Formula E
22 nov
-
22 nov
Evento concluso
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
40 giorni
G
Mexico City ePrix
14 feb
-
15 feb
Prossimo evento tra
68 giorni
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
81 giorni
G
Sanya ePrix
20 mar
-
21 mar
Prossimo evento tra
103 giorni
03 apr
-
04 apr
Prossimo evento tra
117 giorni
G
Paris ePrix
17 apr
-
18 apr
Prossimo evento tra
131 giorni
G
Seoul ePrix
02 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
146 giorni
G
Jakarta ePrix
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
180 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
195 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
215 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
230 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
231 giorni

Frijns mago della pioggia conquista il successo all'E-Prix di Parigi ed è il nuovo leader del campionato!

condivisioni
commenti
Frijns mago della pioggia conquista il successo all'E-Prix di Parigi ed è il nuovo leader del campionato!
Di:
27 apr 2019, 15:22

L'olandese della Envision Virgin Racing è l'ottavo vincitore differente in otto gare e trionfa nel primo E-Prix bagnato della storia regolando Lotterer.

E’ successo di tutto e di più nell’E-Prix di Parigi che ha visto Robin Frijns emergere da una gara autoscontro caratterizzata, per la prima volta nella storia della Formula E, dalla pioggia battente giunta improvvisa poco dopo l’inizio.

Il primo colpo di scena è avvenuto al secondo quando Rowland, in pole dopo la squalifica di Wehrlein, è arrivato lungo andando a picchiare contro le protezioni ed è così retrocesso in ultima posizione.

Ad approfittare dell’errore dell’inglese è stato il compagno di team, Sebastien Buemi, ma lo svizzero ha avuto vita difficile nel tenere alle proprie spalle un Frijns in stato di grazia. Il pilota dell’Envision Virgin Racing, infatti, si è subito messo in scia alla vettura dello svizzero ed lo ha passato senza troppi problemi nelle fasi iniziali della gara portandosi così al comando.

Per Buemi, poi, la gara si è messa in salita quando è stato costretto ad un improvviso rientro ai box a seguito di una foratura che ha spalancato le porte del secondo posto ad Andre Lotterer. Il tedesco ha subito spinto forte sull’acceleratore per ridurre il divario da Frijns, ma la pioggia violenta è arrivata inattesa ed ha letteralmente inondato il tracciato.

La direzione gara, complici anche le difficoltà dei piloti nel tenere in pista le vetture, ha imposto la Full Course Yellow sino a quando il cronometro non ha segnato meno 25 minuti al termine.

Quando la bandiera verde è tornata a sventolare si è subito assistito ad un duello intenso tra Vergne e Turvey, con il campione in carica bravo a passare il pilota della NIO in modo deciso ma corretto, ma poco dopo la corsa è stata daccapo neutralizzata con un’altra Full Course Yellow a seguito dell’incidente che ha visto protagonisti Sims, Bird e Buemi.

La bandiera verde è tornata a sventolare quando mancavano 15 minuti al termine della gara, ma anche in questo caso le operazioni in pista sono state ben presto neutralizzate quando Lynn, finito a muro, è stato tamponato da Mortara con la monoposto della Venturi rimasta incastrata sotto la Jaguar.

La direzione gara ha deciso dapprima di decretare la Full Course Yellow per poi mandare in pista la safety car. La vettura di sicurezza è tornata ai box lasciando ai piloti solo due minuti per scatenarsi sul tracciato, ma anche questa volta una nuova Full Course Yellow, dovuta al contatto tra D’Ambrosio e Lopez, ha interrotto daccapo le operazioni e costretto i piloti a transitare a velocità ridotta sotto il traguardo.

Frijns è stato così l’ottavo vincitore differente in altrettanti appuntamenti, e si è mostrato glaciale nel non commettere alcuna sbavatura nonostante le numerose interruzioni e la pressione di Lotterer.

Il podio si è completato con il terzo posto centrato da Daniel Abt, bravo a precedere il compagno di team Lucas di Grassi, mentre Maximilian Gunther è riuscito ad emergere vincitore dal duello con Jean Eric Vergne e chiudere in una meritatissima quinta posizione.

Il campione in carica è stato bravo a rimontare dalle retrovie dopo una qualifica decisamente incolore, ed ha dato spettacolo nei vari duelli ruota a ruota senza mai tirarsi indietro.

Il caos di questa gara ha premiato anche piloti del calibro di Gary Paffett. Il pilota dell’HWA Racelab ha approfittato dei numerosi scontri e ritiri per salire sino al settimo posto alle spalle di un Antonio Felix da Costa bravissimo nel rimontare dalla quattordicesima posizione di partenza.

Gara amara per Felipe Massa. Il brasiliano della Venturi avrebbe potuto beneficiare della squalifica di Wehrlein e della partenza dalla quarta posizione, ma quando è arrivata la pioggia Felipe è naufragato e non è mai riuscito a difendersi nei duri duelli in cui è stato protagonista chiudendo in nona piazza davanti ad un Pascal Wehrlein autore di una rimonta da applausi dall’ultima casella.

Al termine dell’E-Prix di Parigi la classifica del campionato è stata rivoluzionata. In prima posizione adesso c’è Frijns con 81 punti, ma ad una sola lunghezza di distacco troviamo un sempre costante Andre Lotterer, mentre la terza piazza, a pari punti, è occupata da di Grassi e Da Costa.

Cla Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 Netherlands Robin Frijns United Kingdom Virgin Racing 32 47'50.510     79.0 26
2 Germany André Lotterer China Techeetah 32 47'51.883 1.373 1.373 78.9 18
3 Germany Daniel Abt Germany Audi Sport Team ABT 32 47'53.685 3.175 1.802 78.9 15
Scorrimento
Lista

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, spinge la sua Nissan IMO1

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, spinge la sua Nissan IMO1
1/7

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004

Tom Dillmann, NIO Formula E Team, NIO Sport 004
2/7

Foto di: Alastair Staley / Motorsport Images

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, accanto alla sua Nissan IMO1

Sébastien Buemi, Nissan e.Dams, accanto alla sua Nissan IMO1
3/7

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05

Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05
4/7

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05

Stoffel Vandoorne, HWA Racelab, VFE-05
5/7

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
6/7

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

Sam Bird, Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05
7/7

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Clamoroso all'E-Prix di Parigi: Wehrlein perde la pole e partirà dal fondo insieme a D'Ambrosio!

Articolo precedente

Clamoroso all'E-Prix di Parigi: Wehrlein perde la pole e partirà dal fondo insieme a D'Ambrosio!

Prossimo Articolo

D'Ambrosio, Mortara e Rowland dovranno scontare a Monaco 3 posizioni di arretramento in griglia

D'Ambrosio, Mortara e Rowland dovranno scontare a Monaco 3 posizioni di arretramento in griglia
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula E
Evento ePrix di Parigi
Sotto-evento Gara
Piloti Robin Frijns
Team Virgin Racing
Autore Marco Di Marco