Marco Parroni: “La F.E a Zurigo sarebbe qualcosa di speciale”

Il responsabile marketing di Julius Bär Bank, principale sponsor del campionato “full electric”, parla della reale ipotesi di inserire la Svizzera nel calendario 2018: “Per storia e tradizione è molto di più di una gara”.

Marco Parroni: “La F.E a Zurigo sarebbe qualcosa di speciale”
Esteban Gutierrez, Techeetah
Adam Carroll, Jaguar Racing
Jean Todt and Alejandro Agag, Formula E CEO pose for a picture with guests
Antonio Felix da Costa, Amlin Andretti Formula E Team
Nelson Piquet Jr., NEXTEV TCR Formula E Team, precede Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Sébastien Buemi, Renault e.Dams, precede Jean-Eric Vergne, Techeetah, alla partenza della gara
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Nelson Piquet Jr., NEXTEV TCR Formula E Team
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Sébastien Buemi, Renault e.Dams
Alejandro Agag, Marco Parroni e Lapo Elkann
Marco Parroni, capo del marketing della Julius Baer Bank
Marco Parroni, capo del marketing della Julius Baer Bank

Marco Parroni, responsabile Global Sponsoring e vice capo del marketing di Julius Bär Bank, sponsor principale del Campionato FIA di Formula E, sta lavorando intensamente per importare nel territorio svizzero una tappa della serie “full electric”.

“Faccio un po’ da trait d’union tra le varie parti in causa per coordinare il tutto”, ha sintetizzato sul ruolo che esercita nella missione.

Dopo il clamoroso sì della popolazione elvetica alla rivoluzione energetica a partire dal 2050, Parroni vede di buon occhio l’opportunità di organizzare un ePrix a Zurigo.

“Dopo il voto del 21 maggio, la popolazione svizzera ha accolto la nuova legge sull’energia, cioè la proposta di ridurre i consumi per aumentare l’efficienza e promuovere le energie rinnovabili. Noi tutti ci siamo presi l’impegno di sostenere e promuovere l’energia elettrica, grazie anche al supporto della consigliera federale Doris Leuthard”.

Marco è consapevole del fatto che arrivare a disporre di una tappa della singolare specialità sul suolo della Confederazione Elvetica non sarà un’impresa da nulla.

“Il fatto è che la Formula E è l’unico campionato che incarna i valori della mobilità elettrica. Pertanto, una gara a Zurigo sarebbe ideale...”.

 

L’esperto di marketing spiega i motivi specifici per cui organizzare una corsa “full electric” in Svizzera rappresenterebbe un evento speciale.

“È molto di più di una semplice corsa. La nostra legislazione consente competizioni soltanto una volta ottenuto un permesso speciale. Si tratterebbe, quindi, di qualcosa di unico, con un messaggio importante da veicolare dietro a tutto ciò. E anche per la Formula E sarebbe davvero importante”.

“In caso di esito positivo si dovrebbe modificare leggermente il percorso inizialmente previsto, poiché vi transitano alcune linee tranviarie. Assomiglierebbe un po’ all’ePrix di Monaco, con le montagne e il lago a fare da sfondo”, spiega il capo del marketing del prestigioso istituto bancario elvetico. 

Il consiglio comunale di Zurigo avrebbe pressoché dato il via libera all’organizzazione della tappa in Svizzera del “mondiale” delle monoposto elettriche.

“Il prossimo passo è quello di completare un dossier che dovremo fornire al Comune per l’omologazione. I tempi? Meno ci mettiamo e prima potremo metterci al lavoro”, ha spiegato Parroni ai microfoni di Motorsport.com Svizzera.

L’appuntamento di Zurigo pare interessare anche diversi sponsor, pronti a sostenere economicamente il progetto.

“Sono già arrivate delle offerte di sponsorizzazione, c’è grande interesse. Noi di Julius Bär Bank, in qualità di patrocinatore principale della Formula E, non mancheremo di garantire il nostro appoggio. Per qualità e visibilità, l’ePrix di Zurigo sarebbe uno dei migliori in calendario”.

Se la corsa nella città più grande della Svizzera dovesse diventare realtà, essa entrerebbe nel calendario della Formula E nel 2018. L’effettiva disputa, secondo il nostro interlocutore, rappresenterebbe un ideale punto di incontro tra sport, politica, celebrità e istituzioni.  

Quel che rimane da fare è convincere al cento per cento la politica.

“Dimostreremo che l’ePrix sarà finanziato da aziende forti e, soprattutto, pulite. Inoltre, la nostra intenzione è quella di espandere la mobilità elettrica, come la Formula E, anche nei prossimi anni. Una volta che sarà tutto chiaro, sarà anche più facile far passare il messaggio al pubblico”.

 

condivisioni
commenti
Il sistema brake-by-wire in Formula E nella stagione 2018-2019?

Articolo precedente

Il sistema brake-by-wire in Formula E nella stagione 2018-2019?

Prossimo Articolo

Buemi: “Un ePrix a Zurigo è molto importante per la Svizzera”

Buemi: “Un ePrix a Zurigo è molto importante per la Svizzera”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Autore Peter Wyss
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021
Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono? Prime

Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono?

Dopo diverse stagioni da catalizzatrice di Case sfruttando l'onda della propulsione elettrica che ha travolto l'automotive, la Formula E si trova a dover far fronte ai recenti addii di Audi e BMW. Ecco quali sono i motivi di questa crisi e quali sono gli scenari futuri per la serie full electric del motorsport.

Formula E
12 feb 2021
Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix Prime

Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix

Esponenti della società Juss Event Management, promotrice del Gran Premio di Cina di Formula 1, hanno incontrato Alejandro Agag in loco e puntano ad entrare nel calendario 2017-2018...

Formula E
15 ott 2016