Gara 2: Eriksson vince ed Ocon riapre il campionato

condivisioni
commenti
Gara 2: Eriksson vince ed Ocon riapre il campionato
11 ott 2015, 11:39

Secondo posto e giro più veloce per il francese che approfitta della giornata nera di Ghiotto

Jimmy Eriksson, Koiranen GP
Jimmy Eriksson, Koiranen GP
Jimmy Eriksson, Koiranen GP
Esteban Ocon, ART Grand Prix
Jimmy Eriksson, Koiranen GP
Jimmy Eriksson, Koiranen GP avanti a Marvin Kirchhofer, ART Grand Prix and Alex Fontana, Status Gran
Jimmy Eriksson, Koiranen GP avanti a Marvin Kirchhofer, ART Grand Prix and Alex Fontana, Status Gran
Jann Mardenborough, Carlin
Antonio Fuoco, Carlin e Jann Mardenborough, Carlin

Si riaprono i giochi in ottica campionato in Gp3. Dopo la vittoria in Gara 1, Luca Ghiotto non è riuscito a ripetersi nella seconda manche sul tracciato di Sochi ed ha concluso una corsa complicata in ottava posizione.

Ad approfittare delle difficoltà del pilota Trident è stato Esteban Ocon. Il francese del team ART ha replicato il secondo posto di Gara 1 conquistando ulteriori punti preziosi in classifica e portandosi a sole due lunghezze di distacco da Ghiotto.

Jimmy Eriksson ha trionfato in solitaria, sopravanzando al via il compagno di team Parry, partito malissimo, ed involandosi indisturbato sino alla bandiera a scacchi. Ocon ha colto un prezioso secondo posto, nonchè i punti del giro più veloce, dopo aver regalato spettacolo agli spettatori.

Il francese ha dapprima sopravanzato Antonio Fuoco, giunto quarto, rischiando di finire a muro quando il calabrese del team Carlin l'ha stretto pericolosamente contro le barriere pur di non farlo passare. Ocon non ha alzato il piede dal gas, mantenendo un sangue freddo invidiabile, ed ha sopravanzato Fuoco per poi gettarsi all'inseguimento di Mardenborough.

Il driver della Nissan Academy ha subito un gran sorpasso del francese al penultimo giro in curva 16. Una manovra inattesa per Mardenborough che si è dovuto accontentare di un terzo posto finale.

Quinta posizione per Janosz. Il pilota della Trident è riuscito ad approfittare del lungo duello tra Fuoco e Bernstorff che ha visto il pilota italiano richiamato dalla direzione gara con la bandiera bianco nera.  Il driver del team Arden ha dapprima tentato di superare il calabrese in occasione del duello con Ocon, ma ha dovuto desistere. Nelle battute finali Bernstorff ha tentato di superare un Fuoco in difficoltà, ma un lungo in frenata ne ha compromesso la gara relegandolo al sesto posto.

Chiude un weekend da dimenticare Marvin Kirchhofer. Il tedesco, giunto in russia in terza posizione in campionato, ha visto compromesse le sue chance di inserirsi nella lotta per il titolo complice il settimo posto di Gara 2 ed il non posto di Gara 1.

Ottavo posto, ed ultimo punto disponibile, per Luca Ghiotto. Il leader della classifica è incappato in una Gara 2 negativa complice un contatto con Emil Bernstorff nelle battute iniziali ed un sorpasso subito dallo stesso pilota inglese che lo ha accompagnato fuori traiettoria facendogli perdere tempo prezioso.

Ghiotto è riuscito a conquistare l'ottava posizione all'ultimo giro, riuscendo ad avere la meglio su Alex Palou. Grazie al punto colto, il distacco in classifica tra Ghiotto ed Ocon è adesso di soli due punti, con l'italiano a quota 196 ed il francese a quota 194.

 

Prossimo articolo GP3
Gara sospesa in GP3 per un brutto incidente

Articolo precedente

Gara sospesa in GP3 per un brutto incidente

Prossimo Articolo

Abu Dhabi, Day 3: Leclerc si rimette davanti

Abu Dhabi, Day 3: Leclerc si rimette davanti
Carica commenti

Su questo articolo

Serie GP3
Piloti Jimmy Eriksson , Jann Mardenborough , Esteban Ocon
Tipo di articolo Gara