Formula E
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
19 giorni
G
ePrix di Berlino II
06 ago
-
06 ago
Prossimo evento tra
20 giorni
G
ePrix di Berlino III
08 ago
-
08 ago
Prossimo evento tra
22 giorni
G
ePrix di Berlino IV
09 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
23 giorni
G
ePrix di Berlino V
12 ago
-
12 ago
Prossimo evento tra
26 giorni
G
ePrix di Berlino VI
13 ago
-
13 ago
Prossimo evento tra
27 giorni

Il COVID-19 potrebbe ridimensionare gli obiettivi di Porsche

condivisioni
commenti
Il COVID-19 potrebbe ridimensionare gli obiettivi di Porsche
Di:
10 apr 2020, 14:40

Zurlinden, capo della divisione Motorsport di Porsche, spiega perché la pausa dovuta alla pandemia da coronavirus possa essere dannosa per la Casa tedesca.

La sospensione di 2 mesi del campionato di FIA Formula E 2019/2020 potrebbe portare la Porsche a ridimensionare i suoi obiettivi per la seconda stagione nella serie.

Pascal Zurlinden, capo della divisione Motorsport di Porsche, ha avvertito che la probabile cancellazione delle gare posticipate dall'inizio della crisi per la pandemia da coronavirus avrà un impatto negativo sul futuro del team.

"Quest'anno siamo esordienti e il nostro obiettivo era imparare tutte e caratteristiche di un campionato in cui non è possibile fare test, perché non è certo possibile farli in centro città, quindi nella nostra seconda stagione saremo principianti su molti circuiti".

"Ciò influenzerà sicuramente i nostri obiettivi - ha proseguito Zurlinden - ma stiamo spingendo nella simulazione e cose del genere per essere più forti di prima una volta che torneremo a correre".

Il pilota Porsche, Andre Lotterer, è sulla stessa linea di pensiero di Zurlinden riguardo gli effetti della sospensione di 2 mesi della stagione 2019/2020 di Formula E.

"Il grande svantaggio di questa situazione è che non stiamo imparando le piste. Luoghi come Roma, Parigi, Seul, che saranno tutte in programma la prossima stagione. Saremo ancora esordienti quando andremo su alcune di queste piste nella nostra seconda stagione".

Lotterer, però, ha anche affermato che questa pausa potrebbe anche portare benefici alla Casa tedesca: "Questa situazione, però, ci darà il tempo di affrontare cose che normalmente non sarebbero disponibili se dovessimo concentrarci sui preparativi per le gare. Ora, invece, potremo concentrarci maggiormente sullo sviluppo".

Zurlinden, poi, ha proseguito: "Abbiamo già dimostrato che la nostra auto è davvero competitiva, specialmente con le prestazioni fatte in qualifica. In gara, invece, abbiamo ancora molto da imparare su come utilizzare l'energia".

"Abbiamo avuto alcuni incidenti, nelle corse è normale, ma abbiamo avuto anche alcune penalità perché alcune cose non eravamo riusciti a vederle nei test e abbiamo commesso errori con i software".

Prossimo Articolo
La FE rimanda l'introduzione delle Gen2 EVO al 2021-2022

Articolo precedente

La FE rimanda l'introduzione delle Gen2 EVO al 2021-2022

Prossimo Articolo

COVID-19: raccolta fondi Formula E-UNICEF per chi è in difficoltà

COVID-19: raccolta fondi Formula E-UNICEF per chi è in difficoltà
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Autore Gary Watkins