L’ePrix di Bruxelles ha già un sito Internet e il… tracciato!

condivisioni
commenti
L’ePrix di Bruxelles ha già un sito Internet e il… tracciato!
Gabriele Testi
Di: Gabriele Testi , Direttore Responsabile Svizzera
05 set 2016, 12:00

La società belga Cecoforma ha predisposto uno spazio Web in vista della gara di F.E prevista genericamente nella “primavera 2017”, allestito un teaser e presentato la pista del parco Heysel...

Atomium, Bruxelles
ePrix di Bruxelles, ipotesi di circuito
ePrix di Bruxelles, sito Web
ePrix di Bruxelles, ipotesi di circuito
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jérôme d'Ambrosio, Dragon Racing
Jerome D'Ambrosio, Dragon Racing

Fra le nuove gare destinate ad arricchire il calendario 2016-2017 del Campionato FIA di Formula E spicca certamente l’ePrix di Bruxelles, destinato a disputarsi nella capitale virtuale dell’Unione Europea e in quella effettiva del Regno del Belgio.

Nei giorni scorsi, l’organizzatore locale ha peraltro attivato il sito Internet ufficiale della manifestazione, disponibile all’indirizzo URL http://www.brussels-e-prix.com/.

La Cecoforma Events & Communications, multinazionale specializzata nella generazione e nella gestione di eventi di massa, non ha però inserito alcuna data ufficiale per l’evento, limitandosi a scrivere “Spring 2017”, ovvero “primavera 2017”.

Ne sarà certamente soddisfatto Jérôme D'Ambrosio, unico pilota belga della specialità a emissioni zero, che è stato confermato dalla Dragon Racing per il terzo anno di fila e si è aggiudicato due gare: l'ePrix di Berlino 2015 e l'ePrix di Città del Messico 2016.

La circostanza potrebbe derivare dalla necessità e dalla volontà di Alejandro Agag di rimaneggiare il programma della categoria “full electric” nell’estate del prossimo anno, onde evitare la concomitanza dell’appuntamento di Montréal (e, conseguentemente, di quello successivo di New York) con la 6 Ore del Nürburgring valida per il WEC.

Il sito Web dell’ePrix di Bruxelles contiene anche una bozza della conformazione della pista, priva di altri dati qualitativi e quantitativi, che dovrebbe trovare posto in prossimità del celebre Atomium, il monumento che si trova nel parco Heysel.

La costruzione, interamente in acciaio nonché alta 102 metri con sfere del diametro di 18, rappresenta i nove atomi di una cella unitaria di un cristallo di ferro: venna progettato dall’ingegner André Waterkeyn per l’Esposizione Universale del 1958.

La conformazione del circuito brussellese, già anticipato da Motorsport.com Italia il 18 febbraio scorso, comprende tredici curve e ha la forma di un triangolo allungato con appendici “laterali” in corrispondenza di due dei tre vertici: una verso il citato monumento all’atomo e l’altra ad essa ortogonale... 

 

Prossimo articolo Formula E
Ascoltiamo “l'urlo” dei nuovi powertrain elettrici di F.E

Articolo precedente

Ascoltiamo “l'urlo” dei nuovi powertrain elettrici di F.E

Prossimo Articolo

Vergne mattatore a Donington 6 millesimi sopra il record

Vergne mattatore a Donington 6 millesimi sopra il record
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Bruxelles
Sotto-evento Ipotesi di circuito
Location Streets of Brussels
Piloti Jérôme D'Ambrosio
Autore Gabriele Testi
Tipo di articolo Ultime notizie