Ecco perché dovresti vivere il GP della Thailandia della MotoGP

condivisioni
commenti
Ecco perché dovresti vivere il GP della Thailandia della MotoGP
31 mar 2019, 13:42

La Thailandia è l’aggiunta più recente al calendario della MotoGP e teatro di questo appuntamento è il circuito all’avanguardia di Buriram; Motorsport Live ti permette di vedere da vicino l’evento ed il paese.

La Thailandia è stato l’ultimo paese asiatico ad ospitare un evento motociclistico su scala mondiale, la Superbike ha corso per la prima volta al Chang International Circuit nel marzo del 2015 e, tre anni dopo, la pista progettata da Herman Tilke ha ospitato la MotoGP. Situato a circa 400 chilometri a nord della capitale Bangkok, il Gran Premio della Thailandia ha luogo a Buriram, la cui traduzione letterale è “città della felicità”.

La pista e la struttura nel suo insieme si sviluppano su quasi 200 ettari ed il circuito può ospitare più di 500.000 spettatori, offrendo una visuale a 180° dell’intero tracciato. Lungo 4,5 chilometri, si snoda in 12 curve ed uno dei punti principali è il rettilineo, dove si toccano anche i 330 km/h e offre scie che accendono battaglie. Seguire la gara dalla tribuna principale è ottimo, ma la vasta scelta di tribune lungo tutto il circuito offrono vari spunti per vedere l’azione. Il tracciato ha anche tribune dedicate a Rossi e Marquez.  

La MotoGP ha corso una volta sola a Buriram e la prima gara è stata adrenalinica; la battaglia per la vittoria è stata combattuta fino all’ultima curva, dove il Campione del Mondo in carica Marc Marquez si è imposto sul rivale Andrea Dovizioso per un solo decimo di secondo, dopo 40 minuti di azione senza sosta. Anche la Moto2 e la Moto3 hanno regalato spettacolo agli spettatori accorsi in circuito. Il numero di presenze e l’organizzazione dell’evento hanno fatto sì che fosse votato come il miglior Gran Premio della stagione dal paddock della MotoGP e dalla Grand Prix Commission.

Oltre al Gran Premio, Buriram offre una grande varietà di attrazioni. Per chi cerca ancora sport, la città è anche la casa del Buriram United F.C., attualmente squadra campione della Thai Premier League, e gioca nello Stadio New I-Mobile. Lo stadio, chiamato anche Thunder Castle, si popola durante le partite e merita una visita, trovandosi a soli 2 km dal circuito.

Nonostante sia lontana dalla metropoli Bangkok, Buriram offre molte attrazioni per i fan che hanno intrapreso un viaggio. Per esempio, la vita notturna di Sro Ground (Via Pedonale) è un’attrazione sia per i turisti sia per i thailandesi stessi. La strada va dalla fine di Rombouri Street fino all’incrocio con Romburi-Sukhonthamat e viene chiusa al traffico dalle 17 a mezzanotte.

Altre attrazioni sono il Lower Northeastern Cultural Centre, il Monumento di Re Rama I, il Khao Kradong Forest Park, il Kradong Reservoir e Huai Talat Reservoir ed il Buriram Bird Park. Sono presenti anche molti centri commerciali, che mischiano la cultura thailandese con il capitalismo occidentale, quindi ce n’è per tutti i gusti.

A Buriram, la cucina locale Isan è piuttosto diversa da quella centrale Thailandese. I piatti più conosciuti sono il Som Tam (insalata piccante fatta con papaya) ed il Gai Yaang (pollo arrosto). Ma si possono anche assaggiare il Tom Yum, un tipo di zuppa thailandese calda e acida. Generalmente è cucinata con gamberi o con il Mango Sticky Rice, un dolce tipico thailandese fatto con riso, mango fresco e latte di cocco.

Buriram non è una delle città più vicine, ma è raggiungibile con la macchina, con il pullman o con il treno direttamente dalla capitale Bangkok, il cui aeroporto Don Mueang opera voli internazionali ed intercontinentali. Merita il viaggio ed è ideale per chi vuole aggiungere la MotoGP ad una vacanza.

Se vuoi conoscere il cuore dell’Asia, usufruisci degli innovativi servizi della MotoGP e vivi il miglior evento della stagione, Motorsport Live ti porta al Gran Premio della Tahilandia. I prezzi partono da 64€ e per vedere tutte le opzioni, clicca qui.  

Prossimo Articolo
Per il T.A.R. i vincoli del rumore per l'Autodromo del Mugello sono già un vantaggio!

Articolo precedente

Per il T.A.R. i vincoli del rumore per l'Autodromo del Mugello sono già un vantaggio!

Prossimo Articolo

Historic Minardi Day: ci saranno una trentina di F1 e si potrà... camminare nella storia

Historic Minardi Day: ci saranno una trentina di F1 e si potrà... camminare nella storia
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Speciale
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie