F. Regional, Barcellona: Saucy inarrestabile, sua anche Gara 2

Lo svizzero ha completato il weekend perfetto conquistando anche il successo in Gara 2 ed adesso comanda in solitaria in classifica. Splendido terzo posto per Hadjar, mentre Minì è quinto.

F. Regional, Barcellona: Saucy inarrestabile, sua anche Gara 2

Un weekend praticamente perfetto. Gregoire Saucy è stato imbattibile a Barcellona, secondo round stagionale della Formula Regional, ottenendo il miglior tempo nelle Libere, la pole in entrambe le sessioni di qualifica e due vittorie nette in entrambe le gare in programma.

Niente e nessuno ha potuto fermare la marcia dello svizzero della ART Grand Prix. Ci ha provato Alex Quinn oggi, ma il pilota della Arden ha capito subito che il massimo risultato possibile sarebbe stato il secondo posto.

Quinn è scattato molto bene dalla seconda casella ed ha provato ad affiancare Saucy alla staccata di Curva 1 , ma il portacolori della ART Grand Prix è riuscito a mantenere il comando. La stessa cosa, invece, non è riuscita a Gabriele Minì, partito dalla terza piazza e subito scivolato alle spalle di Paul Aron dopo un avvio incerto.

Le operazioni in pista, anche oggi, sono state neutralizzate con l’ingresso della safety car al primo giro a causa di numerosi contatti che hanno messo fuori dai giochi alcuni dei protagonisti attesi come David, Colapinto e Vidales.

Lo spagnolo è stato davvero sfortunato in questo weekend portando a casa un doppio zero che pesa come un macigno in ottica campionato, specie se Saucy dovesse confermare anche nei prossimi appuntamenti l’attuale stato di forma.

La vettura di sicurezza è tornata ai box quando a 20 minuti dal termine e Saucy ha subito preso un buon margine su Quinn, mentre Minì ha sofferto nel mandare le proprie Pirelli in temperatura ed è stato seguito come un’ombra da Hadjar.

Il pilota del R-ace GP ha piazzato la zampata decisiva in Curva1 per poi imporre il proprio ritmo, realizzare il giro più veloce e gettarsi all’inseguimento di Paul Aron. La lotta tra l’estone ed il francese è stata entusiasmante ed i due si sono trovati più volte affiancati alla staccata della prima curva senza mai entrare in contatto, spiegando così ai “fratelli maggiori” della Formula 3 come evitare incidenti in quel tratto di circuito.

Aron, però, ha commesso un errore nei minuti conclusivi della gara perdendo il posteriore in ingresso di Curva 1 e lasciando così strada libera ad Hadjar che ha meritatamente artigliato il terzo gradino del podio. Il pilota della Prema, tra l’altro, è stato messo sotto investigazione per essere tornato in pista non rispettando le indicazioni presenti nella via di fuga.

Minì, dopo lo splendido secondo posto di Gara 1, si è dovuto accontentare di una quinta piazza che lascia l’amaro in bocca ma che non influisce negativamente su un bilancio del weekend comunque positivo. La ART Grand Prix si è confermata la scuderia di riferimento grazie anche al sesto posto firmato Ten Brinke, in crescita in questi primi due appuntamenti.

Poche le emozioni per le restanti posizioni della top ten. William Alatalo ha chiuso in settima piazza, a sei decimi di distacco da Ten Brinke, precedendo Pasma, Maloney e Beganovic.

Al termine del round di Barcellona la classifica di campionato vede Saucy scappare in vetta indisturbato con 84 punti, seguito da Aron a quota 57 e Quinn a 48, mentre Minì è il primo dei rookie in quarta posizione con 36 punti.

condivisioni
commenti
F. Regional, Barcellona: Saucy si impone in Gara 1, Minì 2°
Articolo precedente

F. Regional, Barcellona: Saucy si impone in Gara 1, Minì 2°

Prossimo Articolo

Formula Regional: confermato il round di Spa-Francorchamps

Formula Regional: confermato il round di Spa-Francorchamps
Carica commenti