Ferrari F150 T: c'è solo l'elettronica della F.1?

Test a Fiorano con motore V6 Turbo trapiantato sul telaio LaFerrari: si tratta di una vettura laboratorio

Ferrari F150 T: c'è solo l'elettronica della F.1?

Il suono è quello di un motore V6 turbo. Su quello non ci sono dubbi. La macchina è la F150 che è stata modificata per ospitare la meccanica dotata di turbocompressore al posto del 12 cilindri. Il telaio, quindi, è quello de LaFerrari modificato nel reparto esperienze del Cavallino rampante. La pista è Fiorano, il tracciato salotto della Casa di Maranello. Vi aggiungiamo anche che alla guida dovrebbe esserci Andrea Bertolini, collaudatore e apprezzato pilota nelle corse GT. La F150 T esiste da un mesetto: è un laboratorio di idee intorno al propulsore V6 Turbo che caratterizzerà il futuro della Casa modenese. IL FUTURO E’ TURBO La Ferrari, dopo la conquista in Bahrein di tre titoli iridati nel mondiale endurance nella classe GTEPro (Costruttori, piloti con Gianmaria Bruni e team con AF Corse), sta valutando su quali sviluppi orientare la propria attività. L’erede dalla 458 nel Challenge Ferrari sarà quasi sicuramente una vettura dotata di turbo V6, così come l’hypercar che proseguirà l’XX Programme potrebbe avere quella declinazione, per non dire che il motore di Formula 1 è ammesso dal 2014 alla 24 Ore di Le Mans (la Porsche, infatti, rientra in LMP1 con una programma ufficiale nell’endurance, ma con poche modifiche potrà trasferire la sua unità nei Gp…). LA PRESA SUL TETTO La F150 T, quindi, è un laboratorio di tecnologia avanzata che si fa riconoscere dalla presa d’aria a (piccolo) periscopio montata sul tettuccio. Può ospitare anche il motore di F.1 che per i vincoli di regolamento non può girare su una monoposto da Gran Premio? Volendo sì, ma sarebbe stato troppo complicato il trapianto completo. TURBO TRE LITRI E ELETTRONICA DA F.1 E allora è più facile che il propulsore sia un V6 di tre litri (derivazione Maserati?) dotato dei sistemi ibridi che sarà la base di lavoro del futuro del Cavallino, mentre non si può escludere che l’elettronica sia quella della F.1 2014, fondamentale per “pilotare” turbo, KERS, ERS e batteria. Basta ascoltare il sound per capire che non si tratta di un propulsore che gira a 12.500 giri, il regime con cui inizieranno il prossimo campionato i motori da Gp ma sembra di un’unità con una cilindrata maggiore rispetto al motore termico di 1,6 litri che funziona ad un regime più basso: avevamo sentito al banco l’unità della sperimentale Renault e pareva una “zanzara”, mentre quello della F150 Turbo è certamente più pieno. Aspettiamo la prossima uscita per saperne di più. Presto, molto presto…
condivisioni
commenti
Polita: "Vi avrei preso a schiaffi se correvate"

Articolo precedente

Polita: "Vi avrei preso a schiaffi se correvate"

Prossimo Articolo

Castroneves e Leal vincono in kart in Colombia

Castroneves e Leal vincono in kart in Colombia
Carica commenti