Tecnica, è il “compromesso” di ABT a pagare

La Schaeffler FE01 è leggerissima e veloce, ma basterà il motore a tre marce per ovviare alle lacune di “tattica”?

Con un solo motore elettrico dotato di tre ingranaggi o marce, la ABT Schaeffler FE01 è una monoposto le cui caratteristiche tecniche la collocano per certi versi “nel mezzo” fra le due soluzioni più estreme avanzate dai team di Formula E in questa stagione, e ciò ha finora pagato.

Le vetture tedesche a Pechino hanno mantenuto un ritmo abbastanza buono, assicurando a Lucas Di Grassi un posto fra i “magnifici cinque” della Super Pole e qualificandolo in terza posizione, un'ipoteca nelle prove ufficiali decisamente prodromica al piazzamento finale sul podio dell'esperto pilota brasiliano, mentre Daniel Abt è stato estromesso dalla zona punti soltanto da una penalità...

Con una delle auto più leggere in griglia, la scuderia ABT Schaeffler Audi Sport sembra molto forte, anche se c'è legittimamente da domandarsi se significativi miglioramenti nel software e nella “tattica” non potrebbero consentirle di competere più efficacemente con le Renault e.dams Z.E. 15?

Al momento, sembra improbabile, visto il distacco rimediato in Cina alle spalle di Sébastien Buemi, pari a ben undici secondi, ma la tecnologia della serie “full electric” ci ha ormai abituati a rapidissimi capovolgimenti di fronte nell'arco della stagione...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Putrajaya
Circuito Streets of Putrajaya
Piloti Lucas Di Grassi , Daniel Abt
Articolo di tipo Analisi