Lucas Di Grassi “candida” San Paolo per la F.E

condivisioni
commenti
Lucas Di Grassi “candida” San Paolo per la F.E
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Svizzera
15 gen 2016, 20:46

Il brasiliano del team ABT Schaeffler Audi Sport ha immaginato una pista di 2.105 metri nel Parco di Ibirapuera

Lucas Di Grassi, protagonista del Campionato FIA di Formula E sin dai collaudi ufficiali per conto della Renault Sport e successivamente pilota ufficiale della scuderia ABT Audi Sport, ha ufficializzato la sua proposta e il disegno di un tracciato a San Paolo.

Il driver brasiliano, attualmente secondo nella graduatoria della categoria “full electric” in forza dei 61 punti accumulati fin qui, collocandosi di una lunghezza appena dietro il battistrada Sébastien Buemi della Renault e.dams, mercoledì 13 gennaio ha reso ufficiale quella che è la sua idea per una pista in grado di ospitare un ePrix proprio nel cuore della città paulista.

Fin dall'inizio, il Paese sudamericano ha mostrato una forte presenza in Formula E. Già nella prima edizione del torneo per auto elettriche, lo stesso Lucas Di Grassi, Bruno Senna(Mahindra Racing) e Nelson Piquet jr. (Team China Racing e poi NextEV TCR) si sono contesi le posizioni che contano.

Quest'anno, il portacolori del team ABT Schaeffler Audi Sport è quello risultato finora più competitivo: oltre ad aver vinto l'ePrix di Putrajaya, infatti ha sempre viaggiato nelle posizioni che contano.

Il layout progettato dal driver latinoamericano è nella regione del Parco di Ibirapuera, appunto nella città di San Paolo. Con i suoi 2.105 metri di lunghezza distribuiti su dieci curve, percorribili in senso antiorario, il tracciato usa entrambe le strade all'esterno dell'immenso giardino pubblico e anche una sezione interna, in riva al lago.

"Credo che San Paolo, essendo la città più grande e popolosa del Brasile e ospitando nel parco di Ibirapuera un immenso polmone verde, dove le persone praticano numerose attività fisiche, offra un contesto e un ambiente magnifico. Inoltre, vi è anche la possibilità pratica e concreta di allestire lì una pista completa per la Formula E", ha spiegato lui.

Inoltre, il veterano della specialità al soldo della famiglia Abt cita una serie di motivi in virtù dei quali il grande Stato di cui è originario potrebbe rappresentare una destinazione ideale per la F.E. "Il Brasile ha compiuto alcune buone mosse per quanto riguarda le auto elettriche, ad esempio azzerando le tasse di importazione. Ed è un buon inizio", ha sottolineato Di Grassi.

"Una competizione di Formula E in Brasile potrebbe essere uno stimolo importante per l'importazione e la produzione di questi veicoli e per il loro uso in città. È l'unico modo in cui io posso immaginare che i grandi centri urbani combattano più efficacemente gli alti livelli di inquinamento, che sono ancora generati dalle automobili a combustione", ha concluso Lucas.

Prossimo articolo Formula E
Steven Lu: “Presto una decisione sul doppio motore”

Articolo precedente

Steven Lu: “Presto una decisione sul doppio motore”

Prossimo Articolo

L'Hong Kong ePrix 2016 si svolgerà su due giorni?

L'Hong Kong ePrix 2016 si svolgerà su due giorni?
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Piloti Lucas Di Grassi
Tipo di articolo Ultime notizie