Prost: “Non avrei potuto permettermi il minimo errore”

Quarto sul traguardo dell’ePrix di Berlino dopo una lotta a tre con le ABT Schaeffler FE01 di Lucas Di Grassi e Daniel Abt, Nicolas afferma di “essersi divertito” dopo una gara lucida e “interessante”...

Prost: “Non avrei potuto permettermi il minimo errore”
Nicolas Prost, Renault e.Dams
Nicolas Prost, Renault e.Dams
Alain Prost, Nicolas Prost
Alain Prost, Nicolas Prost
Renault e.Dams garage, atmosfera
Sébastien Buemi, Renault e.Dams leads Jean-Eric Vergne, DS Virgin Racing
Carica lettore audio

Sébastien Buemi non era solo. Il pilota svizzero, che ha vinto l’ePrix di Berlino e si è portato a un solo punto di distacco dalla leadership del Campionato FIA di Formula E alla vigilia dei due appuntamenti finali, ha avuto nel confermato compagno di squadra un validissimo aiuto in seno alla Renault e.dams.

Scattato dalla sesta posizione, quattro posti dietro l’ingombrante e veloce coéquipier, Nicolas Prost è risalito al quinto posto alla fine del primo giro. Dopo aver realizzato senza problemi il cambio auto, il francese ha guadagnato una piazza, entrando nella top three. Dopo il pit-stop, il figlio d’arte è stato poi coinvolto in una lotta a tre. A lungo bloccato tra le ABT Schaeffler FE01 di Daniel Abt e Lucas Di Grassi, “Nico” ha concluso almeno ai piedi del podio la competizione nel centro della capitale tedesca, dopo essere stato superato dal conduttore in testa al campionato. 

 

E la mattinata? Inizialmente quarto nel primo turno di prove libere, “Nico” si è ritrovato, al pari di "Séb", nell’impossibilità di realizzare in seguito un giro veloce. Nelle qualifiche, Prost aveva ereditato il secondo Gruppo nel sorteggio, nel quale Nicolas ha realizzato il quarto tempo parziale dopo aver “allargato” l’ultima curva a gomito in un giro fino a quel momento perfetto.

“È stata un’ottima corsa. Mi sono battuto praticamente tutto il tempo! Ero molto deluso per le qualifiche. A mio avviso, avevo il ritmo per ritrovarmi in Super Pole, o anche in pole position, ma è stato comunque interessante partire più indietro. Mi sono battuto a lungo con Jean-Éric Vergne ma, poiché ogni punto è prezioso per la scuderia, non potevo permettermi di commettere il minimo errore. Sono finalmente riuscito a superarlo, ma Lucas Di Grassi si è dimostrato particolarmente forte dopo la neutralizzazione. Non potevo frenarlo troppo gestendo la mia energia”, ha dichiarato.

In conclusione: “Sarebbe stato bello salire sul podio, ma è comunque sempre un bel risultato per l’équipe. Non vedo l’ora di ritrovarmi a Londra. Dopo un inizio di stagione difficile, possiamo ora puntare al terzo posto per i piloti con un buon week end. È il mio obiettivo”. 

 

condivisioni
commenti
Turvey: “Sui nuovi circuiti abbiamo potuto difenderci”
Articolo precedente

Turvey: “Sui nuovi circuiti abbiamo potuto difenderci”

Prossimo Articolo

La DS non parteciperà al bando per le batterie della F.E

La DS non parteciperà al bando per le batterie della F.E