Piquet, Alesi, Tveter. E' dominio Trident in Gara 2 a Silverstone

condivisioni
commenti
Piquet, Alesi, Tveter. E' dominio Trident in Gara 2 a Silverstone
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
08 lug 2018, 08:02

Tripletta per il team italiano nella seconda gara del weekend con il brasiliano che beffa Alesi al via e conquista il primo successo nella serie. Hubert torna in testa al campionato.

Giuliano Alesi, Trident e Leonardo Pulcini, Campos Racing
Callum Ilott, ART Grand Prix e Ryan Tveter, Trident
Pedro Piquet, Trident and Joey Mawson, Arden International
Nikita Mazepin, ART Grand Prix
Callum Ilott, ART Grand Prix
Diego Menchaca, Campos Racing
Pedro Piquet, Trident
Anthoine Hubert, ART Grand Prix
Nikita Mazepin, ART Grand Prix e Callum Ilott, ART Grand Prix

Dall'amarezza di Spielberg alla gioia di Silverstone. Il team Trident ha vissuto sensazioni decisamente contrastanti in appena una settimana.

Se, infatti, il via di Gara 2 al Red Bull Ring aveva visto Tveter e Alesi entrare subito in contatto e finire fuori dai giochi dopo pochi metri, la partenza della seconda corsa del weekend di Silverstone ha invece visto le monoposto della scuderia italiana monopolizzare il podio con una grande prova di forza.

A conquistare il successo è stato Pedro Piquet. Il brasiliano, debuttante nella categoria, ha indovinato la partenza ed è riuscito a beffare il poleman Alesi prendendo subito il comando delle operazioni, mentre alle sue spalle Boccolacci ha completamente sbagliato il via retrocedendo subito nelle retrovie.

Dell'errore del francese ne ha subito approfittato Pulcini, salito in terza posizione, ma Gara 2 per l'italiano è stata una sofferenza. 

Al sesto giro Leonardo si è visto sopravanzare da Tveter, e poco dopo è toccato ad Hubert ed Ilott avere la meglio dell'italiano per relegarlo alla sesta piazza.

Le posizioni di vertice si sono praticamente congelate a metà gara, con Alesi in scia a Piquet, ma mai in grado di provare l'affondo decisivo nei confronti del compagno di team, e Tveter a distanza di sicurezza dai primi due.

Le emozioni più intense di una corsa piuttosto lineare sono arrivate dalle retrovie grazie a Jake Hughes, Niko Kari, Joey Mawson e David Beckmann,

L'inglese della ART Grand Prix, dopo aver masticato amaro al sabato per un ritiro inatteso, si è riscattato oggi con una corsa tutta all'attacco che l'ha visto protagonista di un bel duello con Kari concluso con un testacoda del pilota della MP Motorsport ingenuo a non lasciare lo spazio necessario a Hughes e successivamente punito con 5 secondi di penalità.

Beckmann e Mawson hanno invece esagerato entrando in contatto alla Luffield al giro numero 12 con il tedesco della Jenzer finito nella ghiaia della via di fuga.

La direzione gara si è vista costretta a neutralizzare le operazioni con Virtual Safety Car per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto del tedesco.

Soltanto al quattordicesimo giro la pista è tornata green ed i piloti sono stati in grado di pestare sul pedale del gas. A transitare per primo sotto la bandiera a scacchi è stato Pedro Piquet, che ha così potuto celebrare il primo successo in GP3, mentre Giuliano Alesi e Ryan Tveter hanno completato la giornata perfetta del team Trident occupando i restanti gradini del podio.

Hubert è tornato in cima alla classifica grazie al quarto posto ed adesso guarda Callum Ilott dall'alto dei suoi 86 punti. L'inglese avrebbe dovuto dominare sul tracciato di casa ed invece è stato protagonista di un weekend anonimo. Una serie di alti e bassi che da sempre contraddistingue la carriera di Ilott.

Sesta piazza finale per un Pulcini dal quale ci si attendeva qualcosa in più da questa Gara 2, mentre alle spalle dell'italiano Mazepin e Hughes hanno portato a casa gli ultimi punti disponibili anche se, con le vetture che si ritrovano, il risultato odierno, almeno per il russo, è da insufficienza.

Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   5 Brazil Pedro Piquet  Italy Trident 15 28'46.563     183.967        
2   6 France Giuliano Alesi  Italy Trident 15 28'47.964 1.401 1.401 183.818        
3   7 United States Ryan Tveter  Italy Trident 15 28'49.530 2.967 1.566 183.651        
4   2 France Anthoine Hubert  France ART Grand Prix 15 28'50.066 3.503 0.536 183.595        
5   1 United Kingdom Callum Ilott  France ART Grand Prix 15 28'50.463 3.900 0.397 183.552        
6   18 Italy Leonardo Pulcini  Spain Campos Racing 15 28'55.919 9.356 5.456 182.976        
7   3 Russian Federation Nikita Mazepin  France ART Grand Prix 15 28'59.013 12.450 3.094 182.650        
8   4 United Kingdom Jake Hughes  France ART Grand Prix 15 29'00.596 14.033 1.583 182.484        
9   22 France Dorian Boccolacci  MP Motorsport 15 29'01.239 14.676 0.643 182.417        
10   9 Colombia Tatiana Calderón  Switzerland Jenzer Motorsport 15 29'01.964 15.401 0.725 182.341        
11   20 Mexico Diego Menchaca  Spain Campos Racing 15 29'02.588 16.025 0.624 182.275        
12   8 Italy Alessio Lorandi  Italy Trident 15 29'04.785 18.222 2.197 182.046        
13   16 Australia Joseph Mawson  United Kingdom Arden International 15 29'05.478 18.915 0.693 181.973        
14   23 Canada Devlin DeFrancesco  MP Motorsport 15 29'05.715 19.152 0.237 181.949        
15   10 United States Juan Manuel Correa  Switzerland Jenzer Motorsport 15 29'05.948 19.385 0.233 181.925        
16   19 Finland Simo Laaksonen  Spain Campos Racing 15 29'09.409 22.846 3.461 181.565        
  dnf 24 Finland Niko Kari  MP Motorsport 12 22'30.987 3 Laps 3 Laps 188.017   Retirement    
  dnf 15 France Julien Falchero  United Kingdom Arden International 12 22'27.078 3 Laps   188.562   Retirement    
  dnf 14 France Gabriel Aubry  United Kingdom Arden International 11 20'17.420 4 Laps 1 Lap 191.225   Retirement    
  dnf 11 David Beckmann  Switzerland Jenzer Motorsport 11 20'10.549 4 Laps   192.310   Retirement

 

Prossimo articolo GP3

Next article

Hubert è il padrone di Gara 1, la ART monopolizza il podio a Silverstone

Hubert è il padrone di Gara 1, la ART monopolizza il podio a Silverstone

Su questo articolo

Serie GP3
Evento Silverstone
Piloti Ryan Tveter , Pedro Piquet , Giuliano Alesi
Team Trident
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara