Tai: “Costretto a gestire gli uomini con durezza...”

Il team principal della DS Virgin Racing fiducioso per Baires dopo il grande lavoro post-Uruguay

Alex Tai, team principal della DS Virgin Racing, guarda al quarto appuntamento del Campionato FIA di Formula E con la voglia di riscatto di chi è consapevole di non aver ottenuto, fra Pechino, Putrajaya e Punta del Este, quanto avrebbe meritato o sperato.

Che cosa attenderà Jean-Éric Vergne e Sam Bird in Argentina, laddove le DSV-01 frutto del sodalizio annuale fra l'engineering di Richard Branson e il marchio di lusso del gruppo Citroën si confronteranno di nuovo con avversari del peso e della competitività di Renault e.dams e ABT Schaeffler Audi Sport.

“La squadra è stata molto occupata dopo l'evento in Uruguay per analizzare i dati telemetrici ricavati dalle gare e dalle prove. Siamo convinti di aver fatto un passo in avanti nella comprensione delle dinamiche delle auto della seconda stagione e non vediamo l'ora di mettere in pratica le nostre rinnovate teorie a Buenos Aires”, ha dichiarato.

Non possiamo permetterci di riposare e sto gestendo la squadra con estrema durezza: ho grandi speranze per la corsa argentina e non vedo l'ora di toccare in mano i risultati di questo sforzo”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Buenos Aires
Sub-evento Anteprima
Circuito Puerto Madero Street Circuit
Piloti Sam Bird , Jean-Éric Vergne
Team Virgin Racing
Articolo di tipo Preview