Le star sfilano sul red carpet della premiere di Heroes

Tra gli ospiti illustri che hanno sfilato sul red carpet, Jean Todt e Bernie Ecclestone, che hanno festeggiato la prima del nuovo film “Heroes” a Londra, dove sono stati raccolti fondi per l’Istituto ICM.

Le star sfilano sul red carpet della premiere di Heroes

Il film “Heroes” racconta la vita del due volte Campione del mondo di Formula 1 Mika Hakkinen, del nove volte vincitore della Le Mans Tom Kristensen, dell’ex pilota Ferrari in Formula Felipe Massa e del vincitore del Campionato Mondiale Rally Michele Mouton. È diretto da Manish Pandey, autore e produttore esecutivo del film “Senna”.

I quattro piloti si sono riuniti per condividere la loro storia e sono stati catapultati in un affascinante viaggio nel tempo, grazie ad un archivio che ha ripercorso i loro primi passi e la loro carriera.

Hanno anche rivissuto il loro rapporto con Michael Schumacher, anche lui tra i protagonisti del film grazie all’aiuto della team manager Sabine Kehm.

La sfarzosa premiere, che si è tenuta al Curzon Mayfair di Londra, ha contribuito a raccogliere fondi per ICM, un’iniziativa di beneficienza voluta da Todt, Schumacher e Gerard Saillant, un Professore di chirurgia ortopedica e traumatologia.

Todt e Saillant erano tra gli ospiti VIP dell’evento, così come Hakkinen, Kristensen, Massa e Mouton.

“È meraviglioso il modo in cui è stato realizzato – ha affermato l’ex pilota Hakkinen – Non capisco nulla di film, ma mi rendo conto che comporta un grande lavoro. Noi siamo solo una piccola parte, ma è bellissimo essere in un film”.

Massa – ora presidente di FIA Karting, che ha partecipato insieme a Rob Smedley, suo ingegnere di pista in Formula 1 da molti anni – ha aggiunto: “È incredibile. L’intero team è speciale, è stato difficile non piangere vedendolo per la prima volta”.

Kristensen ha affermato che è stato un onore rappresentare le corse e che è finalmente arrivato il momento di un riconoscimento a questo livello.

Jean Todt, President, FIA, Bernie Ecclestone

Jean Todt, President, FIA, Bernie Ecclestone

Photo by: Glenn Dunbar / LAT Images

“Sono molto commosso, voglio fare i complimenti a tutti coloro che hanno realizzato questo fantastico film. Sono estremamente contento di rappresentare la Le Mans, ci tengo a ringraziare Manish”.

Tutti i quattro piloti hanno mostrato una grande commozione durante la serata. Mouton ha sollevato applausi quando ha parlato del suo ruolo di presidente della FIA Women e la sua voce si è spezzata quando ha espresso la propria tristezza nel non avere Schumacher all’evento.

“Manish è stato davvero bravo, ci siamo incontrati in una condizione di tranquillità ed era piuttosto rilassato, ci siamo anche dimenticati che stessimo registrando – ha affermato – anche se avrei preferito che fossimo cinque oggi invece di quattro”.

Il film è stato ben accolto con un applauso alla fine dei titoli di coda, dopo i quali le quattro star hanno risposto alle domande del pubblico.

Un ospite, Mark Deschamps, ha definito il film “toccante”, affermando di essersi commosso dopo averlo visto.

“Molto umano, molto toccante – ha detto – ti commuove. Parla di auto, campionati, macchine ma anche tutte le persone che ci sono dietro. I loro momenti felici, quelli più bui, le chiamate da cui tutto è iniziato, il dolore della perdita”.

“È una storia di motorsport, ma anche di vita. Per alcuni versi potrebbe essere la storia di molte persone. Ti mostra che il motorsport è una linea sottile, in cui vinci o perdi”.

condivisioni
commenti
Motorsport Network si espande in Medio Oriente ed in Nord Africa con una nuova Joint-Venture

Articolo precedente

Motorsport Network si espande in Medio Oriente ed in Nord Africa con una nuova Joint-Venture

Prossimo Articolo

Tragico incidente a Kirkistown: muore il pilota Paul Conn

Tragico incidente a Kirkistown: muore il pilota Paul Conn
Carica commenti