Mahindra: il team principal Gill positivo al COVID-19

condivisioni
commenti
Mahindra: il team principal Gill positivo al COVID-19
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes

Il CEO e team principal della Mahindra, Dilbagh Gill, è risultato positivo al COVID-19 e quindi è destinato a perdere le sei gare che concluderanno la stagione 2019-2020 di Formula E.

Tutti i piloti ed il personale dei team che si recheranno a Berlino hanno dovuto sostenere un test di positività al COVID-19 e rispettare una quarantena di 36 ore nella proprio camera d'albergo.

Anche se Gill, che ha base negli Stati Uniti, dice di non avere alcun sintomo del Coronavirus, è risultato positivo al test di lunedì ed ora dovrà affrontare un periodo di isolamento di 10-14 giorni.

Durante una conferenza stampa con alcuni media selezionati, tra dui Motorsport.com, ha detto: "La prima cosa che mi viene in mente è che sono risultato positivo al COVID-19 nel primo test di lunedì. Sono in isolamento da quel momento e sto aspettando il secondo test".

"Non ho alcun sintomo e mi sento abbastanza bene, quindi penso che una cosa positiva. Mi spiace solo di non poter essere in grado di aiutare la squadra in questo momento, ma è meglio per la salute di tutti che io non ci sia".

Mahindra Racing, che durante la chiusura si è trasferita in una nuova sede ed ha aggiornato il software della sua M6Electro, aveva già pianificato una ristrutturazione della squadra nel caso in cui uno dei suoi dipendenti chiave si ammalasse.

Gill ha aggiunto: "Ci aspettavamo che ci sarebbero stati dei cambiamenti nel caso in cui qualcuno si fosse ammalato. Tutti hanno una riserva".

"Mahindra ha un team piuttosto forte, quindi Toni Cuquerella (ingegnere) prenderà il ruolo di team principal e David Clarke (team manager) condividerà le responsabilità con lui".

"Durante le giornate di gare, sono in gran parte loro che si occupano della gestione delle vetture, quindi siamo in mani sicure".

A causa della legislazione tedesca, che sarà in vigore fino alla fine di agosto, l'ingresso all'aeroporto di Tempelhof è stato limitato a 1000 persone, contro le circa 5000 che partecipano normalmente agli eventi di Formula E.

Il personale dei team è stato ridotto da 40 a 21 pass, 19 per i membri del team e due per i piloti. Inizialmente era stato fissato un tetto massimo di venti, che però poi è stato aumentato per permettere di partecipare anche ai team principal.

Quando a Gill è stato chiesto da Motorsport.com se avrà modo di tornare in pista, ha aggiunto: "Mi è stato chiesto di fare un secondo test, che è stato programmato per oggi o domani, sulla base di questo avremo una risposta".

"Per ora, le istruzioni iniziali sono di 10-14 giorni in isolamento. Quindi penso che io il gran finale lo vivrò dalla mia camera d'albergo".

Formula E: Jaguar pronta a sostituire Calado con Blomqvist

Articolo precedente

Formula E: Jaguar pronta a sostituire Calado con Blomqvist

Prossimo Articolo

Formula E, Berlino 1, Libere 1: Rowland prima della bandiera rossa

Formula E, Berlino 1, Libere 1: Rowland prima della bandiera rossa
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Berlino I
Team Mahindra Racing
Autore Matt Kew