Villeneuve: “Non ho alcun piano per l'avvenire...”

condivisioni
commenti
Villeneuve: “Non ho alcun piano per l'avvenire...”
René Fagnan
Di: René Fagnan , Motorsport.com Canada
Tradotto da: Gabriele Testi, Switzerland Editor-in-Chief
26 gen 2016, 14:54

Jacques svela gli insuccessi del suo contributo tecnico alla Venturi e ciò che l'ha spinto fuori dalla F.E

Jacques Villeneuve, Venturi
(Da sinistra a destra): Jacques Villeneuve, with Mika Salo,
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team
Jacques Villeneuve, Venturi Formula E Team

E adesso che cosa accadrà? Jacques Villeneuve, ex campione del mondo 1997 di Formula 1, dice di non avere alcun piano per il proprio futuro dopo l'avvenuta separazione consensuale dalla Venturi di Formula E.

Come noto, l'équipe monegasca ha annunciato la scorsa settimana che il canadese non prenderà parte alla prossima tappa di Buenos Aires e verrà sostituito con effetto immediato nonché per il resto della stagione dal britannico Mike Conway.

Il 44enne veterano dell'automobilismo ha gareggiato con la ex squadra nelle prime tre gare delcampionato 2015-2016, ma non è mai riuscito a entrare in zona punti prima di abbandonare la compagnia.

“Non ho lasciato la Formula E per migrare in un'altra categoria", ha detto Jacques aMotorsport.com. "Non ho altri progetti, al momento. Ciò che è accaduto è successo molto in fretta. Non ho altro da aggiungere. Poiché non c'erano attacchi nei miei riguardi, non vedo il bisogno né voglio difendermi”.

E ancora: "Almeno la situazione attuale mi permetterà di lavorare ad altre iniziative. Io sono un pilota di auto da competizione, e il mio obiettivo è sempre quello di correre".

Ha poi aggiunto: "Sono stato molto coinvolto nel progetto e ho introdotto diverse cose che attualmente vengono utilizzate dal team sul quale avevo investito parecchio, ma purtroppo non eravamo sulla stessa lunghezza d'onda, nell'ultimo periodo. Penso che le cose si siano complicate durante le vacanze di Natale, intorno al giorno di Capodanno...”.

"Questa è stata ovviamente una decisione consensuale, cioè originata da entrambe le parti. Devi sempre fidarti della versione ufficiale della storia, dopodiché tutti hanno il diritto di credere a ciò che pensano", ha continuato Villeneuve.

L'ex driver di Williams, BAR, Renault, Sauber e BMW Sauber nel Circus ha suggerito che il suo “fallimento” durante l'ultimo round della serie a Punta del Este - un incidente in qualifica che gli ha impedito di prendere parte alla gara in Uruguay – ha acuito le differenze di vedute con la Venturi.

“È sempre una cosa deludente non portare a termine un progetto, soprattutto quando l'impegno si esaurisce molto presto in una stagione in cui ci sarebbe stato ancora tanto da fare. Io non ho nemmeno avuto il tempo di ambientarmi", ha raccontato Jacques.

"È stato abbastanza frustrante. Abbiamo sopportato diversi problemi durante le due corse di apertura della stagione, i quali hanno limitato il mio tempo al volante in posta. Poi, ho danneggiato la mia scocca alla terza gara, cosa che mi ha impedito di correre”.

Concludendo: "Questa situazione lascia tutti insoddisfatti. Se il rapporto non è più buono, è meglio per ciascuno concentrarsi sui propri progetti. In questo modo, si evitano scontri. Questo è tutto…".

Prossimo articolo Formula E

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Jacques Villeneuve
Team Venturi
Autore René Fagnan
Tipo di articolo Intervista