Oliver Rowland sulla seconda Nissan e.dams negli ultimi test di Valencia

condivisioni
commenti
Oliver Rowland sulla seconda Nissan e.dams negli ultimi test di Valencia
Di: Alex Kalinauckas
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
19 ott 2018, 10:42

Il giovane britannico, che ha una minima esperienza pregressa di Formula E, è stato chiamato in fretta e furia per rimpiazzare Alexander Albon sulla seconda Gen2 "giapponese“ accanto a Sébastien Buemi.

Oliver Rowland guiderà la monoposto Nissan e.dams accanto a Sébastien Buemi nella terza e ultima giornata di test pre-stagionali del Campionato FIA di Formula E in programma a Valencia.

L'inglese occuperà la stessa monoposto che Alexander Albon, in lizza per il titolo cadetto di Formula 2 e talento molto appetito dai manager, avrebbe dovuto guidare sul Circuito Ricardo Tormo questa settimana, prima che circolasse la voce di un serio interessamento della Toro Rosso in ottica Formula 1 per il baby di passaporto tailandese.

Albon è apparso fugacemente nel paddock della Formula E martedì mattina, dopodiché nessuno lo ha più incrociato sul tracciato spagnolo.

Rowland è invece arrivato a Valencia mercoledì alla vigilia del secondo giorno di attività in pista, dichiarando a Motorsport.com che non era sua intenzione scendere in pista, e così è stato, tanto più che è stato il solo Buemi a sobbarcarsi l'intero lavoro di sviluppo sulla macchina.

Appare ormai chiaro a tutti che la Nissan Motorsports sia estremamente frustrata e infuriata dalla vicenda di Alexander, il quale ha potuto saggiare la macchina in versione Gen2 soltanto una settimana prima rispetto al termine fissato dalla FIA per la comunicazione dei nomi dello schieramento piloti 2018-2019. 

Leggi anche:

Con questo „fastidio“ ai vertici della Casa giapponese potrebbe spiegarsi la voce, catturata dalla Gazzetta dello Sport, di un ingaggio di Fernando Alonso con uno stipendio annuo di 10 milioni di dollari per guidare la monoposto eventualmente lasciata libera da Alexander Albon in direzione Circus. L'ipotesi di un arrivo di Oliver Rowland, che già conosce le monoposto di Formula E in virtù dei molti test effettuati in passato, resta tuttavia l'ipotesi più accreditata.

La Nissan ha giustificato a Motorsport.com l'assenza del baby driver tailandese dai collaudi di martedì 16 ottobre in maniera sibillina: "Alex è un pilota giovane e di talento, con un sacco di potenzialità, ed è molto ricercato sul mercato. Abbiamo discussioni in corso e non siamo in grado di fare ulteriori commenti in questo momento. Siamo concentrati sul test della nuova macchina, al fine di ottenere i dati di cui abbiamo bisogno per preparare al meglio la prima gara“.

Oliver Rowland ha già un'esperienza in gara di Formula E che data alla stagione 2, quando subentrò all'allora infortunato Nick Heidfeld nell'abitacolo della Mahindra Racing a Punta del Este e si classificò 13esimo.

Tale situazione è costata alla Nissan due preziosi giorni di test di sviluppo a Valencia, l'ultima volta in cui le squadre sarebbero state legittimate a saggiare le macchine prima del Diriyah ePrix di Riyadh del 15 dicembre.

Il meteo a Valencia in questo venerdì 19 ottobre è estremamente bagnato, circostanza che potrebbe rendere ancora più complicato il lavoro sulle monoposto Gen2 di Formula E, Nissan e.dams e non soltanto. 

 
Sébastien Buemi, Nissan e.Dams,

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams,

Photo by: Malcolm Griffiths / LAT Images

Prossimo Articolo
Bird: “L'Audi ha ceduto alla Virgin tre dei propri giorni test...”

Articolo precedente

Bird: “L'Audi ha ceduto alla Virgin tre dei propri giorni test...”

Prossimo Articolo

Test Valencia, Giorno 3: l'esordiente Sims resta davanti nei collaudi "full electric" di Valencia

Test Valencia, Giorno 3: l'esordiente Sims resta davanti nei collaudi "full electric" di Valencia
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento Test pre-stagionali
Piloti Oliver Rowland
Autore Alex Kalinauckas
Tipo di articolo Ultime notizie