Alejandro Agag offre 600 milioni di euro per la Formula E

Convinto del brillante futuro delle competizioni su auto elettriche, il fondatore della serie ha deciso di incrementare la propria influenza al vertice e di proporre il rilevamento di tutte le quote azionarie...

Alejandro Agag offre 600 milioni di euro per la Formula E
Alejandro Agag, CEO, Formula E
Alejandro Agag, CEO, Formula E, nella conferenza FIA Smart Cities
Alejandro Agag, CEO, Formula E, alla guida della BMW i8 Qualcomm Safety car, con Virginia Elena Raggi, Sindaca di Roma
L'attrice Sienna Miller con Alejandro Agag, CEO, Formula E
Jean-Eric Vergne, Techeetah, vincitore dell'ePrix di Parigi, abbraccia Alejandro Agag, CEO, Formula E
Azione ai box
Lucas di Grassi, Audi Sport ABT Schaeffler
Nicolas Prost, Renault e.Dams

Secondo quanto appreso da Motorsport.com, il patron della Formula E, Alejandro Agag, sarebbe intenzionato a prendere il pieno controllo del campionato acquisendone al 100 per cento le azioni. 

In una lettera indirizzata al board della categoria, il manager spagnolo ha così scritto: “In qualità di imprenditore vorrei aumentare il mio interesse in questo business e l’influenza nella direzione da intraprendere. Credo fermamente nella F.E e questa offerta è l’espressione della mia fiducia. Sarebbe quindi mio desiderio acquistare tutte le quota della compagnia per un valore equo di 600 milioni di euro”. 

Con l’ingresso nella stagione in corso di Audi e a partire dal torneo 2018-2019 di Case automobilistiche di prestigio come BMW, Nissan, Porsche e Mercedes, e di sponsor come il colosso svizzero ABB e gli ex Formula 1 Allianz e Hugo Boss, la Formula E sembra in effetti in fase di crescita esponenziale.

 

Commentando l’idea di Agag di diventare padrone unico, il boss delle Frecce d’Argento, Toto Wolff, ha sostenuto: “Dietro ad ogni grande successo c’è la visione di un imprenditore e contro ogni pronostico Alejandro è stato in grado di dare vita ad una serie cui nessuno dava credito quando è nata. Ora, invece, molti dei più grossi costruttori vogliono entrarci e questo per merito suo. Non fosse stato per lui, forse, anche Mercedes avrebbe considerato la cosa diversamente”. 

Marco Parroni, managing director del partner principale Julius Bär Bank, ha invece dichiarato rendendo merito al collega: “All’inizio la Formula E ha incontrato parecchie difficoltà economiche, ecco perché ha avuto bisogno di investitori, tuttavia senza Agag, questo progetto oggi non esisterebbe”. 

Notizia raccolta da Anthony Rowlinson

condivisioni
commenti
Conferma: Luca Filippi torna per l’ePrix di Berlino
Articolo precedente

Conferma: Luca Filippi torna per l’ePrix di Berlino

Prossimo Articolo

Sarrazin ritorna in Formula E col team Andretti

Sarrazin ritorna in Formula E col team Andretti
Carica commenti
De Vries: perché il titolo in Formula E è diverso da quello in F2 Prime

De Vries: perché il titolo in Formula E è diverso da quello in F2

OPINIONE: la lotta per il titolo 2021 di Formula E è stata aperta fino all’ultima gara, al termine di una stagione imprevedibile. Nyck de Vries, campione di quest’anno, spiega perché questo mondiale ha rappresentato un’esperienza così diversa rispetto al titolo vinto nel 2019 in F2.

Formula E
20 dic 2021
Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo Prime

Formula E: la costanza non è l'elemento chiave per il titolo

Andare costantemente a punti potrebbe non essere la scelta vincente per puntare al titolo in Formula E, complice anche un format di qualifica penalizzante per i piloti di vertice e creato per scompigliare le carte.

Formula E
23 lug 2021
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021