La GP3 introduce il DRS dalla stagione 2017

Gli organizzatori della serie hanno deciso di allinearla alla Formula 1 ed alla GP2 per offrire un'esperienza più formativa ai piloti e cercare anche di migliorare lo spettacolo in pista.

Gli organizzatori della GP3 hanno confermato oggi che a partire dall'anno prossimo anche questa serie andrà ad allinearsi alla Formula 1 ed alla GP2, introducendo il DRS.

L'intento è quello di formare in maniera migliore i giovani che passano dalla categoria, iniziando a familiarizzare con uno strumento come l'ala mobile pensato per favorire le occasioni di sorpasso.

"Quest'anno abbiamo introdotto una nuova monoposto e ci ha dato grandi soddisfazioni in termini di affidabilità, quindi abbiamo deciso di aggiungere qualcosa con il DRS, che dovrebbe preparare i piloti alla GP2" ha detto Bruno Michel, promoter della serie.

"Naturalmente questo darà anche un po' più di pepe alle gare, che sono state un po' troppo tranquille all'inizio dell'anno, ma hanno iniziato ad essere più piacevoli recentemente. Il DRS poi credo che attirerà più piloti vogliosi a prepararsi al meglio per il futuro" ha aggiunto.

Per quanto riguarda la regolamentazione del dispositivo, questa sarà la medesima della Formula 1 e della GP2: nelle libere e in qualifica potrà essere utilizzato senza vincoli nelle aree designate. In gara invece la vettura dovrà essere ad un certo distacco da quella che la precede per poterlo attivare.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GP3
Articolo di tipo Ultime notizie