Montoya, Kristensen e Norris tra i piloti della Race of Champions 2018

Juan Pablo Montoya, Tom Kristensen e Lando Norris sono tra i primi piloti ad essere stati annunciati per l'edizione 2018 della Race of Champions.

Montoya, Kristensen e Norris tra i piloti della Race of Champions 2018
Tom Kristensen
Team Germany Sebastian Vettel, races Team Nordic Tom Kristensen, driving the Radical SR3 RSX
Team Nordic Tom Kristensen, races Team Germany Sebastian Vettel, driving the Radical SR3 RSX
Team Germany Sebastian Vettel, beats Team Colombia Juan Pablo Montoya, driving the Ariel Atom Cup
Tony Kanaan, Jenson Button, Juan Pablo Montoya
Podio: Lando Norris, Carlin, Dallara Volkswagen
Lando Norris, Carlin, Dallara Volkswagen
Carica lettore audio

Montoya, che è il campione in carica della Race of Champions, difenderà il titolo al King Fahd International Stadium in Arabia Saudita, che ospiterà una competizione internazionale per la prima volta.

Gli organizzatori hanno anche confermato che il primo evento della Race of Champions si terrà in Medio Oriente si terrà il 2-3 febbraio 2018.

Norris ha chiuso secondo nel recente GP di Macao di Formula 3, ma ha conquistato anche il titolo di campione europeo della categoria, oltre ad essere stato designato come riserva dalla McLaren per la prossima stagione.

Fanno già parte della line-up anche l'ex pilota di Formula 1 David Coulthard e il due volte campione del mondo di Rallycross Petter Solberg.

Sarò presente all'evento anche il campione Indycar Josef Newgarden, così come i vincitori della Indy 500, ovvero Helio Castroneves e Ryan Hunter-Reay, con tanti altri piloti che verranno annunciati nei prossimi mesi.

"Quando quest'anno sono arrivato alla Race of Champions per la prima volta, mi sono sono subito pentito di non aver partecipato prima" ha detto Montoya.

"E' stata un'esperienza incredibile e Fredik Johnsson (il presidente della ROC) ed il suo team hanno organizzato un evento straordinario. E' un grande divertimento, ma poi quando sei sulla griglia sei concentrato per provare a vincere".

"Anche l'esperienza gioca un ruolo importante: dopo alcuni giri si inizia a prendere il feeling con le vetture, ma ci vuole un attimo anche a finire in difficoltà".

Kristensen, nove volte vincitore della 24 Ore di Le Mans, ha aggiunto: "La Race of Champions è un vero proprio divertimento: un duello tra uomo e macchina, ma anche con il cronometro".

"Ho trascorso otto mesi in Arabia Saudita con la mia famiglia da adolescente, perché mio padre lavorava lì, quindi sarà interessante tornarci".

"Partecipare alla Race of Champions poi è una cosa che mi rende sempre felice ed orgoglioso".

"Nel corso degli anni ci sono stati al via davvero tanti piloti veloci, di talento e grintosi. E questo è sempre una grande motivazione".

condivisioni
commenti
Motor Show: c'è il ritorno alle origini con più Motorsport!
Articolo precedente

Motor Show: c'è il ritorno alle origini con più Motorsport!

Prossimo Articolo

Motor Show: Tony Cairoli tra i protagonisti del Memorial Bettega

Motor Show: Tony Cairoli tra i protagonisti del Memorial Bettega