La Formula E sostituisce San Paolo con Punta del Este

condivisioni
commenti
La Formula E sostituisce San Paolo con Punta del Este
Scott Mitchell
Di: Scott Mitchell
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
07 dic 2017, 11:30

Dopo la decisione di posticipare l’ePrix brasiliano al 2019 per lungaggini nel processo di privatizzazione dell’area deputata alla corsa, mercoledì è arrivata la risposta del Consiglio Mondiale dello Sport.

Con l’obiettivo di mantenere il numero dei round in programma a 14, la FIA ha stabilito che il prossimo 17 marzo, anziché andare in scena nella metropoli verde-oro, la Formula E, correrà per le strade dell’Uruguay, già sede di gara nel 2014-2015 e nel 2015-2016 nel mese di dicembre. 

 

“La situazione di San Paolo è parsa sin da subito un’incognita”, ha dichiarato ad Autosport/Motorsport.com il patron della serie Alejandro Agag. 

“La politica brasiliana è complicata e instabile. Il sindaco aveva espresso l’intenzione di rendere privata la zona prescelta, dunque avevo già pensato ad un’alternativa”.

“È importante conservare la frequenza degli ePrix e del campionato, specialmente dal punto di vista della diffusione televisiva. Ecco perché Punta era pronta nel cassetto”, ha sottolineato lo spagnolo. 

Nelle precedenti visite nel Paese dell’America meridionale a vincere era stato Sébastien Buemi. Unico finora ad andare a segno per due volte nella stessa venue, come avvenuto anche a Monaco nel 2015 e 2017. 

 

 

 

Prossimo Articolo
Porsche e Audi pronte a collaborare in Formula E!

Articolo precedente

Porsche e Audi pronte a collaborare in Formula E!

Prossimo Articolo

Neel Jani ansioso: “Da anni non prendevo una batosta così!”

Neel Jani ansioso: “Da anni non prendevo una batosta così!”
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Scott Mitchell