Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
3 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
59 giorni
G
Mexico City ePrix
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
87 giorni
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
100 giorni
G
Sanya ePrix
20 mar
-
21 mar
Prossimo evento tra
122 giorni
03 apr
-
04 apr
Prossimo evento tra
136 giorni
G
Paris ePrix
17 apr
-
18 apr
Prossimo evento tra
150 giorni
G
Seoul ePrix
02 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
165 giorni
G
Jakarta ePrix
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
199 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
214 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
234 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
249 giorni

Parole grosse tra Rosenqvist e López nel dopo Berlino

condivisioni
commenti
Parole grosse tra Rosenqvist e López nel dopo Berlino
Di:
, Motorsport-Total Editor
22 mag 2018, 08:00

Nella bagarre dei giri finali dell’ePrix tedesco, il pilota della Mahindra Racing e quello Dragon sono entrati in collisione alla curva 3: un episodio mal digerito dallo svedese, che al traguardo si è fatto sentire.

Jose Maria Lopez, Dragon Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Jose Maria Lopez, Dragon Racing
Felix Rosenqvist, Mahindra Racing
Jose Maria Lopez, Dragon Racing

Determinato nell’usare il piede destro, quanto a difendersi o ad attaccare a parole per le manovre in pista, Felix Rosenqvist non si è posto alcun problema al termine dell’appuntamento del Campionato FIA di Formula E sul circuito di Tempelhof  ad affiancare José María López davanti a tutti i giornalisti e a lamentarsi della sua condotta durante le fasi calde della corsa.

“Per poco non mi sei venuto addosso”, ha attaccato il driver Mahindra Racing, 11esimo al traguardo, rivolto all’argentino. “Eri veramente lento alla curva 3. Se guidi così, è quello che ti devi aspettare. Pensaci un po’ . Non puoi spostarti dal muro verso la traiettoria”. 

“È stata una vera delusione, specialmente perché in quel momento mi trovavo in ottava posizione ed ero riuscito a gestire bene l’energia. Ho lottato un po’ con Nelson Piquet Jr. e ho perso tempo. Poi, quando sono riuscito a recuperare, ho sentito un colpo da dietro. Era Felix! A quel punto non ho potuto fare più niente”, ha commentato caustico "Pechito", 18esimo alla bandiera a scacchi.

“È evidente che fosse frustrato per essere tanto indietro. Era ovvio che tornassi sulla linea di gara. Non ho fatto nulla di anomalo. Tutti lottano per mantenere la posizione! Per colpa di quel contatto mi sono girato e ho anche sprecato più energia del dovuto”, ha infine sottolineato irritato.

 

 

Prossimo Articolo
Buemi: “Dura accettare un altro podio mancato”

Articolo precedente

Buemi: “Dura accettare un altro podio mancato”

Prossimo Articolo

McNish: “La doppietta di Berlino un balsamo per il team”

McNish: “La doppietta di Berlino un balsamo per il team”
Carica commenti