Il Team Aguri è ufficialmente di proprietà cinese

condivisioni
commenti
Il Team Aguri è ufficialmente di proprietà cinese
Jamie Klein
Di: Jamie Klein
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
28 giu 2016, 17:17

La squadra fondata da patron Suzuki e Mark Preston ha completato l’accordo di cessione alla società di private equity China Media Capital e cambierà nome e strategie dopo l’ePrix di Londra.

António Félix da Costa, BMW Team Schnitzer
Ma Qing Hua, Team Aguri
Antonio Felix da Costa, Team Aguri
Ma Qing Hua, Team Aguri
Ma Qing Hua, Team Aguri
Bruno Senna, Mahindra Racing and Ma Qing Hua, Team Aguri

Il Team Aguri, impegnato sin dall’esordio nel Campionato FIA di Formula E, ha confermato che l’ePrix di Londra di questo fine settimana sarà l'evento finale della sua avventura nella specialità, avendo accettato la proposta di vendita della sua licenza di concorrente alla società di private equity China Media Capital.

Motorsport.com aveva rivelato nel mese di aprile come la squadra anglo-giapponese fosse in procinto di essere acquistata dalla CMC, soluzione che avrebbe portato alla creazione di una nuova entità destinata a rimpiazzare l’esistente struttura del Team Aguri.

Con il completamento dell’accordo, pare pressoché assodato che la nuova scuderia abbia tutto ciò che le serve per diventare un cliente Renault già a partire alla terza stagione di vita della categoria “full electric”, inserendosi in un processo di rebranding che dovrebbe vedere l’impiego sulle piste del marchio Nissan.

L’attuale direttore Mark Preston, che fondò il Team Aguri in collaborazione con patron Suzuki nel novembre del 2013, dovrebbe svolgere un ruolo attivo all’interno del nuovo assetto.

"Sono orgoglioso di poter dire retrospettivamente che il Team Aguri sia stata una squadra pionieristica nello sviluppo dei veicoli elettrici, di inedite tecnologie d’avanguardia e abbia contribuito a dare loro una vetrina nel mondo", ha detto il manager inglese.

"Se ciò rappresenta il capitolo finale nella storia del Team Aguri nel Campionato FIA di Formula E, è altrettanto vero che questo momento segna anche l'inizio di qualcosa di completamente inedito, con la vendita della squadra a nuovi investitori”.

Concludendo: "Stando così le cose, quella di Londra sarà l'ultima gara del Team Aguri per come lo abbiamo conosciuto finora. Io vorrei ringraziare pertanto tutte le persone coinvolte e che ci hanno regalato il loro duro lavoro e la loro dedizione nel corso delle ultimi due stagioni", ha aggiunto Mark Preston.

Ma Qing Hua, il pilota cinese unitosi alla scuderia nippo-britannica in occasione dell’ePrix di Parigi il 23 aprile scorso, è previsto che rappresenti uno dei punti cardine dell’operazione lanciata dalla CMC nel corso della stagione 2016-2017, ma l'identità del suo compagno di squadra è ancora sconosciuta.

Antonio Félix Da Costa, ottimo portacolori del Team Aguri nella seconda stagione della specialità “full electric”, dovrebbe unirsi al team Andretti Autosport nel quadro di un legame con la BMW, della quale il portoghese è pilota ufficiale nel DTM, dove ci si aspetta che si trovi a collaborare con l’olandese Robin Frijns

 
Prossimo Articolo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Autore Jamie Klein