Si conclude positivamente lo shakedown della GP3/16

condivisioni
commenti
Si conclude positivamente lo shakedown della GP3/16
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
03 mar 2016, 16:26

Nonostante l'asfalto bagnato, le sette squadre presenti a Magny-Cours hanno messo insieme la bellezza di 825 tornate del tracciato francese a cavallo delle due giornate.

Jake Huges, DAMS
Nyck de Vries, ART Grand Prix
Nyck de Vries, ART Grand Prix
Giedo van der Garde, Campos Racing
Giuliano Alesi, Trident
Giuliano Alesi, Trident
Akash Nandy, Jenzer Motorsport

Nonostante sia iniziata con la pista ancora bagnata, anche la seconda giornata dello shakedown delle GP3/16 a Magny-Cours ha avuto esito positivo. Proprio come ieri, ognuna delle sette squadre ha potuto fare affidamento su una monoposto a sua disposizione per prendere le misure alla nuova arrivata.

Anche se i piloti hanno dovuto lavorare tutto il giorno con le gomme da bagnato, i riscontri odierni sono stati addirittura migliori di quelli della prima giornata, perché sono state addirittura 502 le tornate messe insieme complessivamente da tutte le sette squadre. Questo vuol dire che il totale della due giorni è arrivato addirittura ad 825.

Numeri importanti a cui hanno collaborato soprattutto la Jenzer Motorsport, che oggi ha toccato quota 68 giri. Nel complesso invece è stata la Campos Racing a brillare con 97 a cavallo tra le due giornate. Inoltre, anche se oggi aveva un valore assolutamente relativo, il più veloce è stato Antonio Fuoco al volante di una vettura della Trident.

"Lo shakedown è andato molto bene, anche meglio di quanto ci aspettassimo, nonostante le condizioni atmosferiche. Se il meteo fosse stato migliore, forse avremmo fatto anche qualche giro in più, ma siamo lieti di aver visto un totale di 825 tornate nei due giorni. Abbiamo riscontrato solo pochi problemi e sappiamo come risolverli prima dei test di Estoril. Lo shakedown quindi ha svolto il suo ruolo, perché ora le squadre sanno come far funzionare la monoposto, quindi nei test di fine mese potranno iniziare a concentrarsi sulle prestazioni" ha detto il direttore tecnico Didier Perrin.

Il prossimo appuntamento per i ragazzini terribili della GP3 è fissato appunto in Portogallo, per una tre giorni di test fissata tra il 22 ed il 24 marzo.

Prossimo articolo GP3
Abu Dhabi, Day 3: Leclerc si rimette davanti

Articolo precedente

Abu Dhabi, Day 3: Leclerc si rimette davanti

Prossimo Articolo

Giuliano Alesi continua in GP3 con la Trident nel 2017

Giuliano Alesi continua in GP3 con la Trident nel 2017
Carica commenti

Su questo articolo

Serie GP3
Evento Shakedown Magny-Cours
Sotto-evento Giovedì
Location Circuit de Nevers Magny-Cours
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie