Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
74 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
89 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
109 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
125 giorni

Ventiquattro vetture in F.E dalla stagione 2018-2019?

condivisioni
commenti
Ventiquattro vetture in F.E dalla stagione 2018-2019?
Di:
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
24 ago 2016, 14:53

La scadenza del contratto firmato dalle attuali squadre e l’avvento della vettura unica in gara potrebbero legittimare Alejandro Agag a concedere due team in più rispetto alle attuali dieci franchigie.

La patenza
Partenza
Starting grid action
La partenza della gara
partenza
Emerson Fittipaldi and Alejandro Agag, Formula E CEO
Alejandro Agag, CEO Formula E, Francesco Starace, CEO General Manager Enel Group

Le griglia di partenza del Campionato FIA di Formula E potrebbero espandersi fino 24 vetture a partire della quinta stagione di esistenza in vita della categoria, come ha ammesso lo stesso boss della sempre più promettente serie Alejandro Agag.

Il campionato “full electric” è attualmente limitato a 10 squadre da due vetture per una serie di motivi logistici e operativi, che potrebbero essere tuttavia rivisti nel giro di un paio d’anni...

La tabella di marcia tecnica della categoria a emissioni zero è strutturata per arrivare all’obiettivo di una macchina per ogni pilota in corsa nella stagione 2018-2019, il che renderebbe possibile ammettere due nuove scuderie al via degli ePrix.

"Abbiamo un accordo scritto con le squadre finalizzato a mantenere il numero di team a quota dieci, almeno finché gareggeremo con due vetture per pilota", ha detto a Motorsport.com il grande capo della Formula E, Alejandro Agag. 

"Quando ci saremo sistemati e potremo contare su una sola macchina per conduttore nella quinta stagione, spetterà a me decidere se ammettere due entità in più alla onde portare il numero totale di squadre al limite di dodici. Al momento, non abbiamo ancora deciso se attivare o no quest’opzione...”.

"Ovviamente, le squadre che attualmente sono presenti nella nostra categoria preferirebbero che ciò non avvenisse, perché la loro franchigia manterrebbe un valore più alto...”, ha proseguito il manager spagnolo.

"Ciononostante, i contratti in essere con noi ci consentono di fare un’ulteriore allocazione di licenze: va da sé che dovremo riflettere bene sul da farsi e confrontarci con le scuderie già presenti".

Il “tappo” al numero di squadre impegnate, imposto fino alla quinta stagione, ha fatto sì che entrambe le nuove formazioni della Formula E, Jaguar e Techeetah, dovessero acquisire gli slot di team esistenti e poi defunti, rispettivamente Trulli e il Team Aguri, per accedere al Campionato FIA…

Prossimo Articolo
Buemi: “Siamo già più veloci rispetto a un anno fa...”

Articolo precedente

Buemi: “Siamo già più veloci rispetto a un anno fa...”

Prossimo Articolo

Agag: “Lo status di Campionato del Mondo non è una priorità”

Agag: “Lo status di Campionato del Mondo non è una priorità”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Autore Sam Smith