Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Gara
Formula 4 Imola II

Primo successo stagionale per Marino Sato in Gara 3 ad Imola

Meteo stabile e 25°C di temperatura in Gara 3, che vede l’affermazione di Petrov nel Rookie Trophy e di Wohlwend nel Woman Trophy.

Marino Sato, Vincenzo Sospiri Racing
Il vincitore di Gara 3 Marino Sato, Vincenzo Sospiri Racing festeggia sul podio
Marino Sato, Vincenzo Sospiri Racing
Marino Sato, Vincenzo Sospiri Racing precede Kevin Kratz, Jenzer Motorsport e Manuel Maldonado Verga
Simone Cunati, Vincenzo Sospiri Racing
Simone Cunati, Vincenzo Sospiri Racing
Artem Petrov, DR Formula
Marcos Siebert, Jenzer Motorsport e Mick Schumacher, Prema Powerteam

Gara 3 - il cui schieramento di partenza è determinato dall’ordine di arrivo di Gara 2 con inversione delle posizioni dei primi dieci classificati - vede il russo Yan Shlom (RB Racing) partire davanti a tutti. In prima fila con lui, l’olandese Leonard Hogenboom (Cram Motorsport), mentre in terza posizione scatta il giapponese Marino Sato (Vincenzo Sospiri Racing), che è il più rapido di tutti allo spegnersi delle luci rosse e, alla prima curva, è già leader della gara.

Sato chiuderà primo (prima vittoria per lui nell’Italian F.4 Championship powered by Abarth), resistendo negli ultimi 2 giri, senza commettere errori né scorrettezze, alla pressione del russo Artem Petrov (DR Formula), alla fine 2°. Sul terzo gradino del podio sale Hogenboom, dopo che la Direzione Gara penalizza Yan Shlom con 5 secondi sul tempo totale di gara per aver superato con tutta la vettura il cordolo (track limit). 

Quarto è l’italiano Simone Cunati (Vincenzo Sospiri Racing), che ha la meglio nella bella lotta con l’americano Juan Correa (Prema Power Team) - alla fine 5° - e con il leader di campionato, l’argentino Marcos Siebert (Jenzer Motorsport). Sesto è Lorenzo Colombo (Bhaitech), seguito da Yan Shlom, dal canadese Devlin De Francesco (Kfzteile24 Mücke Motorsport), dall’estone Juri Vips (Prema Power Team) e dall’italiano Diego Bertonelli (Bhaitech).

Gara ancora una volta difficile per i due pretendenti al titolo: il tedesco Mick Schumacher (Prema Power Team), partito dall’ultima posizione (a causa del ritiro alla prima curva in Gara 2), taglia il traguardo 13° e fuori dai punti. Zero punti anche per il suo rivale Marcos Siebert, penalizzato come Shlom con 5” sul tempo di gara per aver infranto il track limit e, alla fine, 21°.

Il Rookie Trophy vede l’affermazione di Artem Petrov davanti a Hogenboom, Simone Cunati, Juan Correa e Lorenzo Colombo. Fabienne Wohlwend chiude 24^ e prima del Woman Trophy.









L’Italian F.4 Championship powere by Abarth torna l’ultimo weekend di ottobre, dal 28 al 30 sull’Autodromo di Monza, per l’appuntamento conclusivo e decisivo della stagione 2016.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Van Uitert concede il bis in Gara 2 ad Imola
Prossimo Articolo Sebastian Fernandez conquista la pole position a Monza

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia