Team Italy con due Lamborghini per Barri-Dionisio