Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
39 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Gunther implacabile, trionfa in Gara 1 e vola al comando in classifica piloti

condivisioni
commenti
Gunther implacabile, trionfa in Gara 1 e vola al comando in classifica piloti
Di:
17 giu 2017, 09:43

Successo schiacciante del pilota del team Prema, autore di una gara impeccabile che l'ha visto dominare e cogliere il primo posto in classifica piloti approfittando dei risultati di Norris, ottavo, ed Eriksson, decimo.

Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Jake Hughes, Hitech Grand Prix, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Maximilian Günther, Prema Powerteam Dallara F317 - Mercedes-Benz
Callum Ilott, Prema Powerteam, Dallara F317 - Mercedes-Benz
Ferdinand Habsburg, Carlin, Dallara F317 - Volkswagen
Lando Norris, Carlin Dallara F317 - Volkswagen
Ferdinand Habsburg, Carlin, Dallara F317 - Volkswagen
Nikita Mazepin, Hitech Grand Prix, Dallara F317 - Mercedes-Benz

Maximilian Gunther aveva una occasione d'oro per conquistare la vetta della classifica piloti e non l'ha sprecata. Il tedesco della Prema, grazie ad una gara semplicemente perfetta, ha colto un successo netto, schiacciante, mai messo in discussione sin dalla partenza.

Gunther, infatti, è stato autore di un avvio da manuale che l'ha visto subito mantenere la prima posizione, mentre qualche fila più dietro Lando Norris pagava ancora una volta uno start non eccelso retrocedendo dalla settima alla nona posizione.

Una breve neutralizzazione con Full Course Yellow, necessaria per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Aron rimasta nella ghiaia dopo un contatto con Pedro Piquet nel corso del primo giro, non ha fatto perdere la concentrazione al tedesco, capace di aumentare giro dopo giro il margine sui diretti inseguitori e riuscire a tagliare in solitaria il traguardo.

Decisamente più intensa la lotta per il secondo gradino del podio che ha visto Jake Hughes avere la meglio su Jehan Daruvala. Il pilota del team Hitech ha sfruttato al meglio la partenza dalla seconda casella in griglia ereditata da Joey Mawson a seguito della penalità rimediata dal pilota del team VAR a Pau, ed ha resistito per tutta la gara ad una pressione costante da parte dell'indiano del team Carlin.

Daruvala non è riuscito mai a tentare un attacco nei confronti di Hughes nonostante un distacco minimo tra le due vetture, ma il terzo gradino del podio conferma un potenziale decisamente ottimo per il portacolori del team Carlin.

Da applausi la gara di Joey Mawson. L'australiano è stato protagonista di una grande qualifica conclusa al secondo posto, ma l'arretramento in quinta posizione griglia ha compromesso ogni possibilità di conquista del podio. 

Il pilota del Van Amersfoort Racing non si è comunque tirato indietro ed ha regalato un grande spettacolo nel duello con Callum Ilott per la quarta piazza. Il britannico ha accusato uno scivolamento eccessivo della propria vettura e Mawson ne ha approfittato infilando in curva 2 per poi lanciarsi all'inseguimento di Daruvala e Hughes.

Interessante il sesto posto colto da Harrison Newey bravo a precedere Guanyu Zhou, mentre Lando Norris ha concluso in ottava posizione una gara vissuta in rimonta.

Il rookie del team Carlin, dopo essere retrocesso dalla settima alla nona posizione in avvio, ha trovato in Mick Schumacher un avversario ostico da superare. I due sono arrivati al contatto in curva 1, con l'anteriore sinistra del tedesco che ha toccato la posteriore destra di Norris, ma fortunatamente entrambi non ha riportato danni.

Il pilota del team Carlin, una volta superato Schumacher, ha ridotto in maniera drastica il gap da Zhou ma non è riuscito a portarsi vicino al cinese per tentare un attacco, mentre Schumacher, nonostante un ritmo distante dai primi, è stato bravissimo nel resistere nel finale alla pressione di Joel Eriksson.

Lo svedese è riuscito subito a risalire dalla diciassettesima posizione di partenza sino alla undicesima, ma ha perso molto tempo nell'avere la meglio sul neo compagno di team David Beckmann.

Una volta sopravanzato il tedesco con una gran staccata in curva 1, Eriksson si è subito messo in scia a Schumacher, ma il rookie della Prema è stato lucidissimo nel chiudere ogni porta e nel portare a casa un prezioso nono posto.

 

 

Prossimo Articolo
Maximilian Gunther domina sul bagnato e conquista la pole all'Hungaroring

Articolo precedente

Maximilian Gunther domina sul bagnato e conquista la pole all'Hungaroring

Prossimo Articolo

Ilott ed Eriksson conquistano le pole per Gara 2 e Gara 3 in Ungheria

Ilott ed Eriksson conquistano le pole per Gara 2 e Gara 3 in Ungheria
Carica commenti