F4: la seconda generazione è più sicura e anche ibrida

In occasione della conferenza FIA di Monaco è stata svelata la seconda generazione della monoposto di Formula 4 che rappresenta un passo avanti importante in tema di sicurezza e consentirà anche di adottare motori ibridi.

F4: la seconda generazione è più sicura e anche ibrida

In occasione della conferenza FIA tenutasi a Monaco la Federazione ha svelato la seconda generazione della monoposto di Formula 4 che sarà utilizzata nel prossimo ciclo di omologazione dei campionati certificati dalla FIA in tutto il mondo.

La nuova vettura rappresenta un importante passo avanti dal punto di vista della sicurezza La cellula di sopravvivenza della Formula 4 di seconda generazione è stata aggiornata per essere in linea con gli standard più moderni e verranno implementati rigorosi test di carico sia per la resistenza laterale della cellula di sopravvivenza che per i pannelli laterali e frontali anti-intrusione della nuova vettura.

Gli aggiornamenti sono stati previsti anche sotto la pelle della nuova vettura di Formula 4, con un powertrain che presenta un significativo margine di modernizzazione e, al contempo, fornisce anche misure di controllo dei costi.

Il pacchetto consentirà anche l'ibridazione qualora gli organizzatori dei singoli campionati decidessero di adottare questa tipologia di motori. Il rapporto potenza/peso è appropriato per questo primo passo nelle corse in monoposto con un obiettivo di 3,6kg/CV per tutte le auto dei vari campionati.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha dichiarato: "Mi dà grande soddisfazione svelare la Formula 4 di seconda generazione qui a Monaco insieme ai rappresentanti della comunità FIA di tutto il mondo. Dalla loro introduzione nel 2014, i campionati di Formula 4 certificati dalla FIA hanno dimostrato di essere un successo, con gare attualmente organizzate in 11 paesi".

"La base essenziale della piramide delle monoposto della FIA è stata notevolmente rafforzata per il futuro, con l'attenzione giustamente posta sul nostro impegno a migliorare la sicurezza in tutti gli sport motoristici, garantendo al contempo il controllo dei costi. Il nostro obiettivo è quello di dare ai giovani piloti la migliore opportunità per dimostrare il loro talento".

Il direttore di gara della FIA Formula 1 Michael Masi, ha sottolineato: "I campionati di Formula 4 certificati dalla FIA sono una parte essenziale del percorso di sviluppo per i giovani piloti che cercano un giorno di arrivare fino alla Formula 1, e abbiamo già visto con il successo di ex piloti di Formula 4 nelle categorie superiori che questo sistema funziona proprio come previsto".

"La seconda generazione di monoposto di Formula 4 è stata attentamente sviluppata dalla FIA e dai suoi fornitori e partner per offrire un aggiornamento significativo nelle aree chiave della sicurezza e delle prestazioni, pur rimanendo conveniente per gli organizzatori del campionato e per i concorrenti. Grazie ai progressi fatti in Formula 1, che sono poi ricaduti sulle categorie minori, stiamo offrendo la migliore preparazione possibile alle prossime generazioni di piloti, e non vedo l'ora di vedere la nuova Formula 4 in azione sulla pista nei prossimi anni".

Nuova monoposto second-generation di Formula 4
Nuova monoposto second-generation di Formula 4
1/3

Foto di: FIA

Nuova monoposto second-generation di Formula 4
Nuova monoposto second-generation di Formula 4
2/3

Foto di: FIA

Nuova monoposto second-generation di Formula 4
Nuova monoposto second-generation di Formula 4
3/3

Foto di: FIA

condivisioni
commenti
F4: Bearman imbattibile. Sua anche gara 3 a Vallelunga

Articolo precedente

F4: Bearman imbattibile. Sua anche gara 3 a Vallelunga

Prossimo Articolo

Formula 4: ad Imola il giro di boa della stagione 2021

Formula 4: ad Imola il giro di boa della stagione 2021
Carica commenti