Sticchi Damiani: “Io spero ancora nella F.E a Imola...”

Il presidente ACI vorrebbe la serie elettrica in Italia su un tracciato “che conserva una dimensione cittadina”

L'emendamento alla Legge di Stabilità, approvato dalla Camera dei Deputati alla vigilia di Natale, per legittimare l'ACI all'impiego di risorse proprie per favorire il mantenimento del Gran Premio d'Italia di Formula 1 a Monza non è stato l'unico recente argomento di conversazione fra il presidente Angelo Sticchi Damiani e i media.

L'esclusione dell'Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola dalla possibilità di “ereditare” o di sostituirsi alla Lombardia quale location per la trasferta tricolore del Circus potrebbe schiudere nuove possibilità per il tracciato in riva al torrente Santerno.

I romagnoli ci hanno provato sino alla fine, cercando di inserirsi in extremis in caso di fallimento della trattativa fra Monza e Bernie Ecclestone, ma ora ciò potrebbe paradossalmente portare nuova benzina sul fuoco di un round del Campionato FIA di Formula E.

Angelo Sticchi Damiani, intervistato da Martino Cervo del quotidiano “Il Cittadino di Monza e Brianza”, lo ha lasciato intendere senza troppi giri di parole: “Conosco molto bene il sindaco e i dirigenti, francamente apprezzo molto il loro sforzo: sono persone serie che hanno a cuore la Formula 1. Sono arrivati ottimi secondi su questa partita. La mia speranza è che, nonostante tutto, si trovi il modo per portare la formula elettrica a Imola. La difficoltà più grossa è far passare il concetto che quel circuito conserva comunque una dimensione cittadina, come capisce chiunque l’abbia frequentato...”.

Il presidente dell'ACI ha chiaramente inteso inviare un messaggio alla FIA, il cui World Motor Sports Council aveva ribadito sul finire di quest'anno l'opportunità che le gare di F.E fossero destinate alle città, se non alle grandi capitali del mondo.

La redazione di Omnicorse.it e Motorsport.com Italia aveva peraltro anticipato, nel mese di giugno, la bozza elaborata dal sindaco, Daniele Manca, insieme al presidente del CON.AMI, Stefano Manara, e al presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, di una versione corta dell'Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” funzionale proprio ad accogliere una corsa "full electric": essa prevede che dal rettilineo principale si arrivi alle Acque Minerali attraverso via Romeo Galli, per una lunghezza sul giro di 2,842 chilometri.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento Ipotetico tracciato di Imola per la Formula E
Sub-evento Evento speciale
Circuito Imola
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag ferrari, imola