Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia

Nasce la Elite World Cup: sfida tra nazioni su hypercar elettriche

Un campionato dedicato alle vetture sportive elettriche, che vedrà opporsi tra loro le diverse nazioni, è stato lanciato sotto la bandiera dell'Elite World Cup, con un inizio previsto per l'autunno 2024 ed una griglia di Lotus Evija.

Annuncio Elite World Cup

Il campionato, presentato lunedì a Johannesburg, è stato co-fondato da tre protagonisti della Coppa del Mondo di Automobilismo A1 Grand Prix, che è stata disputata dal 2004/2005 al 2008/2009.

Liu Yu e Tokyo Sexwale, ex titolari delle squadre nazionali A1GP di Cina e Sudafrica rispettivamente, hanno unito le forze con il direttore generale del campionato e poi responsabile commerciale durante la creazione e le prime due stagioni, Stephen Watson, per istituire la Elite World Cup in tempo per una stagione invernale che si disputerà nel 2024/25.

La serie non ha alcun legame con la rinascita dell'A1GP pianificata da Origin Sports Group, che a maggio ha annunciato di aver acquistato i diritti del nome e sta cercando di raccogliere 80 milioni di sterline per il rilancio.

I fondatori della Elite World Cup hanno rivelato di avere già i finanziamenti per far decollare la serie con la costruzione di 50 auto da corsa elettriche, che molto probabilmente saranno basate sulla hypercar o supersportiva Evija da 2000 CV, presentata per la prima volta nel 2019.

Sono in corso colloqui finali con Lotus Cars e la società madre Geely per finalizzare un accordo per l'utilizzo della Evija, che è stata il fulcro del lancio di lunedì in Sudafrica.

Il campionato mira ad attirare l'adesione di 25 squadre nazionali utilizzando un modello di franchising simile a quello dell'A1GP originale.

L'ex pilota di Formula 3000 Watson, che in seguito è stato direttore dei Mondiali di Calcio del 2010 in Sudafrica, ha spiegato che sono già in corso discussioni con potenziali affiliati.

"Abbiamo condiviso le nostre idee con alcune parti ed abbiamo già un forte interesse. Abbiamo persone che ci dicono che stanno arrivando", ha detto a Motorsport.com.

Elite World Cup founders Stephen Watson, Tokyo Sexwale and Liu Yu

Elite World Cup founders Stephen Watson, Tokyo Sexwale and Liu Yu

Photo by: Elite World Cup

La parola Elite nel nome della serie si riferisce al profilo dei piloti che si cerca di attirare.

"L'A1GP è diventata molto presto una sorta di formula junior, un trampolino di lancio per i giovani piloti", ha detto Watson. "Qui vogliamo piloti che abbiano già battuto la bandiera della propria nazione in Formula 1, IndyCar, NASCAR o in altre serie di alto livello, tra cui il Campionato del Mondo di Rally".

"Sappiamo bene cosa significhi avere un grande nome che rappresenta il proprio Paese per una serie dai tempi dell'A1GP: quando Jos Verstappen guidava per il team olandese, le dune di Zandvoort per la sua gara di casa erano un mare arancione".

"È per questo che la chiamiamo Elite World Cup, perché vogliamo i piloti più illustri e di più alto profilo possibile da ogni Paese".

Ogni squadra nazionale dovrà avere un minimo di due piloti. I weekend di gara saranno composti da una gara sprint il sabato di circa 40 minuti, prima di una mini-endurance di circa un'ora e 20 minuti la domenica.

Entrambe le gare saranno essenzialmente a staffetta: quando un'auto andrà ai box, sarà sostituita in pista dalla seconda vettura del team.

Ci sarà un minimo di un pit stop nella gara sprint e tre nella gara principale, il che significa che si ricorrerà alla ricarica rapida per rifornire i livelli della batteria.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Il presidente Aci Sticchi Damiani indagato per falso in atto pubblico
Prossimo Articolo Sticchi Damiani, la replica del suo avvocato: "Chiarirà tutto"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia