Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

Formula Regional | Aron e Bortoleto protagonisti a Barcellona

L'estone della PREMA si è imposto in Gara 1, mentre il brasiliano del R-Ace GP in Gara 2. Beganovic raccoglie solo 1 punto nel weekend. I giochi per il titolo si decideranno nell'ultimo round del Mugello.

Paul Aron, team PREMA

La prima gara del weekend di Barcellona ha visto Paul Aron convertire la pole position conquistata al mattino in una vittoria, ma per l’estone della PREMA gli ultimi giri della corsa del sabato sono stati decisamente intensi.

Dopo aver preso un ampio margine sugli inseguitori, Aron ha iniziato ad accusare un rapido degrado delle gomme e questo ha consentito ad Hadrien David di chiudere velocemente il gap dalla vetta.

Nei giri conclusivi il gap tra i due non è mai stato superiore ai 6 decimi ed Aron si è difeso con i denti, e con l’aiuto del push to pass, per resistere alla pressione di David e portare a casa una vittoria che lo ripaga della sfortuna degli ultimi appuntamenti.

David, una volta riuscito a portarsi in seconda posizione dopo aver avuto la meglio di Barrichello e van’t Hoff, ha mostrato un passo straordinario ma non è riuscito a trovare lo spunto per attaccare l’estone della PREMA e si è così dovuto accontentare di un secondo gradino del podio che non ha scalfito il suo sorriso a fine gara.

Van’t Hoff è stato autore di una corsa costante, ma sin dall’inizio si era capito che non aveva la possibilità di reggere il ritmo di Aron e dopo poche tornate il gap tra i due era già cresciuto a oltre un secondo.

Chi ha sorriso al termine di Gara 1 è stato anche Gabriele Minì. Il pilota della ART Grand Prix, scattato dall’undicesima piazza, è stato autore di una bella progressione che l’ha visto rimontare sino alla quinta posizione conclusiva.

Minì è stato protagonista di un bel duello con Kas Haverkort, concluso con un sorpasso magistrale alla staccata di curva 1, e di un altro duello con Josua Dufek sempre nello stesso punto del tracciato.

Il siciliano, però, alla staccata della prima curva è andato largo per poi rientrare in traiettoria e forzare il pilota del Van Amersfoort Racing verso la ghiaia esterna. Questo episodio ha consentito ad Haverkort di approfittarne per beffare entrambi e tagliare in traguardo in quarta posizione proprio davanti a Minì bravo nel finale a recuperare su Fornaroli e Barrichello.

Fuori dai punti ha concluso Dino Beganovic. Lo svedese della PREMA, partito dalla decima piazza, è subito retrocesso in tredicesima posizione dopo il via e per buona parte della corsa ha trovato nel compagno di squadra Sebastian Montoya un ostacolo invalicabile.

Una volta avuta strada libera, Beganovic ha provato ad agguantare la zona punti ma ha chiuso in undicesima posizione a 7 decimi di ritardo da Joshua Duerksen.

Poche emozioni nella seconda gara del weekend che ha visto il team R-Ace GP conquistare una doppietta grazie al successo ottenuto da Gabriel Bortoleto ed al secondo posto firmato ancora una volta Hadrien David.

Il brasiliano, autore della prima pole stagionale, ha comandato le operazioni dal primo all’ultimo giro anche se nel finale è stato aiutato nel resistere alla pressione di David dall’ingresso in pista della safety car resosi necessario per consentire ai commissari di rimuovere la monoposto di Bernier finita in ghiaia dopo un contatto con Beganovic.

La lotta per le prime 2 posizioni è stata simile a quella vista in Gara 1, con Bortoleto al posto di Aron. Il brasiliano ha preso il via nelle fasi iniziali ma si è trovato da metà corsa in poi a fare i conti con un David impeccabile nella gestione gomme.

Anche in questo caso al francese è mancato lo spunto per tentare l’affondo deciso e l’ingresso nel finale della safety car ha definitivamente congelato le posizioni.

Terzo gradino del podio per Pierre Louis Chovet bravo nel tenere a bada un Paul Aron che in avvio ha rischiato grosso quando è entrato in contatto con Kas Haverkort. L’olandese del Van Amersfoort Racing ha provato ad infilarsi tra la PREMA dell’estone e la monoposto di Tangavelou ed alla fine ad avere la peggio è stato il portacolori del team RPM costretto subito al ritiro.

Gara complicata per Gabriele Minì. Il siciliano è stato ancora una volta autore di una ottima partenza che gli ha consentito di recuperare dalla nona alla settima piazza, ma una volta giunto alle spalle di Durksen non è riuscito ad insidiare il pilota del team Arden perdendo pian piano contatto.

Nel finale, prima dell’ingresso in pista della safety car, Minì ha dovuto guardarsi le spalle da un Fornaroli in grandissima forma in questo round di Barcellona transitato alla fine in ottava posizione.

Weekend privo di soddisfazioni anche per Dino Beganovic. Dopo lo zero in classifica ottenuto in Gara 1 lo svedese ha chiuso Gara 2 in decima piazza rischiando anche il ritiro quando Bernier ha provato una manovra sconsiderata che gli è costata la rottura della sospensione anteriore destra.

Beganovic, però, rischia di perdere anche il punticino raccolto perché dovrà essere ascoltato dai commissari per un episodio accaduto proprio con il portacolori del team FA Racing nelle battute iniziali della corsa.

Quando manca soltanto il round del Mugello al termine del campionato, Beganovic guida ancora la classifica con 255 punti seguito da Gabriele Minì a quota 217, mentre Paul Aron è terzo ad un solo punto di distanza dal siciliano della ART Grand Prix.

Il team PREMA ha invece già chiuso matematicamente i giochi per la classifica riservata ai team ottenendo la vittoria e bissando così il successo centrato nella giornata del sabato in Germania nella F4 tedesca.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Formula Regional | Haverkort e David brillano in Austria
Prossimo Articolo Formula Regional | Beganovic conquista il titolo al Mugello

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia