Rosenqvist: “In tilt il sistema di calcolo dell’energia”

condivisioni
commenti
Rosenqvist: “In tilt il sistema di calcolo dell’energia”
Antonio Russo
Di: Antonio Russo , Motorsport.com Switzerland
17 lug 2017, 14:16

Lo svedese è sempre più tra i protagonisti della Formula E edizione 2016-2017. Il pilota della Mahindra ha disputato un’ottima corsa bis a New York, giungendo secondo alle spalle del “cannibale” Sam Bird malgrado qualche guaio.

Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Winner Sam Bird, DS Virgin Racing, in the Press Conference with Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, a
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, congratulates Sam Bird, DS Virgin Racing in Parc Ferme
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, leads Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, leads Nick Heidfeld, Mahindra Racing
Podio: il vincitore della gara Sam Bird, DS Virgin Racing, il secondo classificato Felix Rosenqvist,
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, leads Sam Bird, DS Virgin Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Podio: il secondo classificato Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Pierre Gasly, Renault e.Dams, Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, Sam Bird, DS Virgin Racing, Jean-Er
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing

Felix Rosenqvist ha confermato quanto di buono fatto vedere nell’ePrix di Berlino, portando a casa un ottimo secondo posto nella gara bis del fine settimana newyorkese. Il pilota svedese ormai è sempre più un punto fermo della Formula E edizione 2016-2017. 

L’alfiere della Mahindra Racing nei primi giri, dopo il sorpasso al via ai danni di Sam Bird, ha anche accarezzato l’idea di poter vincere, ma purtroppo per lui il passo gara non è stato all’altezza di quello del britannico della DS Virgin Racing. 

 

Rosenqvist a fine gara ha così affermato: “Non mi aspettavo che la DS Virgin fosse così forte. Sam Bird ha guidato in maniera eccezionale. Durante la seconda parte di corsa, abbiamo patito alcuni problemi con il sistema di calcolo dell’energia. A quel punto abbiamo deciso di far passare Heidfeld e di provare a risolvere il problema in un ambiente più calmo, mentre magari lui tentava di ricucire il distacco con l’inglese”.

Lo svedese ha poi proseguito: “Quando abbiamo risolto i problemi sono riuscito a guidare in maniera più rilassata e Nick è stato così gentile da farmi tornare al secondo posto”. 

 

Con il podio in salsa statunitense, ha rafforzato il terzo posto in graduatoria e, seppur con speranze abbastanza risicate, resta ancora aritmeticamente in corsa per il campionato.

Felix ha infatti un bottino di 104 punti, contro i 157 di Sébastien Buemi e i 147 dell’arcirivale Lucas Di Grassi. 

 

 

 

Prossimo articolo Formula E

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di New York
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Brooklyn Street Circuit
Piloti Felix Rosenqvist
Team Mahindra Racing
Autore Antonio Russo
Tipo di articolo Intervista