Beckmann vola sul bagnato e conquista la vittoria in Gara 1 a Monza

condivisioni
commenti
Beckmann vola sul bagnato e conquista la vittoria in Gara 1 a Monza
Di: Marco Di Marco
01 set 2018, 09:34

Secondo successo consecutivo per il tedesco del team Trident che si impone in condizioni di asfalto mutevoli. Hubert e Ilott completano il podio. Sfortuna per Pulcini retrocesso in fondo per un problema tecnico quando era terzo.

Joey Mawson, Arden International
Richard Verschoor, MP Motorsport
Leonardo Pulcini, Campos Racing
Simo Laaksonen, Campos Racing
Simo Laaksonen, Campos Racing
Gabriel Aubry, Arden International
Nikita Mazepin, ART Grand Prix, Pedro Piquet, Trident
Joey Mawson, Arden International

David Beckmann non si ferma più. Da quando il tedesco si è accasato con il team Trident è diventato il grande protagonista della seconda parte di stagione della GP3 Series.

Dopo la pole e la vittoria di Spa-Francorchamps, Beckmann si è ripetuto anche sul tracciato di Monza centrando la pole position al venerdì e dominando la prima gara del weekend corsa in condizioni difficili a causa dell'asfalto che si è asciugato rapidamente.

Beckmann non ha sbagliato assolutamente nulla ed ha corso con la maturità di un veterano. E' stato perfetto in partenza, nonostante la difficoltà del tracciato zuppo di acqua, ed ha imposto il proprio ritmo per tutti e 22 i giri previsti senza commettere alcuna sbavatura.

Il tedesco ha così regalato il secondo successo consecutivo al team Trident e ci si chiede cosa poteva accadere se il binomio si fosse unito sin dall'inizio della stagione.

Anthoine Hubert ha corso pensando all'obiettivo principale, la conquista del titolo. Il francese, non proprio impeccabile al via, non ha mai avuto il ritmo di Beckmann e non ha mai forzato nel vano tentativo di recuperare terreno dal tedesco gestendo al meglio le gomme e contenendo la pressione di Leonardo Pulcini.

Il romano avrebbe meritato ampiamente il podio, ma la sfortuna lo ha colpito nei giri conclusivi della gara quando ha accusato un problema al cambio ed è retrocesso dalla terza alla quattordicesima posizione.

Di questo inconveniente ne ha approfittato Callum Ilott. Il pilota della FDA ha trascorso buona parte della gara a duellare con Nikita Mazepin, ma quando è riuscito a liberarsi del russo al giro 11 ha subito allungato ed ha conquistato un podio che lo mantiene ancora in piena lotta per il titolo.

Mazepin è stato il protagonista negativo di Gara 1. Nikita ha considerato più volte superfluo affrontare la prima variante ed ha tagliato la chicane ripetutamente per difendersi dagli attacchi di Ilott prima e Laaksonen poi.

La direzione gara non ha preso provvedimenti contro il pilota del team ART Grand Prix, ma le difficoltà di adattamento ad un tracciato che si è preso asciugato hanno giocato contro il russo che nel finale è stato sopravanzato di un ottimo Laaksonen.

I giri conclusivi della gara, ed il caos scaturito dalla Virtual Safety Car al giro 17 per l'incidente avvenuto tra Menchaca e DeFrancesco, hanno visto gli altri due alfieri del team Trident, Alesi e Piquet, di risalire sino alla sesta e settima posizione, mentre Richard Verschoor, alla seconda apparizione nella GP3 Series, ha conquistato con una grande rimonta l'ottava piazza e domani prenderà il via di Gara 2 dalla pole.

Ancora una volta anonima la prestazione di Jake Hughes, peggiore tra i piloti ART Grand Prix e nono al traguardo, mentre la top ten si è completato con il decimo posto di Niko Kari penalizzato di cinque secondi.

Cla   # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti Bonus
1   8 David Beckmann  Italy Trident 22 41'55.494     181.949     25  
2   2 France Anthoine Hubert  France ART Grand Prix 22 42'01.512 6.018 6.018 181.515     18  
3   1 United Kingdom Callum Ilott  France ART Grand Prix 22 42'09.283 13.789 7.771 180.957     15  
4   19 Finland Simo Laaksonen  Spain Campos Racing 22 42'11.380 15.886 2.097 180.807     12  
5   3 Russian Federation Nikita Mazepin  France ART Grand Prix 22 42'12.053 16.559 0.673 180.759     10  
6   6 France Giuliano Alesi  Italy Trident 22 42'12.528 17.034 0.475 180.725     8  
7   5 Brazil Pedro Piquet  Italy Trident 22 42'18.536 23.042 6.008 180.298     6  
8   22 Richard Verschoor  MP Motorsport 22 42'21.543 26.049 3.007 180.084     4  
9   4 United Kingdom Jake Hughes  France ART Grand Prix 22 42'25.806 30.312 4.263 179.783     2  
10   24 Finland Niko Kari  MP Motorsport 22 42'30.282 34.788 4.476 179.467     1  
11   7 United States Ryan Tveter  Italy Trident 22 42'35.730 40.236 5.448 179.085        
12   16 Australia Joseph Mawson  United Kingdom Arden International 22 42'35.890 40.396 0.160 179.073        
13   23 Canada Devlin DeFrancesco  MP Motorsport 22 42'38.181 42.687 2.291 178.913        
14   18 Italy Leonardo Pulcini  Spain Campos Racing 22 42'38.885 43.391 0.704 178.864        
15   9 Colombia Tatiana Calderón  Switzerland Jenzer Motorsport 22 42'39.929 44.435 1.044 178.791        
16   11 Germany Jannes Fittje  Switzerland Jenzer Motorsport 22 42'51.679 56.185 11.750 177.974        
17   10 United States Juan Manuel Correa  Switzerland Jenzer Motorsport 22 43'11.688 1'16.194 20.009 176.600 1      
  dnf 20 Mexico Diego Menchaca  Spain Campos Racing 16 30'59.708 6 Laps 6 Laps 178.826   Retirement    
  dnf 15 France Julien Falchero  United Kingdom Arden International 15 29'45.496 7 Laps 1 Lap 174.578   Retirement    
  dnf 14 France Gabriel Aubry  United Kingdom Arden International 1 2'07.769 21 Laps 14 Laps 154.516   Retirement
Prossimo articolo GP3
Beckmann centra la seconda pole consecutiva in una qualifica thrilling a Monza

Articolo precedente

Beckmann centra la seconda pole consecutiva in una qualifica thrilling a Monza

Prossimo Articolo

Piquet vince il duello con Alesi e conquista il successo in Gara 2 a Monza

Piquet vince il duello con Alesi e conquista il successo in Gara 2 a Monza
Carica commenti

Su questo articolo

Serie GP3
Evento Monza
Sotto-evento Sabato, gara
Piloti David Beckmann
Team Trident
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara