Ufficiale: l’ePrix di Zurigo rompe un tabù lungo 64 anni!

Sarà la tappa di Formula E in riva alla Limmat a riportare le competizioni automobilistiche su circuito in Svizzera dopo il GP di Bremgarten del 1954. Alejandro Agag: “Motivo di soddisfazione particolare”.

Sessantaquattro anni di digiuno, equivalenti a un’attesa pressoché infinita. Tanto il tempo trascorso dall’ultimo Gran Premio disputato nel territorio della Confederazione Elvetica. L’ultimo in assoluto fu l’apparizione della Formula 1 sul parco bernese del Bremgarten il 22 agosto 1954.

Con l’ufficializzazione del calendario della stagione 4 della Formula E, avvenuto il 21 settembre a corollario del Consiglio Mondiale dell’Automobile di Parigi, non ci sono più dubbi: anche la Svizzera tornerà a ospitare un evento automobilistico.

La serie “full electric” diretta da Alejandro Agag sbarcherà in riva al fiume Limmat il 10 giugno 2018, quale terzultima tappa del Campionato FIA di Formula E. I rappresentanti della Città di Zurigo e i vertici della competizione a emissioni zero hanno siglato un accordo biennale con opzione per il terzo. 

 

L’idea di tracciato per l’ePrix di Zurigo
L’idea di tracciato per l’ePrix di Zurigo

Photo by: E-mobil Züri

La corsa, che si terrà di domenica anziché di sabato per motivi logistici, toccherà con mano il cuore della più popolosa metropoli del Paese, essendo essa incentrata tra la zona portuale e il Quai General Guisan, area d’arrivo dopo l’attraversamento della Gotthard Strasse.

Il tracciato del primo ePrix di Zurigo è in linea con quanto mostrato da Motosport.com Svizzera nel mese di giugno, eccezion fatta per un piccolo accorciamento della distanza dovuta alla presenza di binari delle linee tramviarie. 

“Il calendario della stagione 4 di Formula E è sicuramente uno dei più eccitanti dalla creazione del campionato a oggi, in quanto vi saranno quattro grandi novità: Cile, Brasile, Italia e Svizzera. Di quest’ultima news sono enormemente orgoglioso. Riportare il motorsport nella Confederazione Elvetica dopo più di sessant’anni è motivo di grande soddisfazione. Questo non sarebbe stato possibile senza i valori della mobilità sostenibile che sposa una competizione in continua espansione come la nostra”, spiega Alejandro Agag.

Il CEO spagnolo ci tiene anche a sottolineare il lavoro di supporto svolto da Julius Bär Bank, il più importante istituto di credito svizzero di pura gestione patrimoniale, e main sponsor del campionato “full electric” fin dagli albori. Tanti i meriti che spettano a Marco Parroni, Head Global Sponsoring e Deputy Head Marketing nonché Managing Director di Julius Bär Bank, capace di svolgere un lavoro di cementificazione degno di nota. “Un grande grazie a Boris Collardi, CEO di Julius Bär, e tutto il suo team di lavoro per aver creduto nella Formula E dal giorno zero”.

Sorride, e ne ha ben donde, appunto Boris Collardi, il quale si dice immensamente onorato di accogliere un appuntamento del motorsport sostenibile. “In qualità di Global Partner dal giorno zero, non possiamo che essere orgogliosi e emozionati nell’ospitare una corsa di Formula E all’interno della nostra nazione, avendola essa supportato ancor prima che si disputasse la prima corsa. Si tratta di un importante apripista per il futuro della mobilità sostenibile. Zurigo è la città ideale per abbracciare questa visione grazie al suo stile di vita cosmopolita e il profondo rispetto per l’ambiente. Crediamo che l’ePrix di Zurigo sarà un indimenticabile evento e non vediamo l’ora che questo sogno divenga realtà”.

Chi non smette di sorridere è anche Jean Todt, presidente FIA dal 23 ottobre 2009. “Non posso fare altro che rallegrami per il ritorno di un evento automobilistico in Svizzera. Riportare una gara in un territorio avulso dal motorsport per lungo tempo rientra tra gli obiettivi della Federazione Internazionale dell’Automobile”, ha confessato l’ex amministratore delegato e direttore generale della Ferrari. 

 

E-Mobil Züri, Hardbrücke Zürich
E-Mobil Züri, Hardbrücke Zürich

Photo by: cR Kommunikation AG

E ancora: “Con l’ufficializzazione delle corse a San Paolo, Santiago, Roma e Zurigo il campionato si preannuncia emozionante e ricco di sorprese, con i piloti costretti a imparare nuovi tracciati”.

Sarà la corsa di casa anche per l’ex campione di categoria Sébastien Buemi, il quale non ha perso tempo per esprimere tutta la soddisfazione per “un’idea che diventa realtà, tanto più che nella stagione 2017-2018 sarà coadiuvato sui tracciati in veste di avversario dal connazionale Neel Jani alla Dragon Racing.

“Qualche anno fa sembrava impossibile organizzare un evento del genere, ma grazie ai valori della Formula E posso tornare a gareggiare nella mia nazione. Finalmente anche io ho un Gran Premio di casa dove posso essere circondato dai miei connazionali”, ha concluso l’ex campione in forze alla Renault e.dams. 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento Il tracciato della Formula E a Zurigo
Sub-evento Annuncio
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag eprix zurigo, formula e, motorsport switzerland, schweiz, suisse, svizzera