Vergne: “Almeno è stata un'esperienza divertente...”

Jean-Éric, quinto al via e 12esimo al traguardo, ironizza sull'esordio in terra cinese con la DS Virgin

Una disfatta - francese, non italiana – proprio nel giorno dell'anniversario della battaglia di Caporetto. Mentre il compagno di squadra inglese Sam Bird ha tagliato il traguardo del Beijing ePrix in settima posizione mettendo subito in cassaforte sei punti, Jean-Éric Vergne ha concluso la gara del debutto in Cina “soltanto” al 12esimo posto.

Il transalpino, che in precedenza aveva staccato il secondo giro più veloce in qualifica e il quinto della Super Pole, ha subìto una gara avvilente in occasione della sua prima uscita con la DS Virgin Racing. Il francese ha almeno trovato incoraggiante il ritmo che la monoposto DSV-01, sviluppata congiuntamente dalla Virgin Racing Engineering e dalla DS Performance, ha mostrato lungo tutto il week end asiatico.

“Abbiamo dimostrato a tutti di poter avere un buon ritmo in qualifica, ma è stata una gara davvero difficile, almeno per me personalmente. Nel complesso, correre in Formula E a Pechino per la prima volta è risultata un'esperienza davvero divertente. Ora dobbiamo soltanto fare in modo che le cose girino per il verso giusto e i conti tornino fra due settimane in Malesia".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Pechino
Sub-evento Sabato, post-gara
Circuito Streets of Beijing
Team Virgin Racing
Articolo di tipo Commento