A Carlo Cavicchi il prestigioso premio Bruno Raschi

Il giornalista e scrittore bolognese è il primo che entra nell'Albo d'oro del premio consegnato a Pontremoli in occasione del Bancarella Sport in rappresentanza del mondo automoblistico, disciplina sportiva che non ha mai riscosso grande attenzione nei riconoscimenti letterari.

A Carlo Cavicchi il prestigioso premio Bruno Raschi

L’automobilismo si ritaglia uno spazio importante per la prima volta in un ambito letterario. Nei giorni scorsi a Pontremoli in occasione della premiazione del Bancarella Sport è stato attribuito a Carlo Cavicchi il Premio Bruno Raschi, oggi il riconoscimento più importante e prestigioso nel campo del giornalismo sportivo.

Il giornalista e scrittore bolognese era stato inserito nella lista dei partecipanti al Bancarella Sport con il romanzo "Rapiremo Niki Lauda", grande successo in libreria, ma poi è stato tolto dalla selezione dalla giuria che, invece, ha deciso di assegnargli il premio intitolato al "divino" come era chiamato da tutti Bruno Raschi, penna eccellente e storico vicedirettore della Gazzetta dello Sport.

Il nome di Carlo Cavicchi si aggiunge a un albo d'oro fitto di nomi importanti:

2005 – Sergio Zavoli
2006 – Antonio Ghirelli
2007 – Giampaolo Ormezzano
2008 – Candido Cannavò
2009 – Bruno Pizzul
2010 – Gianni Mura
2011 – Lea Pericoli
2012 – Gianni Minà
2013 – Mario Sconcerti
2014 – Rino Tommasi
2015 – Giampiero Galeazzi
2016 – Federico Buffa
2017 – Claudio Gregori
2018 –  Massimo De Luca
2019 – Italo Cucci
2020 – Beppe Conti
2021 – Carlo Cavicchi.

Il Motorsport, insomma, disciplina che di solito non gode di grandi favori nei premi letterari grazie al direttore che è stato al vertice di Autosprint, SportaAutoMoto e Quattroruote ha conquistato un posto rilevante in una lista di penne illustri.

 

 

 

condivisioni
commenti
Incidente Zanardi, il gip scagiona il camionista

Articolo precedente

Incidente Zanardi, il gip scagiona il camionista

Prossimo Articolo

In pista con T-MD al volante di una 488 Challenge EVO

In pista con T-MD al volante di una 488 Challenge EVO
Carica commenti