F4: Tramnitz torna alla vittoria in gara 2 al Red Bull Ring

Il tedesco di US Racing vince davanti a Fornaroli e Bearman. Tra i rookie prima vittoria per Francesco Braschi, sesto assoluto in gara 2.

F4: Tramnitz torna alla vittoria in gara 2 al Red Bull Ring

Una gara segnata dalle safety car che non ha regalato molto spettacolo, ma una solida vittoria per Tim Tramnitz (US Racing), bravo a passare Leonardo Fornaroli (Iron Lynx) dopo il via e a mantenere il comando fino alla bandiera a scacchi. Sul terzo gradino del podio Oliver Bearman (Van Amersfoort Racing) porta a casa punti importanti in ottica campionato dopo una gara in rimonta dalla sesta posizione.

Ai piedi del podio, Kirill Smal (Prema Powerteam), non riesce ad avere la meglio sull’inglese nonostante un buon passo gara. Il russo tiene alle sue spalle Joshua Durksen (Muecke Motorsport) e un ottimo Francesco Braschi (Jenzer Motorsport), alla sua prima vittoria tra i rookie e in continuo miglioramento nel corso del fine settimana. A completare la top 10 di gara 2 Francesco Simonazzi (BVM Racing), Charlie Wurz (Prema Powerteam) secondo tra i rookie, Bence Valint (Van Amersfoort Racing) e Lorenzo Patrese (AKM Motorsport) che completa il podio degli esordienti.

In gara 2, dalla pole position scatta Leonardo Fornaroli affiancato da Tim Tramnitz. Proprio il tedesco riesce ad avere la meglio passando al comando in curva 3. Joshua Dufek (Van Amersfoort Racing) rientra ai box con l’ala anteriore danneggiata e riparte dalle retrovie, mentre Sebastian Montoya (Prema Powerteam) alza bandiera bianca dopo un solo giro di gara con l’anteriore sinistra forata. Oliver Bearman (Van Amersfoort Racing), scattato dalla sesta posizione, approfitta del contatto tra Montoya e Dufek e passa anche il suo compagno di squadra Nikita Bedrin, agguantando la terza posizione. Contatto tra compagni di squadra con Bearman e Bedrin che si toccano.

Ha la peggio il russo con una sospensione danneggiata, mentre Bearman sembra non accusare problemi al posteriore e tiene alle sue spalle Kirill Smal (Prema Powerteam). Alle spalle del russo Joshua Durksen (BWT Mueke Motorsport) prova ad avvicinarsi. Entra in pista la safety car dopo l’uscita di Hamda Al Qubaisi (Prema Powerteam) che rimane ferma nella via di fuga.

Alla ripartenza non cambiano le posizioni di testa con Tramnitz che allunga subito e Fornaroli che riesce a guadagnare del margine su Bearman, attaccato da Smal. Alle loro spalle Braschi è aggressivo su Durksen con i due che si scambiano la posizione più volte in breve tempo. Ancora una volta è la safety car ad essere protagonista dopo un contatto che mette fuori dai giochi Han Cenyu (Van Amersfoort Racing), Georgios Markogiannis (Cram Motorsport) e Jorge Garciarce (Jenzer Motorsport). Ancora una volta non cambiano le posizioni di testa, ma la bandiera verde dura solo qualche metro visto che Samir Ben (Jenzer Motorsport) e Pietro Armanni (Iron Lynx) entrano in contatto prima di aver superato la linea del traguardo.

La gara termina in regime di safety car con Tim Tramnitz che torna alla vittoria dopo i due successi al Paul Ricard. Sul podio salgono anche Leonardo Fornaroli e Oliver Bearman. Tra i rookie successo per Francesco Braschi davanti a Charlie Wurz e Lorenzo Patrese. 

Alle 17.15 il via di gara 3  

condivisioni
commenti
F4: ancora Oliver Bearman. Sua gara 1 al Red Bull Ring

Articolo precedente

F4: ancora Oliver Bearman. Sua gara 1 al Red Bull Ring

Prossimo Articolo

F4: la pioggia regala spettacolo e la vittoria a Tramnitz

F4: la pioggia regala spettacolo e la vittoria a Tramnitz
Carica commenti