Vergne conquista il successo al Sanya E-Prix, da Costa vola in classifica piloti

condivisioni
commenti
Vergne conquista il successo al Sanya E-Prix, da Costa vola in classifica piloti
Di:
23 mar 2019, 08:52

Il francese è il sesto vincitore differente in sei appuntamenti, ma rischia di perdere il primo posto per una infrazione commessa sotto safety car. Rowland e da Costa completano il podio ed il portoghese è il nuovo leader del campionato.

Dopo aver dovuto masticare amaro in qualifica ed aver visto Oliver Rowland soffiargli la pole, Jean Eric Vergne si è riscattato alla grande in gara conquistando il successo in un Sanya e-Prix caratterizzato da numerosi incidenti, ritiri eccellenti ed una interruzione con bandiera rossa.

Il francese, tuttavia, deve ancora aspettare per avere la certezza della vittoria perché la direzione gara l’ha messo sotto investigazione per il comportamento tenuto dietro la safety car una volta che le monoposto hanno ripreso la via del tracciato dopo la sosta.

Vergne è stato comunque autore di una gara giocata benissimo di strategia nonostante una partenza non proprio da urlo dove ha rischiato di venire subito sopravanzata da Antonio Felix da Costa. Il campione in carica è riuscito a tenere il portoghese alle spalle e restare in scia alla Nissan del poleman Rowland.

La prima metà di gara ha visto i primi cinque, Rowland, Vergne, da Costa, Abt e Sims, viaggiare a distanza ravvicinata, ma a movimentare la situazione ci ha pensato proprio il portacolori della Techeetah con un sorpasso da applausi a ruote fumanti che ha sorpreso proprio Rowland.

Una volta passato al comando, Vergne è riuscito ad impostare il proprio ritmo ed a tenere per un soffio la prima posizione anche quando è passato sulla zona dell’attack mode.

Rowland ha tentato proprio in quella occasione di beffare il francese, ma ha dovuto alzare il piede dall’acceleratore per evitare un contatto quasi certo. Il pilota della Nissan e.dams è stato invece molto deciso quando ha chiuso la porta a da Costa provocando un leggero contatto con la BMW del portoghese.

La lotta in pista è stata però interrotta quando al termine dell’e-Prix mancavano dieci minuti a causa del contatto avvenuto tra Sims e Lotterer. La BMW dell’inglese è rimasta ferma in un punto del tracciato dove i commissari hanno avuto problemi ad intervenire e si è così deciso di esporre la bandiera rossa e far tornare tutti i piloti in pit lane per consentire ai commissari di entrare in circuito e rimuovere in sicurezza la monoposto incidentata.

Alla ripartenza Vergne ha mantenuto il comando davanti a Rowland e da Costa, mentre alle spalle dei primi tre si è assistito all’ennesimo incidente di giornata che ha visto protagonisti  Buemi, Frijns e Di Grassi.

Lo svizzero, scattato dai box dopo i problemi patiti in superpole, è stato autore di una rimonta incredibile che l’ha visto concludere in sesta piazza, ma proprio nel finale ha completamente sbagliato una staccata centrando un incolpevole Frijns che, a sua volta, non è riuscito a controllare la sua monoposto finendo contro la Audi di Lucas Di Grassi.

Il triplice contatto, e la presenza della vettura del brasiliano ferma in pista, ha costretto la direzione gara a far concludere l’e-Prix di Sanya in regime di full course yellow.

Vergne è così transitato in prima posizione a velocità ridotta ed è diventato il sesto vincitore differente nelle prime sei gare stagionali, mentre Olive Rowland ha regalato il primo podio alla Nissan grazie al secondo posto centrato con una dura resistenza su da Costa.

Il pilota della BMW ha pensato a portare a casa punti pesanti in ottica campionato che gli hanno consentito di salire in vetta alla classifica piloti ed ha impedito alla Techeetah di piazzare due vetture sul podio precedendo André Lotterer.

Il tedesco non ha riportato danni alla propria monoposto nel contatto con Sims, a differenza di quanto avvenuto nello scorso appuntamento quando aveva forato dopo essere stato toccato da Bird, ed ha così chiuso in quarta piazza davanti a Daniel Abt.

Il tedesco è stata la nota positiva di giornata in casa Audi complice anche una gara complicata per Lucas Di Grassi conclusa con un ritiro quando si trovava proprio alle spalle del compagno di team.

Detto di Buemi, protagonista di una grande rimonta sino al sesto posto ma probabilmente penalizzato per aver innescato l’incidente tra Frijns e Di Grassi, il settimo ed ottavo posto sono stati conquistati dai due portacolori della Mahindra, D’Ambrosio e Wehrlein, mentre la top ten si è completata con Mitch Evans nono davanti ad Edoardo Mortara.

Gara da dimenticare per l’ex leader del campionato, Sam Bird. L’inglese, infatti, dopo aver patito in qualifica, è stato costretto ad alzare bandiera bianca nelle fasi iniziali della gara ed è così retrocesso dalla prima alla terza posizione in classifica piloti.

Al termine del round di Sanya il campionato vede adesso Antonio Felix da Costa in prima posizione con 62 punti seguito da Jerome D’Ambrosio a quota 59, mentre Vergne, qualora dovesse mantenere la vittoria odierna, occupa la terza piazza a pari merito con Bird con 54 punti.

Cla   # Piloti Team Giri Tempo Gap Interval km/h Ritiri Punti
1   25 France Jean-Eric Vergne  China Techeetah 36 1:02'50.185     81.8   26
2   22 United Kingdom Oliver Rowland  France DAMS 36 1:02'51.947 1.762 1.762 81.7   21
3   28 Portugal Antonio Felix da Costa  United States Andretti Autosport 36 1:02'53.453 3.268 1.506 81.7   15
4   36 Germany Andre Lotterer  China Techeetah 36 1:02'54.816 4.631 1.363 81.7   12
5   66 Germany Daniel Abt  Germany Team Abt 36 1:02'56.157 5.972 1.341 81.6   10
6   23 Switzerland Sébastien Buemi  France DAMS 36 1:02'59.590 9.405 3.433 81.6   8
7   64 Belgium Jérôme d'Ambrosio  India Mahindra Racing 36 1:03'07.525 17.340 7.935 81.4   6
8   94 Germany Pascal Wehrlein  India Mahindra Racing 36 1:03'08.552 18.367 1.027 81.4   4
9   20 New Zealand Mitch Evans  United Kingdom Jaguar Racing 36 1:03'10.831 20.646 2.279 81.3   2
10   48 Switzerland Edoardo Mortara  Monaco Venturi 36 1:03'12.393 22.208 1.562 81.3   1
11   19 Brazil Felipe Massa  Monaco Venturi 36 1:03'17.924 27.739 5.531 81.2    
12   16 United Kingdom Oliver Turvey  China NIO Formula E Team 36 1:03'21.638 31.453 3.714 81.1    
13   8 France Tom Dillmann  China NIO Formula E Team 36 1:03'22.839 32.654 1.201 81.1    
14   4 Netherlands Robin Frijns  United Kingdom Virgin Racing 35 1:02'30.943 1 Lap 1 Lap 79.9    
15   11 Brazil Lucas di Grassi  Germany Team Abt 34 59'41.841 2 Laps 1 Lap 81.3    
  dnf 3 Brazil Nelson Piquet Jr.  United Kingdom Jaguar Racing 21 26'28.411 15 Laps 13 Laps   Retirement  
  dnf 27 United Kingdom Alexander Sims  United States Andretti Autosport 20 25'02.371 16 Laps 1 Lap   Retirement  
  dnf 17 United Kingdom Gary Paffett  Germany HWA AG 13 17'06.374 23 Laps 7 Laps   Retirement  
  dnf 7 Argentina Jose Maria Lopez  United States Dragon Racing 10 13'13.422 26 Laps 3 Laps   Retirement  
  dnf 5 Belgium Stoffel Vandoorne  Germany HWA AG 1 3'02.356 35 Laps 9 Laps   Retirement  
  dnf 2 United Kingdom Sam Bird  United Kingdom Virgin Racing           Retirement  
  dnf 6

Brazil Felipe Nasr 

 

United States Dragon Racing  
Scorrimento
Lista

Sébastien Buemi, Nissan e.Dam, Nissan IMO1

Sébastien Buemi, Nissan e.Dam, Nissan IMO1
1/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
2/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
3/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, prova la partenza davanti a Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05, Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3

Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, prova la partenza davanti a Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05, Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05, Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3
4/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Robin Frijns, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
5/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing
6/22

Foto di: Sam Bloxham / LAT Images

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro, bloccaggio

Pascal Wehrlein, Mahindra Racing, M5 Electro, bloccaggio
7/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Oliver Turvey, NIO Formula E Team, NIO Sport 004, viene spinto nel garage

Oliver Turvey, NIO Formula E Team, NIO Sport 004, viene spinto nel garage
8/22

Foto di: Sam Bloxham / LAT Images

Oliver Turvey, NIO Formula E Team, NIO Sport 004

Oliver Turvey, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
9/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO1

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO1
10/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO1

Oliver Rowland, Nissan e.Dams, Nissan IMO1
11/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3
12/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3
13/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing
14/22

Foto di: Sam Bloxham / LAT Images

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3

Nelson Piquet Jr., Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3
15/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05, fa una prova di partenza con Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3, Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05, fa una prova di partenza con Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3, Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
16/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05

Lucas Di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler, Audi e-tron FE05
17/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M5 Electro

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M5 Electro
18/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jose Maria Lopez, Dragon Racing, Penske EV-3

Jose Maria Lopez, Dragon Racing, Penske EV-3
19/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M5 Electro

Jérôme d'Ambrosio, Mahindra Racing, M5 Electro
20/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Gary Paffett, HWA Racelab, VFE-05

Gary Paffett, HWA Racelab, VFE-05
21/22

Foto di: Sam Bagnall / LAT Images

Felipe Massa, Venturi Formula E, Venturi VFE05

Felipe Massa, Venturi Formula E, Venturi VFE05
22/22

Foto di: Joe Portlock / LAT Images

Prossimo Articolo
Sanya E-Prix: Rowland sconfigge Vergne e centra la sua prima pole stagionale

Articolo precedente

Sanya E-Prix: Rowland sconfigge Vergne e centra la sua prima pole stagionale

Prossimo Articolo

Vergne: "Sapevo di poter passare Rowland solo in un punto e sono riuscito a sorprenderlo"

Vergne: "Sapevo di poter passare Rowland solo in un punto e sono riuscito a sorprenderlo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Sanya
Piloti Jean-Éric Vergne
Team Techeetah
Autore Marco Di Marco
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie