F.E, ora uno shake down più articolato e più lungo

In Uruguay venerdì i team hanno compiuto fino a 6 giri con la stessa auto in mezzora e senza Safety-Car

I piloti e i team del Campionato FIA di Formula E hanno un motivo in più per amare la località turistica di Punta del Este, sede del terzo appuntamento stagionale 2015-2016. Lo shake down, cioè la breve sessione di “test informali” che precede la grande kermesse del sabato, è stato infatti modificato, fornendo turni in pista più rapidi e più veloci rispetto al passato.

Fino ad ora, i driver effettuavano infatti una manciata di giri (di solito soltanto tre) con ciascuna delle auto a loro disposizione, rigorosamente dietro la Safety-Car.

Durante la seduta di venerdì 18 dicembre in Uruguay, le squadre “full electric” hanno avuto invece sei giri a disposizione nell'arco di una mezzora di tempo, ma senza l'obbligo di effettuare un cambio della monoposto e senza la vettura staffetta al comando.

Ciò ha significato che i concorrenti avrebbero potuto scegliere (e taluni lo hanno fatto...) di effettuare con la stessa macchina più di sei tornate, partecipando a qualcosa di più simile ad una tradizionale sessione di prove non cronometrate. Non soltanto: il nuovo shake down, significativamente modificato, dovrebbe rimanere in vigore per il resto della stagione 2015-2016.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Evento ePrix di Punta del Este
Sub-evento Venerdì
Circuito Streets of Punta del Este
Articolo di tipo Ultime notizie