Ultim'ora: successo “a tavolino” per Jérôme D'Ambrosio!

condivisioni
commenti
Ultim'ora: successo “a tavolino” per Jérôme D'Ambrosio!
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Rédacteur en Chef/Redaktionsleiter/Direttore Switzerland
13 mar 2016, 04:19

Lucas Di Grassi, vincitore sul campo del Mexico City ePrix, è stato trovato sottopeso di 1,8 kg alle verifiche post-gara con la ABT Schaeffler FE01 usata nel primo turno di guida e ciò ha "promosso" la Dragon Racing.

Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Panoramica del circuito
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport celebra la vittoria
Podio: il vincitore Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport, secondo lugar Jérôme d'Ambrosio, Dr
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport celebra con champaña
Lucas di Grassi, ABT Schaeffler Audi Sport
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing celebra
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing leads
Sébastien Buemi, Renault e.Dams and Jean-Eric Vergne, DS Virgin Racing Formula E Team play simulator

Lucas Di Grassi è stato escluso dalla classifica dell'ePrix di Città del Messico dopo aver fallito le verifiche post-gara al controllo del peso con la propria monoposto. La decisione implica che Jérôme D'Ambrosio è stato dichiarato vincitore a tavolino della prima edizione della gara centroamericana, quinta prova 2015-2016 del Campionato FIA di Formula E. La decisione dei Commissari Sportivi fa sì che Sébastien Buemi (Renault e.dams) guidi attualmente la classifica generale con un vantaggio di 22 punti.

La monoposto ABT Schaeffler FE01 che il pilota brasiliano ha usato nella prima parte di corsa, ovvero in anticipo rispetto al pit-stop obbligatorio, non rispettava infatti il peso minimo di 888 chilogrammi, così come è dettato dall'articolo 5.1 del regolamento tecnico della categoria “full electric”. La vettura aveva infatti un peso di “appena” 886,2 kg, 1.800 grammi inferiore al consentito, e di conseguenza è stata squalificata senza troppi complimenti.

È la seconda volta nel giro di un anno che Lucas Di Grassi perde il punteggio massimo, essendogli stata negata la vittoria nel DHL Berlino ePrix del 23 maggio 2015. In quell'occasione la scuderia tedesca venne penalizzata per la modifica di una parte dell'ala davanti e delle carenature delle ruote anteriori della sua auto.

Casualmente, anche la Dragon Racing e il pilota belga vennero promossi al primo posto in quell'occasione. Jérôme D'Ambrosio ha ricevuto a propria volta una sanzione in quanto ha percorso il suo giro più veloce, che gli sarebbe valso due punti in graduatoria e lo score massimo nella classifica generale dopo la pole position staccata nella mattinata di sabato, in seguito a un taglio di chicane. Nicolas Prost (Renault e.dams) ha preso i due punti extra per il giro più veloce dopo la penalità al driver di punta della Dragon Racing.

La zavorra può essere regolarmente utilizzata in Formula E, ma comunque deve essere posizionata sulla chiglia, fissata direttamente con un minimo di quattro filettature M8 al di sotto della cella di sopravvivenza e in modo tale che siano richiesti attrezzi specifici per la sua rimozione e il controllo. 

Prossimo articolo Formula E