Vergne: "Avrei potuto vincere a Marrakech, sono stato un idiota!"

condivisioni
commenti
Vergne:
Di: Jake Boxall-Legge
Co-autore: Alex Kalinauckas
13 gen 2019, 10:23

Il campione del mondo ha gettato al vento un possibile successo a seguito del contatto con Bird avvenuto alla prima staccata. Vergne è stato comunque protagonista di una grande rimonta che l'ha visto chiudere al 15° posto.

Pioggia di coriandoli mentre Sam Bird, Envision Virgin Racing, 3° classificato, festeggia sul podio
La gomma posteriore forata di Gary Paffett, HWA Racelab, VFE-05
Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
Sébastien Buemi, Nissan e.Dam, Nissan IMO1
Sébastien Buemi, Nissan e.Dam, Nissan IMO1, Jean-Eric Vergne, DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19
Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05, nel garage
Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

L’ePrix di Marrakesh di Jean Eric Vergne è stato macchiato da un grossolano errore compiuto dal campione in carica nei primi metri di gara.

Il francese, scattato dalla seconda casella, ha cercato di passare Sam Bird alla prima staccata per prendere subito il comando delle operazioni, ma ha ritardato eccessivamente la frenata ed ha colpito la Virgin dell’inglese per poi finire in testacoda e retrocedere in diciannovesima posizione.

Dopo questo disastro, Vergne ha disputato una corsa tutta all’attacco ed è riuscito a rimontare sino alla quinta piazza finale.

Leggi anche:

Il francese, intervistato da Motorsport.com, non ha usato giri di parole per commentare il suo errore:“Sono stato un idiota. Cerco sempre di tenere un margine di sicurezza, come ho fatto lo scorso anno a New York con Buemi, ma credo che quest’anno la vettura sia un po’ differente”.

“Non sono riuscito a fermare la mia monoposto e sono finito contro Sam. Non volevo rovinare la sua e la mia gara ed ho ricevuto una penalità per il prossimo round”.

“Sono andato tutto all’interno ed ovviamente mi sono giro. Avrei potuto scegliere tra finire in testacoda o buttare fuori anche Sam, ma ho preferito la prima opzione”.

“E’ stata una manovra sconsiderata perché avevo il passo per vincere. Sono riuscito a recuperare sulle BMW nonostante abbia dovuto superare 15 vetture. Questo ha dimostrato come il mio passo gara fosse davvero al top”.

“Non avevo bisogno di essere primo alla prima curva per vincere la gara. Ho compiuto un errore che non ripeterò più”.

La rimonta compiuta da Vergne è stata davvero spettacolare e nessuno dei rivali ha reso la vita semplice al campione del mondo.

“Ho lottato duramente con tutti. Nessuno mi ha lasciato passare agevolmente ed ho dovuto prendere molti rischi. E’ stata una bella lotta. Nella scorsa stagione ho pensato a difendermi, mentre quest’anno sono stato il re dei sorpassi”.

 Sam Bird ha parlato del contatto avvenuto ad inizio gara ma non si è sbilanciato più di tanto.

“Non so molto di questo incidente ma credo che possa aver danneggiato la mia vettura. Tutto quello che posso dire è che sono stato colpito da dietro e ho guidato un’auto che avrebbe potuto accusare un problema in qualsiasi momento”.

“Sicuramente dobbiamo effettuare dei controlli. Sui rettilinei non ero per nulla competitivo, ma ormai è andata così e siamo riusciti ad ottenere un risultato eccezionale per il team”.

Prossimo Articolo
Da Costa: "Sono devastato per lo scontro con Sims, mi assumo tutta la colpa"

Articolo precedente

Da Costa: "Sono devastato per lo scontro con Sims, mi assumo tutta la colpa"

Prossimo Articolo

Fotogallery: ecco le immagini più belle dell'ePrix di Marrakech

Fotogallery: ecco le immagini più belle dell'ePrix di Marrakech
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Marrakesh
Sotto-evento Sabato, gara
Piloti Jean-Éric Vergne
Team Techeetah
Autore Jake Boxall-Legge