Wolff: “La guida autonoma non è per le corse...”

Il responsabile del reparto corse Mercedes-Benz non crede al progetto Roborace lanciato dalla F.E

Non piace a “Toto” Wolff il progetto Roborace, l'idea di un campionato automobilistico esclusivamente riservato a vetture a guida autonoma lanciato da una partnership tra la Formula E e l'investitore russo Denis Sverdlov della finanziaria Kinetik.

Secondo il grande capo del motorsport Mercedes-Benz, le automobili senza conducente dovrebbero essere esclusivamente impegnate sulle strade per migliorare la mobilità, e non per organizzare competizioni senza il contributo degli uomini.

"La guida autonoma sta finalmente per diventare realtà sulle strade di tutti i giorni con le vetture di serie, e sta per rendere più facile la vita di ciascuno di noi", ha detto Wolff."E questo è il modo corretto in cui questa tecnologia deve procedere. Siamo tutti qui per lo più perché ci piace vedere i piloti sfidarsi l'un l'altro con vetture che sono affascinanti da guardare in corsa”.

Più in dettaglio e in maniera netta, il manager tedesco ha detto che “ciò di cui parliamo è un ambito che non possiamo affatto permetterci di considerare uno sport: è una tecnologia o un campo di indagine specifico della ricerca e sviluppo, ma nulla di più".

Alla domanda se la Mercedes Motorsport sia interessata alla sperimentazione “driverless”, “Toto” Wolff ha risposto recisamente: "Sulla strada, sì. Sui di campi di gara dell'automobilismo, no".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag wolff