Virginia Raggi: "L'ePrix di Roma proietta la Capitale nel futuro"

Le autorità della capitale d'Italia e il CEO e fondatore della categoria Alejandro Agag hanno presentato la gara della serie "full electric" che si svolgerà il 14 aprile 2018, sottolineando i benefici che porterà alla città.

Virginia Raggi: "L'ePrix di Roma proietta la Capitale nel futuro"
Presentazione dell'ePrix di Roma alla presenza del sindaco di Roma Virgina raggi
Spark-Renault SRT 01E
Spark-Renault SRT 01E
Conferenza stampa
Spark-Renault SRT 01E
Conferenza stampa
Conferenza stampa
Presentazione dell'ePrix di Roma alla presenza del sindaco di Roma Virgina raggi
Spark-Renault SRT 01E
Spark-Renault SRT 01E
Atmosfera
Presentazione dell'ePrix di Roma alla presenza del sindaco di Roma Virgina raggi

Possono accendersi i motori elettrici dell'ePrix di Roma. Nella Sala Promoteca del Palazzo Senatorio in Piazza del Campidoglio a Roma, la sindaca Virginia Raggi, insieme al CEO della Formula E, Alejandro Agag, al Presidente di EUR SpA, Roberto Diacetti, all'Assessore allo sport, politiche giovanili e Grandi eventi, Daniele Frongia, al Presidente dell'Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, e al Direttore Funzione Innovazione e Sostenibilità del Gruppo ENEL, Ernesto Ciorra, hanno ufficialmente battezzato la nascita dell'evento, presentando alla stampa come la gara "full electric" diventerà l'esempio per il futuro più eco-sostenibile della città. 

"Roma diventerà protagonista di un evento internazionale - ha dichiarato Virginia Raggi - che proietta la capitale nel futuro. Guardando questi bolidi correre il 14 aprile del 2018 per le strade dell'EUR, i cittadini comprenderanno quali saranno i benefici di  un tipo di mobilità più sostenibile grazie all'elettrico. La Formula E aiuterà Roma a muovere un decisivo passo verso il concetto di 'smart city' con i vantaggi logistici permanenti che la corsa porterà nel IX municipio. L'installazione di nuove colonnine di ricarica e la connessione wifi sono solo il primo passo verso questi obiettivi". 

Per Alejandro Agag è un sogno che si avvera perché il CEO e fondatore della Formula E ha inseguito l'idea di correre nella Capitale d'Italia fin dal 2013: "È una grande emozione per me essere qui - ha affermato - In Roma ho sempre creduto. Devo ringraziare tante persone, con le quali abbiamo cominciato a lavorare un anno fa per realizzare il progetto, ma la cosa veramente bella è vedere come la Formula E generi consenso attorno a sé. Per esempio, ha accomunato gli intenti di persone completamente opposte politicamente come l'ex sindaco di Londra, il conservatore Boris Johnson e la sindaca socialista di Parigi, Anna Hidalgo". 

 

E ancora: "Inoltre, Roma entra in un periodo molto importante per noi, perché la serie è in pieno sviluppo tecnologico: nel prossimo triennio le macchine saranno più efficienti oltre che più performanti. I piloti non saranno più costretti a cambiare macchina e avranno a disposizione monoposto il 20 per cento più potenti. Ma c'è ancora tanto da fare per la sostenibilità e rendere le città meno inquinate e più vivibili. La mobilità elettrica è una parte importante della soluzione. Portando nel cuore delle metropoli, per fare vedere alla gente macchine elettriche veloci e 'cool', vogliamo spingere i diciottenni di adesso a comprare elettrico in futuro".

Il cuore pulsante dell'ePrix di Roma sarà L'EUR, dove verrà realizzato il circuito non permanente. "È un grande evento - ha aggiunto Roberto Diacetti - che metterà in mostra il quartiere facendolo diventare attraente per i partner commerciali più importanti della Formula E, ma non soltanto. Vogliamo che la gente si appassioni alla categoria e, anche se ancora non abbiamo definito i prezzi dei biglietti, abbiamo previsto zone dove i fan potranno vedere la gara gratis".

Di più: "Ci stiamo organizzando affinché l'eVillage, che sorgerà nella Nuvola di Fuksas, non sia soltanto un luogo di intrattenimento per i fan aperto solo nella giornata della gara, ma puntiamo a tenerlo aperto almeno per tutta la settimana precedente per coinvolgere, oltre i tifosi, anche le scuole per far conoscere ai ragazzi come attraverso la Formula E la mobilità elettrica può contribuire a cambiare il mondo".

Alla Città Eterna si presenta una sfida difficile e importante. È qui che, grazie alla capillare rete stradale che collegava il centro dell'Impero alla periferia, è nata l'idea moderna di mobilità. E ora, grazie all'apporto delle nuove tecnologie studiate e sviluppate dal mondo del motorsport, dovrà dimostrare le capacità di reggere il passo e proiettarsi nel futuro per recitare, ancora una volta, il ruolo da protagonista. 

 

condivisioni
commenti
Così Sam Bird preferisce la... F.E alla 6 Ore del Nürburgring
Articolo precedente

Così Sam Bird preferisce la... F.E alla 6 Ore del Nürburgring

Prossimo Articolo

Roberto Diacetti: "Il circuito dell'EUR esalterà i piloti!"

Roberto Diacetti: "Il circuito dell'EUR esalterà i piloti!"
Carica commenti
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021