Turvey: “Frenate e lunghi rettifili fanno per me”

Oliver, al suo debutto a Puerto Madero, ritiene che il passo in avanti della NextEV TCR sia palpabile

Esordiente nel Campionato FIA di Formula E, ma in più di un'occasione più competitivo del compagno di scuderia e campione in carica “Nelsinho” Piquet, Oliver Turvey non ha dubbio alcuno: punta a fare ancora bene, anche se non ha mai visto il tracciato di Puerto Madero, al contrario del resto degli uomini al servizio della scuderia ispano-cinese NextEV TCR...

"Dalla disputa della corsa di Punta del Este a oggi, ho trascorso un po' di tempo con gli ingegneri al simulatore di guida per preparare la mia 'prima volta' a Buenos Aires, almeno virtualmente”, si è lasciato scappare il pilota britannico, collaudatore della McLaren-Honda di F.1. “La pista sembra veloce con alcuni lunghi rettilinei e frenate notevoli, e quindi sono entusiasta di corrervi. Il mio team ha lavorato duramente dall'ultima corsa ad adesso e io mi sento ben preparato: puntiamo a fare alcuni passi avanti insieme...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Buenos Aires
Circuito Puerto Madero Street Circuit
Piloti Oliver Turvey
Team NIO Formula E Team
Articolo di tipo Preview