Casillo si impone in gara 2, ma Tommasin è campione

Casillo si impone in gara 2, ma Tommasin è campione

Il quinto posto gli è bastato per avere la meglio su Gnemmi per appena 5 punti

Cala il sipario sull’edizione 2015 della Green Hybrid Cup, il trofeo monomarca organizzato da BRC Gas Equipment, riservato alle Kia Venga 1.6 con l’esclusiva alimentazione ibrida a GPL. Sul circuito Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari sono andati in scena gli ultimi due atti della serie tricolore, che ha consacrato Giulio Tommasin Campione Italiano Energie Alternative.

Nel segno della continuità, un altro giovane scrive il proprio nome nell’albo d’oro del Campionato, dopo i trionfi di Viberti, Brena e Torelli. Se si esclude la vittoria di Jimmy Ghione nel 2012, la Green Hybrid Cup si conferma in questo modo fucina di nuovi talenti nelle ruote coperte.

La sfida del pomeriggio è un susseguirsi di emozioni, con capovolgimenti di fronte e ipotetici conteggi che vedono alternarsi al comando della classifica assoluta prima Tommasin, poi Gnemmi ed infine nuovamente il giovane pilota veneto.

Al via il più veloce è l’esperto Carlo Casillo che, partito dalla seconda fila, beffa prima Biraghi e poi Lombardelli. Greco è subito fuori dai giochi e dopo tre giri Casillo conduce davanti a Lombardelli, Gulizia e Tolfo. Gnemmi, quinto, sa di dover gettare il cuore oltre l’ostacolo e attacca più volte Tolfo che lo precede.

Al quinto giro il pilota lombardo riesce nell’impresa ed è virtualmente al comando della classifica. Ma a questo punto Tommasin tira fuori la propria classe, e si porta nuovamente alle spalle di Gnemmi. All’ultimo giro Gnemmi alza bandiera bianca e viene sopravanzato da Tolfo.

Casillo trionfa davanti a Lombardelli, Tolfo, Gnemmi e Tommasin. Ormai l’attenzione è rivolta al muretto box dove si scatena la festa che consacra Tommasin Campione Italiano davanti a Gnemmi e Lombardelli.

GREEN HYBRID CUP, Varano, 25/10/2015
Classifica gara 21. Carlo Casillo in 22'44"143
2. Jacopo Lombardelli - +1"303
3. Edoardo Tolfo - +3"739
4. Paolo Gnemmi - +4"875
5. Giulio Tommasin - +7"104
6. Giuseppe Gulizia - +8"135
7. Alberto Biraghi - +9"398
8. Paolo Palanti - +13"784
9. Giovanni Costenaro - +17"544
10. Andrea Portatadino - 18"282
11. Andrea Ricca - +38"005
12. Paolo Pirovano - +52"091
13. Jessica Mana - +54"356
14. Matteo Greco - +11 giri
N.P. : Alessandro Thellung

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Green Hybrid Cup
Articolo di tipo Gara